De Benedetti, procura apre fascicolo sulla fuga di notizie

Aperto un fascicolo per rivelazione del segreto d'ufficio. Il colloquio tra l'Ing e il broker tra le carte in Commissione Banche

La telefonata Renzi-De Benedetti ha scatenato non poche polemiche nelle ultime ore. Il colloquio telefonico tra l'Ingegnere e il broker Gianluca Bolengo che raccontava a De Benedetti di aver parlato con Renzi per le popolari, ha dato il via ad una vera e propria bufera politica. Adesso la procura di Roma ha deciso di aprire un fascicolo per la presunta fuga di notizie che ha poi portato alla trascrizione della telefonata che era contenuta in uno dei documenti depositati in Commissione Banche.

Il reato ipotizzato in questo momento è di rivelazione del segreto d'ufficio. A far discutere è stato soprattutto un passaggio del colloquio telefonico, ovvero quando Bolengo, al telefono con l'Ingegnere, dice: "Renzi mi ha detto che il decreto passa". Intanto il Movimento Cinque Stelle va all'attacco: "L'intercettazione tra Carlo De Benedetti e il suo intermediario finanziario è il capolinea di Matteo Renzi e del Pd. Siamo di fronte al collasso di un sistema di potere familistico e amorale, costruito su scambi di favori, informazioni privilegiate e speculazione finanziaria", ha affermato Luigi Di Maio. E anche Berlusconi ieri sera ha commentato questa vicenda: "Penso che se fosse capitato a me sarei già in croce: vediamo come si dipanerà ma certamente quel conflitto di interessi addebitato a me e alle mie aziende fa sorridere, in tanti anni non ho avuto il minimo vantaggio. Invece vedo che il signor De Benedetti, i cui giornali hanno fatto campagne contro il mio conflitto di interessi, oggi è stato preso con le mani nella marmellata". Insomma il caso farà discutere ancora e agiterà anche la campagna elettorale.

Commenti
Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 11/01/2018 - 17:28

Già ci immaginiamo cose sarebbe successo se al posto del tesserato PD n. 1 fosse capitato un caso analogo al cavaliere ....

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Gio, 11/01/2018 - 17:41

Il fatto è che quando uno guadagna in borsa qualcuno reciprocamente perde. Un guadagno illecito perchè viziato da maneggi, compiacenze e profittazioni ha come contraltare un contesto di illegalità verso chi ha perso quel certo malloppo. Sono tristi vasi comunicanti e sorella magistratura che fa? in concreto direi che non fa! perchè sorella magistratura non fa? diciamo che non fa per .... malavoglia. Anche ad ognuno di noi è capitato almeno una volta nella vita di non andare al lavoro per .. malavoglia. Ehhhhccche caspita sarà mai! Capita!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 11/01/2018 - 17:47

Quid veritas? Se ci fosse stato Silvio al posto di De Benedetti, quando il giornale di proprietà di quest'ultimo ha parlato di questa legge prossima ad essere approvata? Lo dico da non tifoso di Silvio, mai tifato per lui.

bremen600

Gio, 11/01/2018 - 17:48

De benedetti tessera n° 1 PD cittadino svizzero con residenza a saint moritz.Questo è il prototipo del vero "compagno"!!lui si che comprende gli operai i poveri e i disoccupati ecc.ecc.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 11/01/2018 - 17:50

Il fatto che colui che ha ucciso l'Olivetti, fiore all'cchiello dell'industria italiana, sia protetto dalla magistratura è cosa nota da anni! Se qualcuno di noi, uno qualsiasi, prova a prender soldi da una banca senza poi restituirli, come minimo va sotto processo per bancarotta fraudolenta e viene fatto fallire. Lui invece è là, bello come il sole, che ci ride in faccia dalla svizzera. Ma vi sembra normale tutto questo?

flip

Gio, 11/01/2018 - 17:58

quali p.m.?

giovanni PERINCIOLO

Gio, 11/01/2018 - 17:59

..."rivelazione del segreto d'ufficio"... Questa é e restarà la più bella barzelletta dell'anno! Dopo anni e anni che che praticamente tutte le intercettazioni a Berlusconi coperte e non da segreto d'ufficio sono state rivelate ai soliti noti e pubblicate con plauso di tutto il sinistrume e del giornalaccio di carletto ora che si tocca il bischero e lo stesso carletto la magistratura apre una inchiesta per "rivelazione del segreto d'ufficio"!!!! Bella la "giustizia uguale per tutti"....

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 11/01/2018 - 18:00

Il pesce comincia a puzzare dalla testa, il PD dalla tessera numero uno...è una legge di natura!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/01/2018 - 18:01

tra cumpari e cumparielli ci si aiuta!!

tonycar48

Gio, 11/01/2018 - 18:02

Questa magistratura dovrebbe garantire la giustizia? Ma per favore!! De Benedetti è già stato graziato nella vicenda Cirio di tanti anni fa (con la complicità di Prodi), non è mai stato perseguito per il crac di Sorgenia (poi parzialmente ridimensionato da una leggina di Renzi), non viene processato per il fallimento di MPS di cui è/era uno dei maggiori debitori, ha condannato a morte fior di aziende in tutta Italia (una su Tutte Olivetti) e la magistratura che fa? Apre un fascicolo per fuga di notizie invece che per aggiotaggio. Questa si chiama complicità se non connivenza!!

Guido_

Gio, 11/01/2018 - 18:03

Che un pregiudicato condannato per forde ai danni dello Stato commenti la notizia è cosa che fa sorridere.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 11/01/2018 - 18:05

Non mi è chiaro se Renzi e De Benedetti hanno commesso un reato o no. Ma che sia reato o no questa è la fine di Renzi e del PD: mentre i risparmiatori perdevano tutti i loro soldi qualcuno guadagnava speculandoci sopra. Renzi dovrebbe dimettersi immediatamente da segretario PD e il PD stesso dovrebbe autosciogliersi per poi dare origine ad una nuova formazione politica, magari piccola, ma pulita e senza i Renzi e le Boschi. Se non lo fa il Renzi lo faranno gli elettori il 4 Marzo.

mariod6

Gio, 11/01/2018 - 18:08

La solita pantomima !! La tessera N° 1 non si tocca, il segretario del partito unico, ex presidente del consiglio, ex sindaco di Firenze, ex capo bastone di Rignano, attuale venditore di pentole non si tocca. La magistratura rossa insabbia tutto come ha fatto per i due "papini", per le due famiglie Renzi e Boschi, per MPS ed Etruria. Tutto normale

Reip

Gio, 11/01/2018 - 18:09

Tra porci di sinistra ci si intende e ci si protegge! La magistratura, le toghe rosse sono dalla loro parte!

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Gio, 11/01/2018 - 18:12

Veramente scandalosa l'eterna impunità del caimano De Benedetti. Personaggio - solo per dirne una - debitore insolvente di 600 milioni con MPS, diretto dal PD. Si può capire la sua contiguità ideologica con parte rilevante della magistratura. Ma è incomprensibile come sia finora riuscito a sfuggire a TUTTA la magistratura.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 11/01/2018 - 18:16

Solo quando le intercettazioni divulgate sono sui SINISTRI e SEGRETO D'UFFICIO, quando sono su Berlusconi NO!!!! PAROLA DELLA CATTOMAGISTRATURA!!!! AMEN.

accanove

Gio, 11/01/2018 - 18:18

retaggi di epoca staliniano-italiana che ormai andranno a finire, c'è ancora un residuo di generazione di questi "imprenditori", "politici" e "magistrati" (virgolette eufemistiche) che deve ancora morire o essere cancellata dal tempo o dalla legalità. Si son viste orripilanti cose da questa gentaglia (imprenditori, politici, magistrati) che farebbero arrossire despoti fascisti di lontana memoria, l'intrallazzo sta nel loro dna, truffa ed il dispregio dell'intelligenza altrui come metodo. Personalmente aborrisco e rifiuto qualsiasi cosa che provenga da un azienda di questo bandito.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 11/01/2018 - 18:20

Che dire? Noi del popolo bue sappiamo poco, non abbiamo conoscenze dirette che ci autorizzino ad esprimere giudizi fortemente critici che non siano documentati. Però, ci sono comunque situazioni e persone che non ci piacciono, dalle quali non ci arriva alcuna fiducia. Su De Benedetti, per me indecifrabile, sconosciuto, si può fare riferimento solo a situazioni particolari illustrate sui giornali, ma per Renzi no, non ci sono dubbi: mi pare un chiacchierone di cui ho apprezzato solo l'auto-riversamento di secchi d'acqua in testa, che però purtroppo non sono serviti a chiarirgli le idee, strutturalmente confuse.

giottin

Gio, 11/01/2018 - 18:21

Avessero protetto solo demaledetti, se sono sinistrati la protezione scatta automaticamente e va avanti fino alla prescrizione!

onurb

Gio, 11/01/2018 - 18:21

La vicenda, al di là dei tanti commenti che si sono letti in questi giorni, è molto istruttiva sul modo in cui viene amministrata la giustizia in Italia. Premesso che è stata commessa un'azione che politicamente, ma non solo, grida vendetta, la nostra magistratura ha archiviato il tutto con una parolina magica: si trattava di una informazione "generica". Il che dimostra che con un'altra parolina magica un altro magistrato, o lo stesso, ti può condannare, specialmente se non gli vai a genio. Inoltre questa stessa magistratura, che in relazione alla custodia del segreto d'ufficio si è sempre dimostrata un colabrodo, in questa circostanza, stranamente ma non troppo, è riuscita a non far trapelare nulla. Il che dimostra che la magistratura usa i media per indirizzare l'opinione pubblica e fa politica, divulgando o occultando i segreti d'ufficio a seconda della loro opportunità politica.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 11/01/2018 - 18:22

Se era il cavaliere era già rinviato a giudizio. Questa si può chiamarla in un solo modo : mafia.

giottin

Gio, 11/01/2018 - 18:24

Concordo al 100% con il commento di tonycar48.

DRAGONI

Gio, 11/01/2018 - 18:26

E' LA DIMOSTRAZIONE LAMPANTE CHE LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI!!

michettone

Gio, 11/01/2018 - 18:27

Lo abbiamo ripetuto per anni ed anni, niente è cambiato! Gli impiegati della P.A., travestiti con le toghe nere e rosse che si vogliano, non rappresentano affatto la GIUSTIZIA del Paese. Noi, abbiamo giacenti ricorsi dal 1995 e perfino la Legge Pinto è disattesa ogni anno che passa! Semplicemente ridicoli! Ogni manifestazione che li riguarda presta il fianco a tutta una serie di opportunismi che fanno spavento! Ricordo quando Fini,Presidente della Camera,fermò la legge che avrebbe dovuto stabilirne le carriere come in tutti gli Stati Civili Democratici! La Vera Vergogna del Mondo, ce l'abbiamo noi in Italia!

nonnoaldo

Gio, 11/01/2018 - 18:30

Guido, Berlusconi paga annualmente centinaia di milioni di tasse al nostro stato... De Benedetti che fa? Pensi a questo e taccia.

Anonimo (non verificato)

ilbarzo

Gio, 11/01/2018 - 18:44

600.000 mila euro di plusvalenza,tutti nelle tasche dell'Ingegnere?

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 11/01/2018 - 18:44

Questo Signore tramite una sua società controllata (Sorgenia SpA)è riuscito ad ottenere una linea di credito di 1,800 miliardi di euro cioè 3.500 miliardi di vecchie lire. Il debito, attraverso sotterfugi vari (legali naturalmente)non è stato ripianato.La sola MPS aveva concesso crediti per 600 milioni, al posto dei soldi ha ricevuto azioni per cui ora detiene una rilevante quota di Sorgenia. Questa si definisce alta finanza e il Signore di cui parliamo vive ossequiato e protetto. Quale soccorrereste tra due barconi che stanno per affondare: quello con 500 "nxxxi" o quello con l'esponente dell'alta finanza?

Anonimo (non verificato)

ferdinando55

Gio, 11/01/2018 - 18:47

Ciò che per il nemico costituisce "insider trading" per l'amico è "fuga di notizie". Così funziona la giustizia nel paese delle banane...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/01/2018 - 18:50

Guido_anche anche che una gonade maschile come te commenti fa sorridere!! Poi il reato di "forde" non mi risulta!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 11/01/2018 - 18:51

Guido_anche che una gonade maschile come te commenti fa sorridere!! Poi il reato di "forde" non mi risulta!

Giorgio5819

Gio, 11/01/2018 - 18:53

L'ennesimo grugnito...

MarcoE

Gio, 11/01/2018 - 18:54

Non credo che la condotta integrante gli estremi del delitto che punisce la fuga di notizie riservate costituisca reato, perché colui che ha diffuso il documento riservato si è limitato a consegnarlo ma senza nulla apportare in più rispetto a quanto ben noto a chi lo ha poi in effetti pubblicato. Condotta, quella sfociata nella consegna, polivalente, anche perché l'agente non era consapevole che la pubblicazione sarebbe stata realizzata in tempi brevi ma non necessariamente brevissimi e comunque non determinati

MarcoE

Gio, 11/01/2018 - 18:54

Non credo che la condotta integrante gli estremi del delitto che punisce la fuga di notizie riservate costituisca reato, perché colui che ha diffuso il documento riservato si è limitato a consegnarlo ma senza nulla apportare in più rispetto a quanto ben noto a chi lo ha poi in effetti pubblicato. Condotta, quella sfociata nella consegna, polivalente, anche perché l'agente non era consapevole che la pubblicazione sarebbe stata realizzata in tempi brevi ma non necessariamente brevissimi e comunque non determinanti

steffen

Gio, 11/01/2018 - 18:58

Perchè Renzi, riesca a far passare un reato, ad una sciocchezza, anzi quasi obbligatoria telefonata?

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Gio, 11/01/2018 - 19:00

E' sempre piu' evidente e indiscutibile,che il PD,sia un'associazione a delinquere in cui:gruppi editoriali,bancari,industriali,energetici,cooperative e persino enti ecclesiastici,hanno trovato rappresentanza per legalizzare operazioni che,senza l'opportuno intervento normativo,avrebbero comportato,per i sudetti,l'arresto immediato.

aldoroma

Gio, 11/01/2018 - 19:04

DUE BIRICHINI......

rossini

Gio, 11/01/2018 - 19:06

Insomma noi cittadini per la Magistratura dobbiamo essere cornuti e mazziati. Cornuti, perché politici come Renzi e finanzieri pescecani come De Benedetti fanno i porci comodi loro, trattando gli affari di Stato come fossero cose private. Mazziati, perché non dobbiamo sapere. E chi cerca di farci sapere DEVE ANDARE IN GALERA.

Anonimo (non verificato)

cicerino

Gio, 11/01/2018 - 19:21

Due teste in cassetta.

blackbird

Gio, 11/01/2018 - 19:24

"Ma allora approveranno il decreto?" mi sa tanto che i fratelli Berlusconi (Silvio e Paolo) finiranno nuovamente nei guai. Che c'entrano? C'entreranno, c'entreranno!

restinga84

Gio, 11/01/2018 - 19:29

@nonnoaldo 11/01 - 18:30. DE BENEDETTI FA IL CONTRARIO DI BERLUSCONI. Berlusconi paga,De Benedetti incassa gratis milioni.Vedi quanto deve alla MPS.Saluti Nonno.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 11/01/2018 - 19:34

Mi scuserà, Cavaliere, ma con quel «se fossi stato io…» non tiene conto di un particolare decisivo in tutte la sue vicende. Se lei fosse stato la tessere n. 1 del PCI o del medesimo dopo vari cambi di pelo, non avrebbe dovuto pagare una cifra enorme, per un accordo di compra vendita accettato, firmato e reso effettivo da venditore tanto tempo prima. Se lei, fosse stato la tessera n. 1 del PCI, o del medesimo dopo le successive mute, col magistrato Grasso presidente del senato, sarebbe rimasto senatore fino allo scioglimento delle camere. Se lei fosse stato la tessera n. 1 del PCI, non avrebbero sghignazzato, quando lei parlava di comunismo, come non sghignazzano oggi di chi paventa l‘«onda nera» che avanza… Eh: l’importanza di essere la tessera n. 1!

Trinky

Gio, 11/01/2018 - 19:39

Guido_..che un PDiota esprima un giudizio è cosa di un paese dei vostri amici clandestini.....ladri e farbutti fino alla fine!

claudioarmc

Gio, 11/01/2018 - 19:45

Guido sorridi e mangiati la lingua il tuo amichetto tessera n°1 Pd è gia stato condannato anche per omicidio plurimo, certro solo in primo grado ma ora che lo sai anche tu ti unirai al grido "FATE PRESTO" perchè non arrivi la prescrizione.

g-perri

Gio, 11/01/2018 - 19:48

In passato, quando Fassino, intercettato, chiese "abbiamo una banca?" i pm poi processarono Berlusconi. Non avranno mica intenzione di fare la stessa cosa adesso riguardo alle informazioni che il bullo ha passato all'ingegnere?

dietelmo

Gio, 11/01/2018 - 20:07

Se insider trading o pro o contro la Magistratura/Consob DEVONO indagare e decidere. Presto!

Perlina

Gio, 11/01/2018 - 20:15

Che banda di criminali.

giovanni235

Gio, 11/01/2018 - 20:17

Quegli stramaledetti pm che hanno rovinato Orsi e gravemente danneggiata Finmeccanica dove sono?Hanno avuto almeno il coraggio di nscondersi nelle fogne? Questi stramaledetti pm rossi,che girano la testa dall'altra parte,hanno almeno il coraggio di sollevare i tombini e rifugiarsi nelle fogne? Perché non vengono pubblicati quasi mai i nomi e indirizzi di questi stramaledetti magistrati,traditori della Costituzione dando modo a qualcuno di fare veramente giustizia?Basterebbero un paio di casi per raddrizzare la schiena a tutti questi bastardi!!!

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 11/01/2018 - 20:18

Da una magistratura corrotta marcia, cosa pretendete, che sia al servizio della giustizia?

Ritratto di pinox

pinox

Gio, 11/01/2018 - 20:21

capito come funzione il sistema di finanziamento PD? ...oltre a questo per i loro interessi si possono permettere di far fallire la banca piu' antica d'italia, di far sparire i loro immobili per far pagare i debiti del loro quotidiano agli italiani, di dare appalti all'expo ai loro amici finanziatori senza gara, di fare leggi ad clan per proteggere i parenti fraudolenti.....tutto alla luce del sole. per la gente comune sono robe da delinquenti ma per la magistratura invece no.

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 11/01/2018 - 20:23

Compagno Guido_, vada alla casa del popolo e chieda per quale reato è stato condannato il Berlusca, si renderà conto, (forse) di aver dimostrato che l'unico neurone del suo piccolo cervello era sconnesso.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 11/01/2018 - 20:58

Sono tutti una manica di bastardi...

Dordolio

Gio, 11/01/2018 - 20:59

Meglio di Pinocchio. Non è importante il crimine, ma chi lo scopre e ne dà notizia. Che sia perseguito e condannato. Sensazionale, a dir poco.

sirio50

Gio, 11/01/2018 - 21:05

Ecco questo e uno dei tanti esempi della sinistra figuratevi se succedeva destra Renzi DE BENEDETTI LI METTINO IN CELLA E BUTTIAMO LE CHIAVI

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 11/01/2018 - 21:18

Andrá a finire come per l'. L'unico ad essere processato é stato il Cav. perché propietario del quotidiano che diede la notizia. Andrá cosí anche stavolta??? Credo di si. Parlano di fuga di notizie, si scandalizzano. Ridicoli ed ipocriti. Al tempo dei processi al Cav. certi giornali appecoronati pubblicavano tutto quello che riguardava le conversazioni telefoniche, anche i pettegolezzi. E ora si scandalizzano pure. Ma che andassero a ramazzare il mare, ipocriti.

Anonimo (non verificato)

cotia

Gio, 11/01/2018 - 21:30

come si fa, ancora oggi, a dare ai magistrati- impiegati statali senza un controllo del loro operato- il potere di interpretare i fatti in modo soggettivo per alcune persone, ovvero quello di applicare le norme inderogabilmente e senza giudizio per altre persone? E' vero che ci sono tre livelli di giudizio , ma quanta gente è stata rovinata per solo sospetto !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 11/01/2018 - 22:36

@ierofante - che domande da balordo che fai.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 11/01/2018 - 23:46

Quà se la ridono. in altri poaesi li avrebbero spremuti come limoni fino a farli uscire dal sedere tutto il maltolto al popolo.

Accademico

Ven, 12/01/2018 - 04:51

Il Tempo è galantuomo. Ho detto tutto.

gianfranco9385

Ven, 12/01/2018 - 05:45

DE BENEDETTI ANDREBBE MESSO IN UN CARCERE DI MASSIMA SICUREZZA GIANFRANCO9385

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Ven, 12/01/2018 - 07:48

Questo dimostra che se avessimo avuto un Capo di Stato eletto avrebbe licenziati in tronco Pm e responsabile della custodia dei faldoni! SME-mo che le figuracce in " Mani Pulite" mentre Radio Scarpa sapeva chi come è perché sottraeva fascicoli segregati?

Duka

Ven, 12/01/2018 - 08:03

E' chiaro fanno tutti parte della stessa banda altrimenti detta CASTA. Si proteggono l'un l'altro perchè tutti fanno parte, appunto, della stessa banda. Nessuno si scordi che da Monti in poi viviamo in regime comunista. Nessuno dei governanti è stato eletto dal popolo NON DIMENTICHIAMOLO- Tutto l'ambaradan fa parte del trucco Napolitano.

flip

Ven, 12/01/2018 - 08:16

nei prossimi mesi è in programma un film. Il titolo è "SONO TORNATO" magari!.....

Mefisto

Ven, 12/01/2018 - 08:30

E come al solito i giudici tossi indagano sulla fuga di notizie e NON sul merito dei fatti. E' come se con una telefonata anonima venisse denunciato un massacro in una casa, e il giudice volesse rintracciare la chiamata, fregandosene di cosa sia successo in quella casa. Oppure quel telefonista che era "sicuro" che l'albergo non fosse finito sotto la valanga perchè aveva parlato col proprietario che si trovava al sud...

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 12/01/2018 - 08:50

non giriamoci attorno una delle peggiori magistrature del pianeta e' corrotta fino al midollo ed e' chiara compare di merende dell'establishment di sinistra, se ci sara un gov di sinistra la cosa andra chiarita una volta per tutte e con decisione!...berlu permettendo..

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 12/01/2018 - 09:08

Si, si, andiamo alle elezioni e vinciamo. Tanto chi comanda in Italia é il partito M.D. ovvero MAGISTRATURA DEMOCRATICA. Sono loro che comandano, che perseguitano, che assolvono. Loro, solo loro. Alla faccia della Legge Uguale per Tutti.Sono loro che devono in primis essere messi in condizione di non più nuocere, con quali mezzi.....non mi é concesso specificare, ognuno pensi quel che vuole e ...zitti altrimenti c'é il gulag che aspetta.

honhil

Ven, 12/01/2018 - 09:16

La tessera numero uno del Pd passa a riscuotere e Renzi gli fa trovare la borsa piena. Ma i pm diversamente abili, come da copione, pur con in mano un poker d’assi che chiamare pistola fumante sarebbe riduttivo, archiviano, in un battibaleno, il duetto tra Renzi e De Benedetti sul gòlgota chiamato insider trading. Raramente, nel corso delle indagini, gli addetti ai lavori si trovano davanti a un J'Accuse del genere. Chissà quanti pm farebbero il patto con il diavolo, pur di aver servito sullo stesso piatto d’argento Berlusconi‽ Eppure, quel poker d’assi è stato cestinato. Con quel che segue. Questa Repubblica non merita più di continuare a vivere. E’ marcia in ogni sua fibra.

nerinaneri

Ven, 12/01/2018 - 09:21

...anche i peggiori pensionati del globo...

Accademico

Ven, 12/01/2018 - 09:22

La differenza con le gesta portate a segno da totò 'u curtu, potrebbe consistere nella diversa eleganza del modus operandi.