"Costringere una donna a fare sesso orale non è reato se lei è ubriaca"

I giudici dell'Oklahoma hanno stabilito che se una donna ubriacata viene obbligata a fare sesso orale, il "violentatore" non ha commesso alcun reato

"Costringere una donna ad avere un rapporto sessuale orale non è reato se lei è completamente ubriaca": ecco la sentenza choc dei giudici dell'Oklahoma.

Il tribunale statunitense ha emesso una sentenza che ha sconvolto tutti. Riferendosi ad un caso specifico, ha confermato che la violenza sessuale non esiste se uno dei due protagonisti ha un tasso alcolemico sopra la soglia massima. Il caso riportato dal Guardian: un 17enne, inizialmente, sarebbe stato accusato di violenza sessuale dopo aver costretto una ragazza più piccola di lui a fare sesso orale.

La giovane sarebbe stata forzata dopo che il 17enne l'avrebbe riaccompagnata in macchina a casa perché lei non era in grado di guidare a causa dell'elevato tasso alcolemico. La ragazza è stata trovata incosciente, a un passo dal coma etilico, e soccorsa da quello che poi si rivelerà essere un violentatore. In ospedale, è stato dimostrato che la giovane aveva un tasso alcolemico 6 volte superiore a quello consentito dalla legge e segni di violenza sessuale sul corpo, per questo è scattata in automatico la denuncia nei confronti del 17enne.

Ma se vi state aspettando un certo tipo di finale, scordatevelo. Il tribunale, durante il processo, ha dato ragione al 17enne sostenendo che quella che si era consumata non era una violenza sessuale vera e propria visto che la ragazza "era talmente intossicata da essere completamente priva di sensi al momento dell'atto sessuale di copulazione orale". In pratica, la ragazza, visto il tasso alcolemico troppo elevato, non sarebbe mai stata in grado di esprimersi lucidamente per acconsentire l'atto, per questo il "molestatore" non ha commesso alcun tipo di reato.

Commenti

Una-mattina-mi-...

Ven, 29/04/2016 - 14:10

Quindi basta narcotizzare o tramortire una povera donna per abusarne senza commettere reato?

joecivitanova

Ven, 29/04/2016 - 14:26

Probabilmente nello stato dell'Oklahoma la legge non prevede nessun tipo di reato qualora i giudici emettano sentenze in uno stato di tasso alcolemico troppo elevato..!! G.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 29/04/2016 - 14:28

Pensavo che in Italia avessimo i peggiori magistrati del mondo, ma forse mi devo ricredere.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 29/04/2016 - 14:45

Poteva mordere...

fedeverità

Ven, 29/04/2016 - 15:37

Gli Stati Uniti,non sono di esempio in nessun caso! CHE SCHIFO!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 29/04/2016 - 16:10

Sentenza a dir poco stravagante. Evidentemente anche negli Usa il progressismo sortisce i suoi malefici effetti.

pedrosa

Ven, 29/04/2016 - 16:17

Qui c'è puzza di bufala, dunque lui ha 17 anni , lei è più piccola di lui, dice l'articolo, e non è in grado di guidare, ma da quelle parti a che età si ha la patente?

Giorgio5819

Ven, 29/04/2016 - 21:58

Paese che vai deficienti che trovi.

Ritratto di chiri

chiri

Sab, 30/04/2016 - 11:30

Ci sono sentenze che si possono accettare ma ci sono sentenze che non si possono accettare il motivo lo rivela il loro essere intelligenti e penso di essere chiaro

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 13/09/2016 - 13:10

giudice italico in trasferta???