Colpo del Papa ai tradizionalisti: si dimette Gran Maestro Ordine di Malta

Domani Fra Matthew Festing presenterà le dimissioni al Sovrano Consiglio. La crisi dopo lo "scandalo preservativi". Sconfitto il tradizionalista Leo Burke

Era atteso da settiane e finalmente è arrivato. Il Papa ha assestato un colpo ai tradizionalisti asserragliati sul colle dell'Ordine di Malta. Dopo gli scandali scoppiati nei mesi scorsi, le epurazioni e il commissariamento, oggi Bergoglio ha chiesto ed ottenuto le dimissioni del Gran Maestro dell'Ordine, Fra Matthew Festing.

E non si tratta di roba da poco. Festing, infatti, oltre ad essere al vertice dell'Organizzazione cavalleresta della Chiesa, è anche l'uomo vicino a quel Raymond Leo Burke, patrono dell'Ordine, cardinale e capofila dei tradizionalisti in rotta con il Pontefice. Insieme ad altri tre colleghi, infatti, il cardinale statunitense ha firmato i "dubia" contro l'esortazione apostolica di Bergoglio. In attesa delle risposte del pontefice, lo scontro si è spostato sul fronte dell'Ordine di Malta.

Lo scandalo preservativi

A dicembre Burke ottenne dal Gran Cancelliere, Albrecht Freiherr von Boeselage, le dimissioni forzate a seguito di uno scandalo "preservativi" che avevano scosso l'Organizzazione. Freiherr von Boeselage era stato accusato di aver chiuso gli occhi sulla distribuzione di profilattici negli ospedali dell'Ordine (SMOM) in Africa, pratica marcatamente contraria alla dottrina della Chiesa e osteggiata dall'ala conservatrice del movimento. Ad inchiodarlo sarebbe stato un rapporto commissionato dal Gran Maestro in persona. La rimozione di chi avrebbe occulato questi problemi al Gran Magistero, non si rivelò però semplice. Tanto da scatera un terremoto di cui, probabilmente, molti avrebbero fatto a meno. Soprattutto il Papa. Lo stesso Bergoglio, in una udienza privata, avrebbe consigliato a Leo Burke di non spingere la situazione fino al punto di non ritorno. Ovvero quello di costringere il Cancelliere alle dimissioni. Ma a fronte dei diversi rifiuti di Freiherr ad abbandonare il posto, infatti, sia Burke che Matthew Festing gli ordinarono di dimettersi facendo leva sulla promessa di obbedienza. L'epurazione irritò a tal punto Bergoglio da indurlo a commissariare l'Ordine. Dando il via alla guerra interna.

Papa, commissariamento e dimissioni

Inutile nascondere lo scontro tra liberal-progressisti e conservatori in seno ai Cavalieri di Malta. Da una parte Leo Burke, dall'altra il Papa. Il 22 dicembre scorso Bergoglio costituì "un gruppo di cinque autorevoli membri con l'incarico di raccogliere elementi atti ad informare compiutamente e in tempi brevi la Santa Sede in merito alla vicenda". Quattro commissari straordinari per scavalcare il ruolo di Burke, patrono e garante dell'Ordine, commissione con cui l'Ordine si è rifiutato di collaborare. E ora i nodi arrivano al pettine. Ieri Bergoglio ha concesso udienza al Gran Maestro, chiedendo esplicitamente le sue dimissioni. E così in attesa che il Sovrano Consiglio si riunisca, deliberi le dimissioni del Gran Maestro e ne elegga un altro, le sue funzioni verranno svolte provvisoriamente dal Gran Commendatore. Lasciando sullo sfondo lo scontro Burke-Bergoglio.

Commenti

cgf

Mer, 25/01/2017 - 12:36

Aver indotto, per obbedienza, alle dimissioni ed aver rifiutato di collaborare, vale a dire nemmeno giustificarsi per il comportamento tenuto, ha spinto il papa a questa soluzione. Proprio vero che chi di spada ferisce, di spada perisce, per la promessa di obbedienza ora anche il Cardinale deve dimettersi oppure farà anche lui come Mons. Lefebvre? auguri.

napolitame

Mer, 25/01/2017 - 13:38

Bergoglio...che vuoi commentare su un personaggio simile?

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 25/01/2017 - 13:52

A capo dello SMOM mettici Soros che ti ha insignito del premoi Kalergi e così siete pari.

eliolom

Mer, 25/01/2017 - 15:20

L'Ordine di Malta e' Sovrano, come mai il Papa ha potuto intervenire?

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 25/01/2017 - 15:52

Il papa fa di tutto per umiliare i cattolici aderendo in pieno al NWO, negando la tradizione, il rispetto di princìpi fondamentali del cattolicesimo, aderendo al progressismo alternativo con l'aiuto e la spinta giornaliera dei media eterodiretti.

i-taglianibravagente

Mer, 25/01/2017 - 16:48

I "gran maestri" dovrebbero stare alla larga dalla Chiesa.....dovrebbero.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 25/01/2017 - 17:25

Non entro nel merito dell'ordine di Malta ma possiamo, umilmente, fare una richiesta a bergoglio?? perché non si dimette lui e se ne torna nella pampa argentina??

routier

Mer, 25/01/2017 - 17:40

Ancora una volta il Papa divide anziché unire. E' difficile non essere d'accordo con chi lo critica.

Ritratto di Charette

Charette

Mer, 25/01/2017 - 17:42

Insomma, Bergoglio ha cacciato quello che aveva cacciato quello che distribuiva preservativi. Ergo, Bergoglio approva il preservativo. E cos'altro ancora?

guardiano

Mer, 25/01/2017 - 18:15

Bergoglio, quanto tempo credi che la chiesa possa durare con un papa che gli rema contro come fai tu.

Totonno58

Mer, 25/01/2017 - 18:18

Il solo fatto che al centro di tutto questo caos ci sia una questione di preservativi mostra che nella Chiesa c'è ancora molto da lavorare per poter essere testimone del Vangelo...ricordiamo la prima omelia di Francesco, appena eletto Papa, quando si rivolse a coloro che predicano e disse "fermiamoci, alla fine di ogni settimana e facciamo un calcolo...se nelle nostre omelie abbiamo parlato più volte di anticoncezionali che dei poveri c'è un problema.."

stevenson46

Mer, 25/01/2017 - 20:03

Non entro nel merito della dottrina della Chiesa cattolica. Tuttavia credo sia giusto incoraggiare e non punire chi distribuisce preservativi nei Paesi poveri e sovrappopolati. E' necessario limitare l'incremento demografico mondiale perché le risorse alimentari, energetiche e territoriali del pianeta non sono infinite.

8

Mer, 25/01/2017 - 20:50

CHE QUADRO SURREALE : Ordine di Malta, Papa, Gran Maestro, "dubia", preservativi, Gran Cancelliere, esortazione apostolica, Gran Magistero, Cavalieri di Malta, Bergoglio, cinque autorevoli membri, liberal-progressisti, Santa Sede, quattro commissari straordinari, Sovrano Consiglio, Gran Commendatore, tradizionalisti asserragliati, Pontefice, ala conservatrice, Chiesa. CHIESA ?

manente

Mer, 25/01/2017 - 23:38

L’immorale re di Francia Filippo il Bello riuscì a far eleggere papa l'arcivescovo di Bordeaux col nome di Clemente V il quale, trasferita la Santa Sede in Francia, si pose di fatto sotto l'influenza della Corona. Il venerdì 13 dell'ottobre 1307 il re fece arrestare in un solo colpo tutti i Cavalieri Templari di Francia al fine di impossessarsi dei beni dell’Ordine. Il successivo “processo farsa” segnò la fine dell’Ordine e vide la Chiesa soccombere al potere regale francese, vero promotore dell'attacco. Il tragico epilogo fu segnato da accuse infamanti, confessioni sotto tortura e roghi cui non si sottrasse neppure l'ultimo Gran Maestro de Molay. I Templari di allora si consegnarono fiduciosi al Papa, a distanza di sette secoli i Cavalieri di Malta, il Gran Maestro Frà M. Festing ed il Cardinale Protettore Burke, farebbero bene a non cedere alle minacce di Bergoglio, il "pastor sanza legge" sotto l’influenza delle lobby della finanza massonico-mondialista.

MelalavoDomenica

Gio, 26/01/2017 - 00:29

Il biancone ha colpito ancora .

ESILIATO

Gio, 26/01/2017 - 04:01

L'Ordine dei Cavalieri di Malta e' un ordine "SOVRANO" quindi indipendente da Francesco e le sue cavolate distruttive.........qualcuno dovrebbe darli un bel espresso corretto.......

pier1960

Gio, 26/01/2017 - 06:27

faide tra clan

un_infiltrato

Gio, 26/01/2017 - 06:33

Grande Francesco. Buono sì, ma è un osso duro. Con Francesco si scherza poco, anzi, non si scherza per niente.

8

Gio, 26/01/2017 - 08:48

Tutti i personaggi di questa storia surreale devono mangiarne ancora di crostini prima d'incontrare la Grazia.

Trinky

Gio, 26/01/2017 - 09:05

Ufficialmente è una questione di preservativi ma però si dovrebbe leggere che non gli hanno versato l'obolo.....