La coop usa migranti (gratis) ​per ristrutturarsi un albergo

A Biella la cooperativa Versoprobo gestisce già un centro di accoglienza. Forse ne aprirà un altro. Intanto ristruttura un veccho hotel facendo lavorare i migranti

La cooperativa Versoprobo di centri di accoglienza ne coordina più di uno. La sede centrale è a Vercelli, ma il campo d'azione (e di affari) si allarga in buona parte del Piemonte. A Biella assicura un letto a 54 migranti nell'ex hotel Colibrì, una struttura decadente resuscitata appositamente per l'emergenza sbarchi. A breve la prefettura biellese assegnerà il nuovo bando per la gestione di 850 extracomunitari: per i prossimi nove mesi, appena 8 cooperative sociali si spartiranno la succosa torta da 8,5 milioni di euro. Non poco.

E così nell'attesa che venga pubblicato il risultato del bando di gara, la Versoprobo si sta portando avanti coi lavori. Nei giorni scorsi alcuni cittadini hanno notato un gruppo di "ragazzi di colore" sfacchinare alacremente all'interno di un altro vecchio hotel di Biella, l'albergo Coggiola, anche questo senza un cliente da 20 anni e pronto a riaprire per accogliere decine di immigrati. Scaricavano piastrelle da un camion con la scritta "Versoprobo" e lo riempivano di calcinacci da portare alla discarica (guarda il video). Niente di strano, se non fosse che quei ragazzi sono richiedenti asilo ospitati dalla stessa cooperativa che con ogni probabilità finirà col gestire il nuovo Centro di Accoglienza Straordinaria (Cas) e i relativi rimborsi giornalieri. Coincidenza? Difficile. A confessarlo è uno degli operatori della Versoprobo, il quale candidamente ha ammesso che "i nostri ospiti stanno facendo attività di volontariato mettendo a posto il Coggiola, visto che l'azienda sta per aprire un nuovo centro". La coop, insomma, impiega (gratis) i suoi migranti come operai, risparmiando così sui costi di ristrutturazione. Una furbata.

Inutile chiedere spiegazioni ai diretti interessati: il coordinatore della Versoprobo, Roberto Rosas, si è limitato ad affermare che i ragazzi "non hanno lavorato", ma hanno solo fatto "attività di volontariato utile per il loro curriculum". Lavoro o volontariato? Questione di lana caprina, certo. Ma sostanziale. Per legge infatti i profughi dopo due mesi dallo sbarco in Italia e la presentazione della domanda di asilo possono svolgere attività lavorative al pari dei disoccupati italiani. Ma devono avere un contratto valido, contributi pagati e tutto il resto. Gli ospiti della Versoprobo invece hanno scaricato il camion senza ricevere alcun compenso e a quanto pare senza contratto. Si può fare? Secondo l'Ispettorato del lavoro, no: "Devono fargli un contratto - afferma De Camillis - se vogliono possono rinunciare al compenso, ma il contratto devono averlo". Semplice.

Per carità, non è che i migranti debbano stare con le mani in mano tutto il giorno. Ma forse è il caso che lavorino secondo le normative vigenti. Non è un caso se il 10 febbraio scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto per promuovere "l'integrazione dei richiedenti asilo" impiegandoli in "attività di carattere sociale" che siano di "utilità pubblica". Come tagliare l'erba di un giardino comunale o ridipingere le aule di una scuola. Non certo ristrutturare un hotel privato, opera che non ha alcuna "utilità pubblica".

Inoltre, per impiegare immigrati come volontari bisogna attenersi a un preciso protocollo d'intesa stilato in prefettura. La coop Versoprobo l'ha fatto? Non sembra, altrimenti non si spiega per quale motivo i ragazzi siano spariti nel nulla poco prima che arrivasse il controllo dello Spresal (Asl). Per questo in molti pensano che la coop abbia trovato un sotterfugio per sfruttare manodopera a basso prezzo, spacciandola per volontariato. Un affare da leccarsi i baffi.

Commenti

cgf

Sab, 18/03/2017 - 17:42

visto che la COOP viene PAGATA perché non chiamare le cose con i termini giusti? SFRUTTARE e PAGARE NERO.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 18/03/2017 - 17:54

Delizie del socialismo che tanto si prodiga per tutelare i lavoratori,specialmente se poveri e derelitti. Dove sono la Camusso &Co?

honhil

Sab, 18/03/2017 - 17:57

Le coop rosse, bianche e di colore cirricaca fanno quello che sanno fare meglio: lo sfruttamento dei lavoratori: non per niente il caporalato e nato con le coop.

italianodeluso

Sab, 18/03/2017 - 17:59

Grande coop. Magna coop. Dovrebbero essere volontari gratis anche quelli di tutte le coop. E quando sento la coop sei tu mi viene istintivo il gesto dell'ombrello.

Massimo Bocci

Sab, 18/03/2017 - 18:02

Hanno ampliato gli schiavi, da solo noi, a noi ( gli imprescindibili BEOTI) e ...CLANDESTINI, noi ci mantengono solo come PAGATORI..SERVII!!! Chissà se ora cambieranno anche il famoso gingol, "le coop si sono ampliate,allargate nello sfruttamento METICCIO CLANDESTINO,già LADRE!!! Possono RUBARE di più".

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 18/03/2017 - 18:05

Sicuramente i "lavoratori" avranno tutte le protezioni antinfortunistiche previste dalla legge,come guanti,elmetto,scarpe rinforzate,cinghie anticaduta etc etc.......vero?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 18/03/2017 - 18:13

Nella patria della mafia e del fascismo tutti decisi a giocare lo stesso gioco: "quien es mas listo y prepotente gana --- chi é piú furbo e prepotente vince" ... Lo vetrete voi dove vi condurrá il gioco, brutto branco di ottusi e di ignoranti.

Tuthankamon

Sab, 18/03/2017 - 18:17

Un'integrazione perfetta: lavoro in nero, fondi deviati, sfruttamento, ... chi dice che non facciamo niente di buono!

Ritratto di libere

Anonimo (non verificato)

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 18/03/2017 - 18:24

"La coop usa migranti (gratis) ​per ristrutturarsi un albergo" ... É la nuova "cultura" della econonmia e del lavoro che avanza in Italia ... "la cultura della fame di un branco di ottusi e di ignoranti".

baronemanfredri...

Sab, 18/03/2017 - 18:33

SFRUTTAMENTO DI MANO D'OPERA CLANDESTINA EVASIONE DI CONTRIBUTI ASSOCIAZIONE A DELINQUERE OLTRE ALTRI REATI GRAVI

Anonimo (non verificato)

cicero08

Sab, 18/03/2017 - 19:18

trattasi della non invocata mai abbastanza... integrazione

dakia

Sab, 18/03/2017 - 19:41

E, sicurezza appoggio a chi vuole delinquere spacciandosi per onesto personaggio.Devono fare come in america, bloccare l'invio di moneta italiana in paesi che riguardano questi soggetti, a cominciare dai capi coop.

Trinky

Sab, 18/03/2017 - 20:08

dite che ci lavorano anche riflessiva ed elkin?

Magicoilgiornale

Sab, 18/03/2017 - 21:33

Almeno avrebbero fatto una cosa utile i finti profughi !

ziobeppe1951

Sab, 18/03/2017 - 22:52

Trinky...20.08...quelli da te elencati, pensi che lavorino?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 19/03/2017 - 02:19

Coerente.... dopo tutto, lo scopo dell'invasione non è solo il desiderio della minoranza massonica e sionista di distruggere i popoli europei ma anche quello di avere una massa di SCHIAVI.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 19/03/2017 - 02:21

Schiavi che costruiscono l'alloggio per altri schiavi.

Happy1937

Dom, 19/03/2017 - 08:17

Diceva Toto' "e io pago!".

GiovannixGiornale

Dom, 19/03/2017 - 08:51

Ma a Napoli si scatenano contro il razzista e fascista Salvini e più del 50% degli elettori voterebbe ancora per questa sinistra infingarda e profittatrice e devastante, grillini compresi.

tonipier

Dom, 19/03/2017 - 08:56

" SONO TUTTI TESSERATI COMPAGNI?" Sono questi gli artefici, sono questi i veri "EVASORI" di casa nostra... quante di queste coop ci sono in "ITALIA?" fate una moltiplicazione vedrete la grande truffa, vedrete la mastodontica cifra che ne viene fuori da questa baraonda di tesserati compagni fasulli di Iva, più Iva, uguale Iva.

tonipier

Dom, 19/03/2017 - 08:58

quale duplicato?..fate parte anche voi di queste splendite coop, coop sei tu?

tonipier

Dom, 19/03/2017 - 08:59

" SIETE VOI DEI DUPLICATI"

tonipier

Dom, 19/03/2017 - 09:04

Dite alla Vostra direzione di cambiare sistema....il duplicato non funziona più....

tonipier

Dom, 19/03/2017 - 09:05

" SI NASCE INTERDETTI"

ANGELOB.

Dom, 19/03/2017 - 09:42

Non vedo dove sia lo scandalo quando ogni giorno ad ogni ora Il Santo Padre ci esorta "all'acoglienza e all'integrazione" di questi poveri disgraziati. Quindi il massimo dell'integrazione nel sistema Renzi-COOP è fare capire ai nuovi schiavi che in italia abbiamo un governo che afferma : lavoratori neri cominciate sin dal primo giorno ad abituarvi a lavorare in nero

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/03/2017 - 10:24

Stanno preparando un nuovo centro del "cas".

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/03/2017 - 10:58

LE MAFIE IMMIGRAZIONISTE SONO POTENTI, VIVONO succhiando RISORSE AL POPOLO, CREANDO ENORMI PROBLEMI ED INGIGANTENDO IL CROLLO DELLA PATRIA. Prima o dopo ci vorrà un tribunale speciale che punisca le loro scorribande in modo definitivo.