Corte dei conti boccia gli F35: "Spese doppie e meno lavoro"

L'allarme dei giudici contabili: "Il programma ridimensionato in occupazione e ritorni economici, ma è tardi per ritirarsi"

Il programma F35? Costa il doppio e dà meno occupazione del previsto, ma è troppo tardi per ritirarsi. A dirlo stavolta è persino la Corte dei Conti secondo cui i ritorni del programma F35 sono risultati "ridimensionati rispetto alle aspettative", ma "non sono compromessi".

Nella relazione speciale sulla "Partecipazione italiana al Programma Joint Strike Fighter F35 Lightning II", i giudici contabili sostengono che "la costruzione di un sistema d'arma aeronautico di ultima generazione è certamente una sfida impegnativa in termini di costi e di tempo".

Ma pongono l'accento sulle "molteplici problematiche tecniche" che si sono verificate negli anni. In particolare, il "ritardo di almeno cinque anni rispetto al requisito iniziale". Ritardo compensato da "l'incremento del numero dei velivoli che saranno commissionati dai partner nei prossimi cinque anni" che "lascia intravedere come ormai prossima la possibilità di una rapida crescita dei ritorni industriali relativi alla produzione del velivolo, del motore e dei sistemi, nonché allo sviluppo delle conseguenti necessità manutentive".

Secondo la magistratura contabile, per l'Italia, l'aver partecipato fin dall'inizio al programma "ha certamente consentito di avviare un processo moltiplicativo dei fattori di investimento, perché la dimensione finanziaria della partecipazione non può non avere anche caratteristiche di investimento, perlomeno in termini di ritorni industriali".

Come rileva ancora la Corte dei Conti nella sua relazione, "gli interessi economici in gioco sono quindi piuttosto significativi, anche sotto il profilo occupazionale". Eppure è stato già riscontrato, rileva la Corte, come i risparmi teoricamente ottenuti dalla diminuzione della flotta (5,4 miliardi) "si siano riverberati in concrete perdite contrattuali (3,1 miliardi) che già ne hanno dimezzato il potenziale effetto, oltre alla perdita di ritorni industriali legata all'essere scesi sotto la soglia dei 100 velivoli".

Ma è tardi per tirarsi indietro: "Alla continuazione del progetto corrispondono non solo i costi fin qui affrontati ed i ritorni economici già realizzati ma soprattutto i costi in termini di perdite economiche ove avesse termine o si riducesse sostanzialmente la partecipazione al Programma", spiegano i giudici. Inoltre per quanto riguarda imprese e lavoratori coinvolti, "il volume economico stimato per i prossimi vent'anni, pur nella sua visione più ottimistica, assume dimensioni ragguardevoli (circa 14 miliardi di dollari) e non va sottovalutato l'effetto moltiplicatore sull'indotto".

Commenti

Jon

Lun, 07/08/2017 - 17:16

Ma non diciamo SxxxxxxxE...!!! Sono tutti a terra ..non volano e con troppi problemi..!! Dobbiamo essere risarciti perche' TRUFFATI.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 07/08/2017 - 18:00

Mi sembra giusto. Asserviti agli USA. Ma non era meglio comprare dei Mirage e dei Rafale , ottimi aerei francesi.e molto meno costosi.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 07/08/2017 - 18:04

L' Impero ci ha truffato ancora una volta !

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Lun, 07/08/2017 - 18:13

Forse acquistando i nuovi modelli di caccia russi avremmo non solo risparmiato ma avremmo pure avuto dei gioiellini tecnologici che al confronto gli F-35 sembrano solo un esperimento di come fregare il prossimo riuscito a metà.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 07/08/2017 - 18:18

Aggiungasi che la Lockheed ha il totale controllo dell'aereo. Possono in qualunque momento rendere inutilizzabile un aereo. Il padrone tratta le colonie come sguatteri.

VittorioMar

Lun, 07/08/2017 - 18:28

...ORMAI IL BIDONE CE L'HANNO RIFILATO....FARE COME I REGALI DI NATALE : RICICLARLO !!

cir

Lun, 07/08/2017 - 18:44

la storia si ripete .... gli ercules 130 della looked..

Demy

Lun, 07/08/2017 - 19:15

Sempre meglio i famosi SU35 prodotti nella Federazione Russa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 07/08/2017 - 19:38

Le colonie non possono mai dire di NO. Per definizione.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 07/08/2017 - 19:40

Adirati ? delusi ? Dubbiosi? Ho la soluzione "ci hanno liberato!" "ci hanno salvato" "ora siamo liberi". Ripetete 100, 200 volte. Passa tutto.

GMfederal

Lun, 07/08/2017 - 20:16

GLI SU-35 RUSSI SONO NETTAMENTE SUPERIORI IN MANOVRA E AFFIDABILITÀ E COSTANO MENO DELLA METÀ...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 07/08/2017 - 20:52

Gli imperialismi in declino di regola nella fase terminale spremono le colonie fino a soffocarle.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 07/08/2017 - 20:52

ho sempre detto che siete schiavi degli yankees.. Svevus come impero.. il PD è mica un impero...

sakai389

Lun, 07/08/2017 - 23:04

....a cosa ci servono queste armi moderne, tanto noi, in un eventuale conflitto, stiamo sempre con il vincitore...per cui....

Ritratto di adonf

adonf

Lun, 07/08/2017 - 23:15

Dove si nascondevano i giudici contabili quando TUTTI dicevano che erano delle spazzature volanti e che facevano parte dell'interminabile debito che abbiamo con lo zio Sam ?

mandorleto

Lun, 07/08/2017 - 23:59

Vendiamoli alla Libia, ne hanno bisogno.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 08/08/2017 - 00:27

Follow the money...Andate a verificare i conti bancari nei paradisi fiscali riconducibili alla cricca del Fiorentino che li compro'.

onefirsttwo

Mar, 08/08/2017 - 01:48

spese pazze di un Paese pazzo : siamo nel 2018 , non nel 1818 : per una Difesa moderna occorrono 2 cose , entrambe inesistenti in Italia : 1)sommergibili a propulsione nucleare ad armamento missilistico nucleare ; 2) distribuzione delle armi al Popolo come in USA ; tutte le altre cose sono inutili optional . Yeahh .

Gianni11

Mar, 08/08/2017 - 03:40

Come se avessimo scelta! E' troppo tardi dal giorno della "liberazione". Ecco perche' oggi ci impongono l'invasione dall'Africa e l'obbligo di comprare i F35. Qualcuno disse una volta: "Vae Victis", guai ai vinti.

swiller

Mar, 08/08/2017 - 05:11

Chi sono gli imbecilli che hanno deciso per gli f35...... probabilmente ci saranno le bustarelle come sempre.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 08/08/2017 - 07:39

ma cosa servono contro chi?

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 08/08/2017 - 09:51

franco-a-trier_DE,servono,servono,come servono..ai piloti dei SU35 ad adestrarsi al tiro al piccione!!

Scricciolo

Mar, 08/08/2017 - 13:52

L'esercitazione red flash 2017 ha certificato un rapporto di successo dello F35 di 15 abbattimenti a fronte di una perdita pertanto il mezzo è valido ( fra gli aggressoros c'erano anche gli F22). Il fatto di aver ridimensionato il programma ha portato solo ad una riduzione delle commesse (come già dichiarato da Crosetto). Forse sarebbe stato meglio produrre un aereo europeo di V generazione ma visto che gli altri partner non si sono dimostrati interessati l'Italia ha fatto le sue scelte. Adesso con uno stabilimento fatto e contratti in essere che porteranno i primi ritorni economici sarebbe folle è ancora più costoso uscire o ridurre la partecipazione. Anche nel 1980 quando entró in servizio il Tornado ci furono le stesse polemiche.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 08/08/2017 - 14:48

Scricciolo,infatti il primo tornado tricolore fu...abbattuto subito!do you remember: my name is "cucciolone"???in quanto al red flash 2017..c'era anche una squadriglia di asini volanti..siii proprio i quadrupedi con relativa coda!!