Costringe la figlia a mangiare vermi solitari: "Doveva dimagrire"

Una donna della Florida voleva che la figlia potesse vincere il concorso di bellezza a cui l'aveva iscritta

Una vicenda raccapricciante, che dà il voltastomaco. Una ragazza è stata ricoverata in un ospedale della Florida con dolori lancinanti allo stomaco dovuti agli esemplari di verme solitario che la madre l'aveva costretta ad ingerire.

Una delle infermiere che hanno assistito la giovane ha parlato di un'intera bacinella piena di vermi: "Era enorme, all'inizio abbiamo pensato fosse incinta. Poi ha defecato tutti questi vermi. Un paio erano lunghissimi e tentavano di uscire dal vaso".

Come ha ricostruito la trasmissione tv "Untold Stories of E.R.", la madre della ragazza avrebbe acquistato le uova di tenia in Messico e avrebbe obbligato la figlia ad ingerirli. L'obiettivo? Farla dimagrire per un concorso di bellezza.

Una volta scoperta, la madre ha confessato tutto e si è scusata con la figlia, ma al momento non è ancora noto se sia accusata di qualche crimine.

Commenti

Raoul Pontalti

Sab, 23/08/2014 - 16:38

Ma erano tenie o ascaridi? Se "acquisti" le uova di tenia ottieni di ammalarti di cisticercosi nel caso della Taenia solium ma non di teniasi per ottenere la quale devi ingerire i cisticerchi contenuti nella carne degli ospiti intermedi (maiale per la T. solium e bovino per la T. saginata). Per contro ingerendo le uova di ascaridi (Ascaris lumbricoides ad es. lungo fino a 35 cm) si può ottenere la verminosi intestinale e con un groviglio di vermi. che possono anche dare luogo a ostruzione intestinale. Il termine verme solitario, per quanto non sia sempre da prendersi alla lettera, è comunque indicativo e pertanto è improbabile che si trattasse di platelminti ossia tenie nel caso in questione, bensì di nematelminti, ascaridi appunto, che hanno anche a differenza dei primi (che rimangono semplicemente appesi con lo scolice infisso nella parete intestinale) capacità muscolare notevole per resistere alla peristalsi intestinale con effetto espulsivo e quindi possono essere ben stati visti "tentare di uscire" dalla bacinella in cui erano stati riposti dopo l'evacuazione ottenuta con vermifugo.

Raoul Pontalti

Sab, 23/08/2014 - 17:08

Ma erano tenie o ascaridi? Se "acquisti" le uova di tenia ottieni di ammalarti di cisticercosi nel caso della Taenia solium ma non di teniasi per ottenere la quale devi ingerire i cisticerchi contenuti nella carne degli ospiti intermedi (maiale per la T. solium e bovino per la T. saginata). Per contro ingerendo le uova di ascaridi (Ascaris lumbricoides ad es. lungo fino a 35 cm) si può ottenere la verminosi intestinale e con un groviglio di vermi. che possono anche dare luogo a ostruzione intestinale. Il termine verme solitario, per quanto non sia sempre da prendersi alla lettera, è comunque indicativo e pertanto è improbabile che si trattasse di platelminti ossia tenie nel caso in questione, bensì di nematelminti, ascaridi appunto, che hanno anche a differenza dei primi (che rimangono semplicemente appesi con lo scolice infisso nella parete intestinale) capacità muscolare notevole per resistere alla peristalsi intestinale con effetto espulsivo e quindi possono essere ben stati visti "tentare di uscire" dalla bacinella in cui erano stati riposti dopo l'evacuazione ottenuta con vermifugo.

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 24/08/2014 - 12:24

Egr. Raoulpedia, bastava una volta.....

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 24/08/2014 - 12:51

Si vede che da quelle parti i manicomi sono carenti peggio che da noi.