Costituzione inefficiente, Paese ingestibile

Se la sera del 4 marzo prossimo non sapremo chi avrà vinto le elezioni. Non sarà colpa della legge elettorale, ma della Carta

La nostra Costituzione in queste ore compie settant'anni e fioccano le celebrazioni. Non ci uniamo alla retorica, ma a scanso di equivoci diciamo che anche noi vogliamo bene alla Carta repubblicana che ha permesso all'Italia di archiviare una guerra civile e mettersi alle spalle la disfatta militare e morale della Seconda guerra mondiale. Tutte le Costituzioni dei Paesi occidentali sono vecchie, alcune ben più della nostra, ma non tutte sono nate vecchie come la nostra. In quel dicembre del 1947 l'ossessione dei padri costituenti fu di fare in modo che in Italia nessuno potesse comandare senza il consenso e il permesso di tutti, o quasi tutti, gli altri partiti politici, poteri dello Stato e forze sociali. In questi settant'anni abbiamo cioè vissuto in una finta iper democrazia che - amputata volontariamente dell'efficienza - è diventata un carrozzone ingestibile.

Questa Costituzione ha prodotto leggi elettorali cervellotiche con le quali nessuno dei vincitori (neppure la Democrazia cristiana) è mai riuscito a governare come promesso agli elettori; abbiamo un presidente del Consiglio attorno al quale ruota l'azione di governo che in realtà non ha poteri; abbiamo un presidente della Repubblica non eletto dai cittadini che apparentemente non conta nulla ma che esercita, lui sì, enormi poteri; abbiamo un Parlamento di transfughi che si vendono al migliore offerente, sindacati con il potere di veto sul legislatore e una magistratura che ha confuso l'autonomia professionale con la libertà di ingerenza e l'impunità. Questa Costituzione ha generato i Tar, tribunali amministrativi di secondo livello, che contano più del Parlamento e del governo. E questa Costituzione agevola e protegge la burocrazia, i fannulloni, a volte anche i ladri.

Se la sera del 4 marzo prossimo non sapremo chi avrà vinto le elezioni e se nessuno dei blocchi in lizza potrà governare, non sarà colpa di una legge elettorale così così o della voglia di inciucio di qualcuno. Sarà colpa della Costituzione, che permette che ciò accada impedendo di fatto soluzioni diverse e chiare. Soluzioni che nel '47 potevano anche essere rischiose, ma che certamente oggi non lo sarebbero per nessun motivo.

Renzi ci ha provato a cambiare qualcosa con l'abolizione del Senato, ma era una farsa, la gente l'ha capito e lo ha punito. Che sia, la prossima legislatura, la volta buona per portare il Paese nella modernità con una riforma costituzionale, mi auguro in senso presidenziale, che chiuda un'epoca di innaturale consociativismo tra vinti e vincitori, tra controllori e controllati.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 28/12/2017 - 17:35

E dal Dicembre 1994 che non mi illudo piu che il BELPAESE possa cambiare, caro Direttore!! Feliz año nuevo e AUGURI ITALIAAA.

umbertoleoni

Gio, 28/12/2017 - 17:35

questa costituzione fa letteralmente schifo !!! Basta sapere che tra i suoi estensori c'e'un criminale che risponde al nome di palmiro togliatti. Ma il mio non e'un preconcetto: il problema e'che essa e'figlia del periodo in cui e' stata redatta: l'unico problema era il fascismo e/o i suoi eventuali rigurgiti. Il risultato e' che con la scusa delle "garanzie democratiche", nessuno comanda e tutti hanno da ridire sulle decisioni. Una vera chiavica dunque ! Una chiavica alla quale sono appiccicati gli antifascisti di sinistra CHE LA RITENGONO SACRA INVIOLABILE ED IMMUTABILE ! Poveri scemi !

leopard73

Gio, 28/12/2017 - 17:36

E INUTILE PARLARNE ADESSO VEDREMO IL 4 MARZO CHI Vincerà LE ELEZIONI ORA BASTA ROMPERE AVETE GOVERNATO 6 LUNGHI ANNI E VEDETE DOVE CI AVETE PORTATI KOMUNISTI BALORDI!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 28/12/2017 - 17:36

Ma come non erano i sinistri che decantavano la nostra costituzione come la più bella del mondo??? Ora è diventata una schifezza, vedete di darvi una regolata.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 28/12/2017 - 17:38

Direttore, che dice? Abbiamo la ''piú bella costituzione del mondo'' immarcesibile, incambiabile, insostituibile. Una costituzione che comincia con : l'italia é una repubblica democratica fondata sul lavoro, fa ridere i polli. L'aggiunta di ''democratica'' e''sul lavoro'' venne apportata per far piacere a quei tromboni socialcomunisti che rispondevano a Nenni e Togliatti. L'Amintore Aretino, uno degli estensori, scrisse tutt'altra cosa riguardo all'art. 1. Del resto pure la ex DDR era una repubblica ''democratica'', fondata sul muro e sui vopos. Quella ''repubblica democratica'' era il loro sogno futuro. Infatti avevano arsenali ben nascosti e con i fucili ben oliati.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 28/12/2017 - 17:41

AGGIUSTAMENTO del postato PRECEDENTE. Caro Direttore e da Dicembre 94 che ho capito che il BELPAESE non si potesse far cambiare, ecco perche ho deciso di mollare la POLITICA e ANDARMENE!!! RISALUTO.

daniel66

Gio, 28/12/2017 - 17:42

Sono decenni che va avanti questa commedia, e le nuove norme approvate non contribuiscono a fare chiarezza. Secondo alcuni, l'unica riforma giusta è quella che darebbe a un partito tutti i poteri a scatola chiusa e basta. Nessuno perde, nessuno vince, vincono tutti: ecco l'ingovernabilità. Sentitamente ringraziamo quanti hanno contribuito a questo esito, certi che un errore, una volta fatto, non si corregge nemmeno dopo altre 10 riforme.

Ritratto di Civis

Civis

Gio, 28/12/2017 - 17:47

La colpa è di Renzi, che ha indispettito gli italiani con i suoi regali a pioggia e con la pazzia di andare a prendere africani inetti e così si è fatto bocciare la riforma costituzionale pur di mandarlo fuori dalle scatole.

glasnost

Gio, 28/12/2017 - 17:48

A proposito di Costituzione, ma questa carta è da rispettare o no? Perché se è da rispettare, qualcuno di quelli che la definisce, (es. Franceschini), "la più bella del mondo" dovrebbe dirmi cosa ne è dell'articolo 47 e di chi ha perso i risparmi in MPS & Affini.

Guido_

Gio, 28/12/2017 - 17:49

L'esistenza di molti partiti non è dovuta alla Costituzione, non capisco quindi l'inutile sermone.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 28/12/2017 - 17:56

Berlusconi voleva cambiare per questo, ma se i cre.tini di sinistra hanno fatto mafia fino ad ora, non ci vuole molto a capire che i colpevoli sono a 20 milioni di elettori comunisti e grulli! !!!!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 28/12/2017 - 17:56

Si cambino pure i politici ma costoro dovranno giocoforza servirsi di un'amministrazione pubblica inefficente, viziata, indolente, piagnucolosa. Io, mi fermo, ma sarebbe bello se qualcuno volesse aggiungere ulteriori "caratteristiche" peculiari della specie...

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 28/12/2017 - 17:57

@umbertoleoni "Poveri scemi"? Guardi che sanno benissimo che la "chiavica costituzionale" consente loro di mettere becco o andare addirittura al governo pur non avendo nessuna maggioranza. Solo una repubblica presidenziale riesce a evitare che avvengano ribaltoni o golpe contro la volontà degli elettori: il governo del presidente non ha più maggioranza? Il presidente scioglie le camere o la camera e si rivota.

idleproc

Gio, 28/12/2017 - 17:57

Senza una Costituente sarà la trascrizione golpista sotto dettatura di quanto fatto finora e in peggio con l'annullamento della Sovranità del Popolo Italiano e della Repubblica. La "dettatura" la faranno i poteri paralleli extraistituzionali e che non rispondono ad alcun tipo di rappresentanza e di Costituzione che gestiscono questa europa e oltre. Ciò che vogliono è verificabile in quanto lo hanno dichiarato e scritto. Il senso di onnipotenza dà anche la dimensione della stupidità anche nel dichiararlo. Come sempre hanno sottovalutato un po' di dettagli e sarà godurioso vederli fallire e farsi male.

BRUNOfr

Gio, 28/12/2017 - 17:59

ABBIAMO CERCATO DI CAMBIARLA . MA VOI AVETE DETTO DI NO E ORA LA CRITICATE. VI RICORDATE DI UN CERTO REFERENDUM. DOVRESTE VERGOGNARVI .

Cheyenne

Gio, 28/12/2017 - 18:01

La costituzione lungi dall'essere la più bella del mondo è una grande porcata fatta per rendere ingovernabile il paese se non con coalizioni consociative con l'opposizione per la paura non del ritorno del Fascismo (fake-new), ma per la paura di nenni-togliatti e de gasperi di essere sconfitti da una legge elettorale chiara e da un parlamento monocamerale che avrebbe enormemente velocizzato l'approvazione delle leggi sgradite all'opposizione. (segue)

Cheyenne

Gio, 28/12/2017 - 18:01

Ricordiamoci di come moro con i continui rinvii smorzò e annullò la capacità riformista del promo centrosx.La nuova legge lettorale è anch'essa una porcata, si doveva tornare al mattarellum senza proporzionale. Inoltre la perdita non solo dell'ideologia ma della comune etica ha fatto sì che i partiti (fazioni) si moltiplicassero e il non vincolo di mandato portasse al ricatto di bande nettamente minoritarie al governo. Almeno nella prima repubblica c'erano statisti e quei pochi cambi di casacca avvennero in massima parte nel 1956 col passaggio una decina di deputati comunisti al PSI dopo l'aggressione dell'Ungheria applaudita da quel vigliacco di napoletno.. Ma forse aveva ragione Andreotti che, quando gli chiesero il perchè di un governo all'anno, rispose che in realtà l'italia era stabile perchè per anni ci fu il centrismo, per anni il centro sx poi il pentapartito. Più immobili di così!

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 28/12/2017 - 18:11

Sig. glasnost, l'art. 47 tutela il risparmio, non la dabenaggine di chi sottoscrive contratti "sulla fiducia". Io piuttosto proporrei questa modifica costituzionale: "Le pensioni maturate in Italia ed erogate all'estero sono sottoposte alla tassazione vigente in Italia".

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 28/12/2017 - 18:13

Esattamente, la nostra costituzione è una vera chiavica, infarcita di retetorica e socialismo reale scritta anche da comunisti che volevano l'abbraccio con Stalin. Un papocchio pensato per impedire a chiunque di governare, di decidere. Per salvare l'itaglia andrebbe presa e buttata nel cesso senza indugi e riscritta in toto.

diablito72

Gio, 28/12/2017 - 18:14

Sarebbe bastato votare SI al referendum del 4 dicembre 2016, per cambiare la costituzione. Invece il direttore ha spinto per il no e ora si lamenta che non si è cambiata la costituzione. Ma come state?

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 28/12/2017 - 18:16

L'attacco alla Costituzione del Direttore è fatto nella logica dell'Euro e dell'UE, l'ultimo colpo per smantellare definitivamente l'Italia a favore di Banche e finanza private internazionali. La Costituzione del 48 è stata manomessa e tradita nel corso del tempo da istituzioni e politici. Dei due colpi più gravi, il primo glie l'ha dato Berlusconi quando ci fece votare per il maggioritario e senza nomina diretta del rappresentante da parte dell'elettore. Il secondo colpo la sinistra con la modifica dell'articolo 81 che non prevedeva l'assurdo Pareggio di Bilancio. Un primo colpo fu dato quando si ersero delle barriere d'ingresso a percentuale degli eletti mentre la Costituzione prevedeva anche ingressi individuali. Non è stata la Costituzione a tradirci, sono stati coloro che l'hanno manomessa di proposito.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 28/12/2017 - 18:16

Nella costituzione Americana c'è un articolo che sancisce il DIRITTO ALLA FELICITA. In quella piu bella del mondo invece, anche se NON c'è l'apposito articolo c'è quello che sancisce per il cittadino, il diritto all'INCASSATURA!!!! AMEN

aredo

Gio, 28/12/2017 - 18:17

No, sarà solo colpa degli italiani non di sinistra che non votano e di quelli non di sinistra che votano i comunisti e cattocomunisti PD e 5 Stelle. Gli zombie di sinistra sono un cancro in tutto il pianeta insieme agli islamici sempre e comunque. I '68ini andavano sterminati nel '68 .. massa di drogati estremamente pericolosi che si sono infiltrati nella società arrivando a controllarla.

clod46

Gio, 28/12/2017 - 18:18

Caro direttore, sono pienamente d'accordo con lei, è da tempo che vado dicendo la stessa cosa con i miei amici, e mi sbellicavo dalle risate quando un certo Benigni "diversamente illuminato" blaterava su rai 1 che la nostra è la costituzione più bella del mondo, il fatto sconcertante è che molti telespettatori erano d'accordo con lui. Questo fa capire che l'Italia se mai cambierà ci vorranno ancora molti anni.

RINO75

Gio, 28/12/2017 - 18:18

Spiace dirlo: Direttore la sua analisi è di una pochezza imbarazzante. La Costituzione prevede una forma di Governo parlamentare: è il Parlamento l'unico organo statale elettivo (il Governo non è stato mai eletto, ma viene "nominato" dal Capo dello Stato). Se non ci sarà maggioranza è perchè il corpo elettorale si sarà diviso in tre blocchi (come nell'attuale Legislatura) non attribuendo a nessuno schieramento la maggioranza dei parlamentari. Paradossalmente il probabile futuro Governo di "larghe intese" sarà espressione della volontà degli elettori. Nulla di strano: è quello che è accaduto anche nella cosiddetta Prima Repubblica e nessuno si è mai scandalizzato.

Ritratto di elkid

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Gio, 28/12/2017 - 18:19

L'italia è un grosso casino!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 28/12/2017 - 18:20

Caro BRUNO 17e59 e di quando a dire NO, furono i tuoi sicuramente amici ROSSI al referendum sulla DEVOLUTION cosa ci racconti!!!! AMEN.

rossini

Gio, 28/12/2017 - 18:22

Caro Direttore, la verità è che la sera del 4 marzo ci sono tutti presupposti perché gli Italiani sappiano chi avrà vinto le elezioni. Basta che diano il voto all'unica coalizione in grado di vincere: quella di centro-destra. La coalizione di Berlusconi, Salvini e Meloni è vicinissima al 40%. E, se lo supera, questo significherà maggioranza assoluta di seggi alla Camera e al Senato. Quindi, piuttosto che pensare a una Costituzione che non sarà mai cambiata, esorti gli indecisi e gli assenteisti ad andare a votare e a votare per il centrodestra.

Ritratto di bobirons

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stock47

Anonimo (non verificato)

nerinaneri

Gio, 28/12/2017 - 18:26

...ricordiamoci che i pensionati sono troppi...

Ritratto di marino.birocco

Anonimo (non verificato)

salvatore40

Gio, 28/12/2017 - 18:36

Ottimo, Sallusti. E' vero che il carattere degli italiani è quello che è, anche con la migliore delle costituzioni. Però è certo che con una Carta siffatta,iperidealista ipergarantista iperrecuperante iperbuonista iperdemocratica iperframmentata, l'esito non può che essere irresponsabilità e corruzione a tuttti i livelli. Avremo un Nuovo Vestito ? Non ci credo, a tutti fa comodo il Vecchio Vestito. Il quale Vestito non può essere rattoppato, continuerà invece ad esser sostenuto dallo Zoccolo Duro dell'Antifascismo Severo Essenziale Metafisico Etterno !

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 28/12/2017 - 18:44

a me pace tanto ma proprio tanto larticolo 4 che dice infine: Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società. Capito? Ha il dovere, non che lo manteniamo noi. E che concorra al progresso della società, in pratica tutti devono pagare, non essere pagati con incentivi per trastullarsi.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 28/12/2017 - 18:47

Non voglio stradire, perchè sopra è già stato scritto tutto ma se sin ora gli Italiani hanno dimostrato si essere CO.GLI.ONI, di un popolo che si lascia trascinare da raffinati delinquenti che arricchiscono alle spalle della popolazione. """SVEGLIA CAPRONI, TROPPI PARTITI ARRICCHISCONO SOLAMENTE I CIARLATTANI E IMPOVERISCONO LA POPOLAZIONE. TRE È IL NUMERO PERFETTO E IN QUESTO MODO I "VOLTAGABBANA E GLI SCALDASEDIE" SI POSSONO ADDITARE E CACCIARE DALLA CARICA """!!!

sirio50

Gio, 28/12/2017 - 18:48

Se andava avanti con questo governo venivano fuori pure i Giustizieri era poi l'unica soluzione

acam

Gio, 28/12/2017 - 18:48

abbiamo avuto due esempi lampanti con oscar e giorgio se avessero avuto il potere in mano mamma mia, gli italiani non sanno gestire il potere cesare lo ammazzarono...

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 28/12/2017 - 18:52

Lei ha ragione, Sallusti, ma dato che la riforma proposta era peggiorativa... e di molto... secondo lei avremmo dovuto votarla? Rassegnatevi: questa marcia costituzione non si cambierà, almeno per i prossimi 20 anni.

doctorm2

Gio, 28/12/2017 - 18:54

Caro Sallusti, è inutile scrivere ovvietà. Lei davvero è convinto che ci sia una volontà di cambiare la Costituzio9ne e di fare dell'Italia uno stato moderno e governabile? Ma dove vive? Sulla luna? lei crede che ilPD et similia vogliano perdere qualcosa deghli intrallazzi, ladrocinii, inciuci, imbrogli, denaro che entra nelle loro tasche per vie traverse? Ripeto, dove vive ? L'unico modo di cambiare la Costituzione italiana è fare una rivoluzione e cacciare a fucilate tutta l'attuale classe politica, nessuno escluso e fare "tabula rasa" alla latina, altrimenti non cambierà mai niente .

Ritratto di calzolari loernzo

Anonimo (non verificato)

ohibò44

Gio, 28/12/2017 - 18:59

Costituzione art. 1 “L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro e sul suo sfruttamento da parte dei parassiti”

Ritratto di nestore55

Anonimo (non verificato)

Giorgio Colomba

Gio, 28/12/2017 - 19:18

Art. 1: l'Italia è una Repubblica fondata sulla carneficina di Piazzale Loreto e sui brogli elettorali del '46.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 28/12/2017 - 19:21

Sono pienamente in sintonia con lei caro Direttore Sallusti; il Primo Ministro dovrebbe poter comandare e in Italia sono stati soltanto Governi balneari; dopo settant'anni urge ristrutturare e cambiare e a morte la Burocrazia assassina e deleteria. Chiedono un centesimo anche a un morto. Shalòm.

Montesquieu2000

Gio, 28/12/2017 - 19:30

Cari cugini italiani! Ma che razza di Costituzione avete? L'art.1, 2. c. recita "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita .. ecc." E' falso: in realtà il vero sovrano è il Parlamento i cui 630 (!) membri possono tranquillamente contraddire i risultati elettorali (già successo). Da noi invece Monsieur le Président è l'espressione autentica della volontà del POPOLO SOVRANO. Orbene: è più democratica la Francia o l'Italia? E poi, per favore, basta con "la Costituzione più bella del mondo": chi è il cxxxxxo che ha tirato fuori questa corbelleria?

Aattilio

Gio, 28/12/2017 - 19:36

Questo giornale ha fatto una guerra senza esclusione di colpi alla riforma di Renzi, che non era solo abolizione del senato. Per esempio, riformava il Titolo V voluto dai comunisti è fonte di disastri. Per fare la guerra a Renzi si è persa una occasione storica, che non si ripresenterà a breve. Miopia politica, interessi di parte che prevalgono sull’interesse generale. Ora non ci si lamenti, per favore.

steluc

Gio, 28/12/2017 - 19:40

Ricordo a tutti e a Brunofr in particolare, che già una riforma fu fatta dal cdx nel 2005, ma le sinistre per partito preso e i meridionali per paura della devolution la affossarono. Quindi la vergogna, caro Bruno, ha radici lontane,

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 28/12/2017 - 19:48

Molti dei problemi legislativi italiani si risolverebbero tramite due semplici riforme: 1. Riduzione della costituzione ai primi (più o meno) 20 articoli (magari un po' adattati) che contengano SOLO altissimi principi condivisi da tutti. Trasferimento di tutto il resto in una legge ordinaria (anche se continuo a sostenere che TUTTE le leggi dovrebbero essere racchiuse in codici tematici omni comprensivi) con una revisione sostanziale: la promulgazione del Presidente della Repubblica coadiuvato dalla corte costituzionale dovrebbe essere garanzia di costituzionalità, niente più ricorsi dopo. Troppo semplice perchè qualcuno abbracci l'idea.

Montesquieu2000

Gio, 28/12/2017 - 20:01

Il 17 dicembre 2012, su RAI 1, TV DI STATO, il vostro comico Roberto Benigni, travestitosi da esperto costituzionalista, per un paio d'ore vi propinò uno spettacolo "La più bella del mondo" (sottintesa la Costituzione). Osò affermare che era talmente bella che i padri costituenti avevano previsto perfino che ... il popolo si potesse sbagliare a votare. Affermazione questa che mi puzza tanto di fascismo, alla faccia dei sinistrati radical chic. Da noi in Francia un'affermazione simile sarebbe considerata una bestemmia. Italiani, svegliatevi subito e a marzo raddrizzate la schiena.

umbertoleoni

Gio, 28/12/2017 - 20:07

SALVATORE 40 Bravissimo !! Condivido ogni sillaba di quello che hai detto !!!!

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 28/12/2017 - 20:10

--ripeto perchè mi sono anonimizzato anche se il mio concetto è stato egregiamente espresso-----il referendum costituzionale dell'anno scorso---pur con tutti i suoi limiti--gli spigoli da smussare --gli errorini da correggere strada facendo e via discorrendo---andava comunque verso una direzione ben precisa--dando corpo cioè--al vecchio sogno prima craxiano e poi berlusconiano di un premierato forte o del “semipresidenzialismo”---ma gli italioti chiamati al voto--per far dispetto alla moglie -hanno buttato via il bambino con tutta l'acqua sporca----adesso piangete pure i lacrimoni di coccodrillo---andate a ciapà i ratt

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 28/12/2017 - 20:13

Definirvi indecenti è farvi un complimento. Vi dimenticate il vostro livore per il referendum che tra le altre cose avrebbe dato certezza agli elettori sul governo? Siete inqualificabili. mortimersouse è delirante "BERLUSCONI LA VOLEVA CAMBIARE" Si con il no al Referendum dopo aver fatto tutti gli accordi con Renzi e come al solito aver fatto il voltagabbana, perché al Quirinale è stato eletto non un suo puparo ma Mattarella che ha il torto di avere avuto un fratello ucciso dalla mafia. E chi è la mafia?

Montesquieu2000

Gio, 28/12/2017 - 20:23

Voi Italiani avete una Costituzione che è un vero capestro per la sovranità popolare. Considerate il Presidente del Consiglio dei Ministri RESPONSABILE di fronte al vostro Paese? Immagino di sì. Coerentemente dovrebbe avere il potere di esercitare il suo mandato. Invece no, non può nemmeno cacciare un ministro. Siete uno strano Paese: da una parte siete pronti ad infiammarvi contro un Capo del Governo, dall'altra non volete attribuirgli il potere. Non ve l'ha spiegato nessuno, fin dalla più tenera infanzia, che POTERE e RESPONSABILITA' vanno di pari passo? Dovrebbe essere un sacro principio che ci guida anche nella vita di tutti i giorni.

piazzapulita52

Gio, 28/12/2017 - 20:34

X nerinaneri ....ricordiamoci che di BUFFONI come te ce ne sono pochi....

Rotohorsy

Gio, 28/12/2017 - 20:59

E' verissimo. Infatti, per vivere in un Paese realmente democratico bisognerebbe andarsene dall'Italia (cosa che fortunatamente molti stanno già facendo). Però, bisogna anche dire che, malgrado la volontà del popolo italiano che non ha votato, la sinistra e Napolitano sono riusciti a fare quello che volevano negli ultimi 6 anni. Di certo questa costituzione ci ha reso un paese inefficiente, ma i comunisti nostrani ci sono riusciti, nostro malgrado.

forbot

Gio, 28/12/2017 - 21:05

Tante sono le esortazioni che invitano a non disertare le Urne. Orbene la mia si rivolge a chi di dovere, che i voti espressi dagli elettori, siano sacrosantamente vigilati, controllati e rispettati!!! Anche con questa attenzione si può iniziare veramente a cambiare.

napolitame

Gio, 28/12/2017 - 21:15

vincolo di mandato. voto ogni 4 anni, responsabilita' _personale_ dei burocrati.

napolitame

Gio, 28/12/2017 - 21:17

vincolo di mandato, voto ogni quattro anni, responsabilita' personale dei burocrati (giudiciume incluso)

fisis

Gio, 28/12/2017 - 22:35

Ahia ahia dottor Sallusti,anche lei casca nella retorica di sinistra: "anche noi vogliamo bene alla Carta repubblicana". Un liberale non vuol bene a nessuna carta. Oltretutto la costituzione italiana è il risultato del compromesso tra cattolici e comunisti, un ibrido mostruoso che è tuttora alla radice di tutti i mali politici italiani.

ziobeppe1951

Gio, 28/12/2017 - 22:43

nerinaneri...se siete in troppi, c’è sempre la Svizzera..solo andata

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/12/2017 - 00:05

-sapete quale è stata la critica più feroce che praticamente affossò il referendum costituzionale dell'anno scorso?----il rischio di un aumento esponenziale dei poteri del governo-si parlò di rischio di deriva autoritaria--tra l'abbattimento del bicameralismo combinato con la nuova legge elettorale (italicum) che assegnava un grandissimo premio di maggioranza--- di fatto i vincitori delle elezioni avrebbero governato sul serio dato l'ampio margine di parlamentari ed anche speditamente--eliminando le cosidette "navette" in senato--tutto ciò unito pure alla modifica dell'articolo quinto che avrebbe risolto conflitti di attribuzione e soprattutto che i soldi si perdessero nelle nebbie delle autonomie regionali---sono state le destre che hanno lanciato il timore di deriva autoritaria--oggi piangono lacrime di coccodrillo e si lamentano dello stallo--

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 29/12/2017 - 00:30

E' un feticcio anacronistico e misero. Concordo sugli effetti dannosi in capo alla gente comune. Si tratta della bibbia ad uso e consumo della classe parassitaria e privilegiata politica e pubblica. Per noi comuni mortali è veleno esistenziale.

profpietromelis...

Ven, 29/12/2017 - 00:40

Dovrebbero essere modificati gli articoli 53 e 75. Il rimo dice che « Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato. » (Art. 67 della Costituzione della Repubblica Italiana[57])Questo ha dato luogo al fenomeno dei transfughi che hanno tradito il voto degli elettori passando da un partito all'altro o fondandone uno nuovo senza passare prima per le elezioni. Un eletto non può rappresentare la Nazione ma solo il partito che lo ha eletto altrimenti paradossalmente la maggioranza o peggio la minoranza rappresenterebbero tutti. Chi tradisce il partito e perciò gli elettori deve essere dichiarato decaduto. L'art. 75 proibisce che il popolo possa pronunciarsi sui trattati internazionali, cosicché, per esempio, ci hanno imposto l'euro senza referendum. Inoltre bisogna introdurre il referendum propositivo per introdurre anche una democrazia diretta (Rousseau) per superare la falsa democrazia rappresentativa.

pietrom

Ven, 29/12/2017 - 02:14

Che NON si inventino nessuna riforma, per carita'! Conoscendoli, potrebbero essere altri decenni persi. Si brucino tutti i codici che abbiamo in dei termovalorizzatori, si cerchi un'altra nazione democratica ed efficiente, e si importino le sue leggi e struttura statale.

Mannik

Ven, 29/12/2017 - 07:37

Scritto da chi si è speso per affossare il tentativo di riformare la Costituzione è un'offesa all'intelligenza delle persone. E la maggior parte dei commentatori dimostra il vero problema del paese: la profonda ignoranza.

umberto nordio

Ven, 29/12/2017 - 08:33

La nostra costituzione é intrisa di curaro.Paralizza tutto e tutti.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 29/12/2017 - 09:12

Caro Direttore, il discorso è breve. Una Costituzione che consente di essere piegata alle voglie di una parte politica o (peggio) di un unico rappresentante di una parte politica e di prendere decisioni a dispetto di quella maggioranza che dovrebbe governare ma che, con giochetti e colpi bassi, è stata messa nell'angolino dell'impotenza, beh, è una costituzione (ha notato la minuscola?) del c...o!

Nick2

Ven, 29/12/2017 - 09:37

Balle! Le leggi elettorali sono figlie dei politici farabutti, disonesti e corrotti. L’ingovernabilità è voluta da chi non è in grado di governare e si crea una legge che da un lato lo favorisca, ma che dall’altro lo giustifichi nel momento in cui non riesce a mantenere le promesse. Renzi, con la riforma costituzionale e con l’Italicum avrebbe assicurato governabilità, assegnando un premio di maggioranza al partito (non alla coalizione!)che otteneva il 40 per cento dei consensi o al vincitore del ballottaggio tra i due partiti più votati. Il tanto bistrattato Renzi è stato l’unico a voler cambiare, rischiando in prima persona e per questo è stato boicottato dalla destra e soprattutto dalla sinistra. Ricordo che, mentre voi giornalisti berlusconiani sareste pronti a giurare nuovamente che Ruby è la nipote di Mubarak, Renzi è stato tartassato in tutti i talk show dai giornalisti di sinistra (oltre che da voi). E’ un miracolo che abbia ancora il 25% dei consensi…

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 29/12/2017 - 10:14

nerinaneri scrive : "ricordiamoci che i pensionati sono troppi" - - - Giusto, e siccome lei è già pensionato/a o lo sarà prossimamente, cominci lei a tirarsi fuori dalle nostre sfere diminuendo quindi il numero di pensionati. – Scelga lei il mezzo e il modo, basta che sia rapidamente, con cui andarsene AFC nunc-et-semper. – (2° invio)--

Stregatta

Ven, 29/12/2017 - 12:35

"....Repubblica fondata sul lavoro..", ovvero sul primo castigo che Dio diede all'Uomo: "...ti guadagnerai il pane con il sudore della fronte!..." E' tutto detto. Per quanto mi riguarda la soluzione degli italici problemi sarebbe un bel rogo di Costituzione, Diritto Penale, Diritto Civile, Diritto Amministrativo, sotto la statua di Giordano Bruno. E poi si ricomincia tutto da capo. Shalom

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 29/12/2017 - 12:52

Terzo invio - 12.28 – costituzione – 18.25 Basta aver letto, neppure studiato, un minimo di Storia e prendere atto di cosa accadeva in Polonia che alla fine del medioevo cercò d'instaurare una parvenza di democrazia dando ai magnati il potere di bloccare le altrui decisioni. Il rigurgito proporzionalista ci condurrà esattamente li, ancora una volta, quando il partitino con la singola, e minuscola cifra, di consensi e deputati, potrà fare il bello ed i cattivo tempo perché senza il suo sostegno una coalizione di governo cadrà miseramente. La Costituzione va riformata, in senso maggioritario e presidenzialista. Chi ottiene più voti governa per il numero di anni della legislatura. Obbligo di mandato per evitare le manfrine rosse che non perdono occasione per sussurrare dolci parole all'orecchio di qualche mignatta che si crede aquila.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 29/12/2017 - 13:16

A Nick2, che tesse le lodi sperticate per quella nullità che risponde al cognome di Renzi, dico che evidentemente lui non ha consapevolezza delle nefandezze, per fortuna poche ma drammaticamente efficaci, perpetrate dal suo idolo. Poverino, lui è un comunistello sfigato e frustrato in attesa di un nuovo messia che gli consenta di vivere per ancora tanto tempo sulle spalle degli altri...

Mannik

Ven, 29/12/2017 - 13:33

L'aspetto divertente è che la riforma della costituzione combattuta e affossata dalla destra, o meglio da quella schiera di ignoranti che si definiscono destra", ora probabilmente tornerebbe utile proprio alla destra. Quando si dice darsi la zappa sui piedi. Solo per questo l'elettorato dovrebbe bastonare i vari Salvini, Meloni, Berlusconi e compagnia cantante.

Atlantico

Ven, 29/12/2017 - 13:33

Ma non l'aveva riformata Berlusconi ?

galerius

Ven, 29/12/2017 - 13:35

Più che altro è una costituzione che non dà nessun vero potere ai cittadini, salvo la cmbiale in bianco del voto.

umbertoleoni

Ven, 29/12/2017 - 15:20

ripetiamo per gli sciagurati confratelli del collettivo autonomo "AMICI DI POL POT" che grugniscono qui, che la nostra costituzione FA SCHIFO NON SOLO PER IL SISTEMA ELETTORALE (NESSUN SISTEMA ELETTORALE E'PERFETTO E TANTO MENO QUELLO CHE FROTTOLO AVEVA PROPOSTO), ma perche' "i padri" col cervello fuso dall'anti fascismo, hanno attribuito troppi poteri al csm, alla magistratura, e ai vari "organi di controllo ( TUTTA ROBA AMPIAMENTE MANIPOLABILE DALLA POLITICA,COME INSEGNAVA TOGLIATTI). Troppi limiti al potere della P.S. (tutt'ora ritenuta dalla sinistra, torturatrice e fascista). I risultati della sciagura: SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTA LA GENTE PERBENE

umbertoleoni

Ven, 29/12/2017 - 15:24

EL KID, del perche'ti sei anonimizzato e dei tuoi concetti egregiamente espressi ... NON CE NE FREGA UNA MAZZA !!!!

umbertoleoni

Ven, 29/12/2017 - 15:27

EL KID del perche' ti sei anonimizzato e deituoi concetti espressi ... CE NE FREGA MENO DI UNA MAZZA !!!

6077

Ven, 29/12/2017 - 15:37

democrazia da esportazione, forse uno dei primi esperimenti in tal senso. -- quanto ad "archiviare una guerra civile", quella ha continuato a bruciare fino alla fine degli anni '80 e sotto la cenere c'è ancora la brace. e la disfatta morale non è certo sminuita dal tardivo voltafaccia.

wania

Ven, 29/12/2017 - 16:13

Ormai la Costituzione serve solo agli investiti di alte cariche affinchè giurino su di essa il falso.

michettone

Ven, 29/12/2017 - 16:20

x DOCTORM 2 - Condivido ed aggiungo che, senza quella guerra civile, che elimini almeno il 50% della popolazione, faccia scappare tutti quelli dell'est e del nord-africa, che ci hanno occupato, non potrà mai cambiare alcunché! L'ultimo referendum, che ha cancellato quanto inventato da Renzi, ideatore del NIENTE ASSOLUTO, dimostra quanto il POPOLO, voglia CAMBIARE LA COSTITUZIONE, ma, prima di tutto, occorre diminuire le fazioni opportunistiche che mangiano a piene mani, facendole diventare DUE, soltanto DUE! Così facendo, finalmente, in ITALIA, avremo/avranno la possibilità di vivere. AMEN

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 29/12/2017 - 17:17

---umberto --il tuo travaso di bile è arrivato fino in russia--calma e sangue freddo--lol

@ollel63

Sab, 20/01/2018 - 18:36

Non è così. È'colpa degli individui che scrissero e votarono quella carta. È soprattutto colpa dei "comunisti" CHE FECERO DI TUTTO perché così fosse e tuttora costringono gli italiani a subirne i danni per essere liberi di disfare tutto ciò a loro non garba. Speriamo che gli italiani aprano gli occhi e nessuno getti il proprio voto nella spazzatura dei candidati sinistri così che con un nuovo parlamento senza sinistrati, a maggioranza totale si rinnovi l'intera carta costituzionale -forse la peggiore al mondo- rendendola finalmente decorosa, applicabile senza bisogno d'interpretazioni, né di politici né, tanto meno, di magistrati sinistri.