Design al refettorio ambrosiano ​L'arte al servizio degli ultimi

La bellezza incontra la solidarietà. In occasione del Fuorisalone il Refettorio Ambrosiano, la mensa della Caritas con sede in piazza Greco a Milano, sarà aperto al pubblico dalle 15 alle 18

La bellezza incontra la solidarietà. In occasione del Fuorisalone il Refettorio Ambrosiano, la mensa della Caritas con sede in piazza Greco a Milano, sarà aperto al pubblico dalle 15 alle 18. Un’occasione per diffondere la cultura della condivisione e del consumo responsabile. Il caposaldo del progetto, nato in occasione di Expo 2015, è il recupero delle eccedenze alimentari in favore dei poveri della città. Col tempo, però, il Refettorio è diventato anche un luogo per portare conforto a chi ha bisogno, per nutrire non solo il corpo ma, soprattutto, lo spirito. Ogni giorno, i novantasei ospiti vengono attesi, ritrovano gli stessi commensali e possono, almeno per un momento, sentirsi parte della grande comunità milanese. La sala da pranzo, luogo di incontro per eccellenza, è impreziosita da tredici tavoli disegnati da altrettanti designer. L’arte si mette al servizio degli ultimi, donando a chi non ha nulla il piacere di condividere il pasto in un luogo non soltanto accogliente, ma anche esteticamente bello. Sedie colorate, spazi ampi e luminosi, opere realizzate da affermati artisti contemporanei contribuiscono a trasmettere bontà e gioia di vivere, ponendo i poveri al centro di un’esperienza che mira a ristabilire le relazioni umane attraverso il potere vivificante della Bellezza. Può il design diventare un mezzo per rilanciare valori sociali, il motore per il riscatto di chi si trova ai margini della società? A sentire i volontari che ogni giorno servono ai tavoli, sembrerebbe proprio di sì. “La Bellezza salverà il mondo”, afferma il principe Miskin nell’Idiota di Dostoevskij. Ma forse, per salvare Milano, basta un po’ di condivisione, solidarietà e un pizzico di fantasia.