Desenzano, baby gang organizza una spedizione punitiva per colpire chi aveva offeso un loro amico

I 14 responsabili dell'azione, italiani e stranieri, hanno tra i 15 e i 19 anni. Avevano organizzato l'azione per punire chi, secondo loro, aveva offeso un loro amico

Avevano organizzato una spedizione punitiva con l'idea di colpire un gruppo di ragazzi coetanei, colpevoli di avere offeso, qualche giorno prima, un loro amico. È accaduto a Desenzano del Garda, in provincia di Brescia, e i fatti risalgono al 13 giugno scorso, quando in pieno giorno la banda di adolescenti aveva aggredito, con calci e schiaffi, altri giovani nel parco Maratona.

Così, in queste ore, gli agenti del commissariato di polizia della località lombarda, con il coordinamento del commissario Bruno Pagani, hanno eseguito 14 ordinanze di custodia cautelare arrestando, su ordine della procura dei minori, un gruppo di giovani tra i 15 e i 19 anni.

I ragazzi, di origine italiana e straniera, sarebbero tutti residenti tra Bagnolo Mella, Manerbio (Brescia) e Cremona. In base alle prime ricostruzioni, altri episodi simili erano stati denunciati sul lungolago, creando un certo allarme tra commercianti e turisti che affollano la località.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mer, 11/09/2019 - 11:56

ecco l'applicazione della cultura delle gang sudamericane evvaiiii!!

Italianocattolico2

Mer, 11/09/2019 - 16:18

Fino a quando i genitori di questi adolescenti prenderanno a legnate ed insulti chiunque si permetta di cercare di educare i loro teneri virgulti criminali e fino a quando la cultura della giungla resterà impunita, questi saranno i risultati. Piccoli boss crescono, si fanno di qualche porcheria (ma sono solo ragazzate...!) affinano la tattica del branco e poi ammazzano qualche disgraziato che gli capita a tiro, magari solo perché non gli ha dato una sigaretta o il telefonino...!!!