#Coglioneno, la campagna web dei creativi "pagati a strette di mano"

Fareste lavorare gratis un idraulico, o un antennista? E un creativo invece? Un gruppo di videomaker dice basta ai lavori retribuiti a "punti sul curriculum"

Tre video, costruiti seguendo la stessa formula, e un successo immediato sul web. Un gruppo di videomaker, riuniti sotto il nome di Zero, hanno dato vita a una campagna che, puntando sull'ironia, descrive la situazione in cui molti creativi si ritrovano a dover lavorare, pagati poco, male, o mai.

"Questo è un progetto senza budget, ma fa curriculum". Finiscono così tutti e tre i video realizzati, in cui un antennista, un idraulico e un giardiniere si ritrovano a lavorare per clienti che, soltanto a progetto ultimato, gli spiegano che no, un pagamento non è previsto.

Il progetto, dall'evocativo nome CoglioneNo, spiegano i videomaker, "vuole unire le voci dei tanti che se lo sentono dire ogni volta. Vogliamo ricordare a tutti che siamo giovani, siamo freelance, siamo creativi ma siamo lavoratori, mica coglioni".