Così Roma si è trasformata in una moschea a cielo aperto

A Roma, dopo il “no” della Questura che, ha negato l’utilizzo del Colosseo per la celebrazione dell’Eid Al Adha, centinaia di fedeli hanno animato numerosi gruppi di preghiera all’aperto

Parchi giochi, aree verdi, piazze, cantieri e addirittura parcheggi di scambio di fronte alle stazioni. Ogni luogo è buono per pregare. Così i gruppi confessionali islamici, nel giorno dell’Eid Al Adha (Festa del Sacrifcio di Abramo), hanno trasformato Roma in una moschea a cielo aperto.

Dopo il “no” della Questura che, per ragioni di sicurezza, ha negato l’utilizzo del Colosseo per la celebrazione, centinaia di fedeli hanno così animato numerosi gruppi di preghiera all’aperto. Non solo in Largo Preneste, dove è stata spostata la manifestazione nonostante le proteste dei consiglieri d’opposizione, ma anche in altre zone della Capitale. “Una vera e propria invasione”, secondo Francesco Figliomeni, esponente capitolino di Fratelli d’Italia, che denuncia: “Ho ricevuto foto, video e segnalazioni da cittadini indignati”.

Nella periferia romana di Tor Pignattara, dove insiste la maggior concentrazione di moschee abusive, ad esempio, un centinaio di musulmani si sono dati appuntamento per pregare dentro il cantiere di via Alò Giovannoli. Proprio in quel luogo abbandonato da oltre un decennio, già al centro di una ingarbugliata disputa tra amministrazione e proprietà, si trovano alcuni garage sotterranei illegittimamente adibiti a moschea dove, nel marzo 2016, è stata aggredita verbalmente e minacciata una cronista de Il Tempo. Racconta un residente che vive in via Giovannoli e, per cautela, chiede di rimanere anonimo: “Siamo preoccupati perchè si stanno allargando a macchia d’olio, dopo anni di sopralluoghi e denunce, la moschea abusiva è ancora lì e, ieri, si sono persino messi a pregare all’esterno. Ormai si sentono padroni delle nostre strade”.

Ma le segnalazioni dei cittadini allarmati dagli eventi di preghiera hanno interessato anche altre zone della Capitale (guarda le foto): dalla più centrale Monteverde fino ad arrivare al parcheggio della stazione ferroviaria di Lavinio e alla pineta di Acqua Rossa ad Ostia. “È gravissimo - fa eco il meloniano Fabrizio Santori dalla Pisana - quello che è accaduto ieri mattina in molti quartieri di Roma e della regione Lazio”.

Il tema principale, a pochi giorni di distanza dall’attentato di Barcellona e dall’ultima clip propagandistica in cui lo Stato islamico ha rimesso nel mirino la capitale della cristianità, è ovviamente quello della sicurezza. Prosegue Santori: “Abbiamo giustamente negato il Colosseo, luogo simbolo della nostra città, ma nonostante la Capitale ospiti la Moschea più grande d’Europa ci ritroviamo tra Roma e provincia luoghi invasi dalla preghiera islamica per la Festa del sacrificio di Abramo. La questione che inquieta è la mancanza di sicurezza, in questo momento di allarme terrorismo, che non può essere garantita pienamente quando queste manifestazioni si moltiplicano su tutto il territorio”.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 02/09/2017 - 18:31

Andate sul canale Hotbird MHz 12576 27500 Saudi-Quran a vedere quanti mussulmani sono per le strade della Mecca a pregare. Quello che stanno facendo è occupazione abusiva di suolo pubblico e quindi perseguibili: dopo una denuncia per tale fatto devono essere considerati stranieri indesiderati e accompagnati alla frontiera. Punto.

Ritratto di giordano

giordano

Sab, 02/09/2017 - 18:32

e abolire le religioni?

cgf

Sab, 02/09/2017 - 18:44

..questo è solo l'inizio, ma la prossima volta che vadano in Piazza di Monte Citorio così da essere visti bene dalla BoldrinA [singolare femminile perché mi riferisco direttamente alla presidentA]

Divoll

Sab, 02/09/2017 - 18:51

Ecco, quando stanno messi cosi', viene un voglia irrefrenabile di prenderli a calci nel kuku. ESPULSIONE di TUTTI i musulmani, fino alla terza generazione, se esiste in Italia.

Divoll

Sab, 02/09/2017 - 18:53

La preghiera e' un'altra loro arma per OCCUPARE. Con la scusa della religione e facendosi scusa delle nostre leggi sulla liberta' di culto. Leggi che andrebbero rivedute e corrette, vista la situazione. Troppa liberta' stroppia, come nel proverbio.

celuk

Sab, 02/09/2017 - 18:57

bergoglop ha partecipato?

giuseppe_s

Sab, 02/09/2017 - 18:57

VIETATELE...E DISPERDETELI... SE NON SONO AUTORIZZATE SANZIONATE I RESPONSABILI. LE PROCESSIONI CATTOLICHE NECESSITANO DI PERMESSO... PERCHE' A LORO VIENE CONCESSO DI FARE QUELLO CHE VOGLIONO?

manfredog

Sab, 02/09/2017 - 18:57

..è un ennesimo modo per dire..'facciamo come ci pare'..provate poi a fare qualcosa.. mg.

VittorioMar

Sab, 02/09/2017 - 19:14

..SONO STATI IDENTIFICATI GLI IMAM ?...SONO LORO I CATTIVI MAESTRI !!...ISOLATELI ...E' L'ESPERIENZA DELLE "BR"...I COMPAGNI CHE SBAGLIAVANO,QUESTI SBAGLIANO OGGI !!!

bremen600

Sab, 02/09/2017 - 19:17

hanno fatto bene loro sono esseri liberi,noi NO.......!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Sab, 02/09/2017 - 19:20

Tutte le religioni devono essere bandite dai luoghi pubblici.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Sab, 02/09/2017 - 19:27

L'islamismo aumenta gli spazi e si diffonde a macchia d'olio. Povera Italia e poveri noi...

ceppo

Sab, 02/09/2017 - 19:31

e questo è niente hahahaha chi vivrà vedrà

nova

Sab, 02/09/2017 - 20:24

Le moschee più grandi d'Europa, ciascuna con capienza di 10 mila fedeli, sono a Grozny in Cecenia (inaugurata da Putin nel 2008) e a Mosca (inaugurata da Putin nel 2015).

Raoul Pontalti

Sab, 02/09/2017 - 20:33

Basta buffoni! Preoccupativi del ladri soprattuttutto quelli nelle vostre file, tipo Fiorito, e non di chi mostra di aver ancora sentimento religioso.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 02/09/2017 - 20:46

Roma trasformata in una moschea a cielo aperto? Adesso non esageriamo ... sono solo più visibili.

Iacobellig

Sab, 02/09/2017 - 21:10

SONO STATI AUTORIZZATI? È POSSIBILE ASSISTERE A CERTE SCHIFEZZE?

Ritratto di adonf

adonf

Sab, 02/09/2017 - 22:21

Negato il Colosseo per ragioni di sicurezza ? Adesso mi pizzico il braccio per svegliarmi dall'incubo. Quindi se ci fosse stato un Prefetto accomodante, questi selvaggi si sarebbero fatti la festicciola al Colosseo ?? Vi prego ditemi che é solo un incubo.

Happy1937

Sab, 02/09/2017 - 22:28

La colpa e' esclusivamente dei disgraziati che hanno permesso agli islamici di trasformare Roma in una moschea.

ceppo

Sab, 02/09/2017 - 23:11

avevano detto che avrebbero conquistato roma o no? e ci sono riusciti senza sparare un colpo ! ossequi ai romani

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Sab, 02/09/2017 - 23:37

per quelli dell'isis: ecco indicato dove fare gli attentati in Italia, tanto le date le sapete ...

maria angela gobbi

Dom, 03/09/2017 - 01:23

invece di protestare,un po' (pochi,temo) di Cristiani si mettano d'accordo e di Sabato o Domenica facciano altrettanto...ci saranno proteste da parte di quelli che non volevano le "sentinelle" in piedi? Pazienza..

Algenor

Dom, 03/09/2017 - 07:31

La questione non é la mancanza di sicurezza ma che negli ultimi trentanni i politici italiani (votati dagli italiani stessi) hanno permesso ad oltre un milione di islamici di immigrare nel nostro paese: una politica immigratoria idiota di cui paghiamo e pagheremo sempre di piú le conseguenze.

@ollel63

Dom, 03/09/2017 - 09:15

hanno fatto dell'Itali una terra d'invasione, ina cloaca a cielo aperto, un terra di trastullo per ogni tipo di sfruttamento, di stupro, di violenza, di vandalismo. STUPIDI ITALIANI SINISTRATI i loro raduni a "culinaria" servono per potenziare il proprio senso d'appartenenza al gruppo islamico jadista distruttore del resto del mondo, per sentirsi superiori in malvagità, arroganza e impunità. STUPIDI ITALIANI, continuate ad ascoltare i malvagi sinistrati, sarete cacciati dalla faccia della terra entro breve tempo.