Diaz, il celerino chiede scusa e mostra agli allievi poliziotti il film che accusa gli agenti

Gianpaolo Trevisi, direttore della scuola di polizia di Peschiera chiede scusa: "Non voglio dimenticare gli errori di quella notte proprio perché amo la polizia"

Vittorio Agnoletto e Gianpaolo Trevisi davanti alla scuola Diaz

Il poliziotto ci ripensa. Rinfodera, anche metaforicamente, il manganello e chiede scusa per le violenze della scuola Diaz.

Gianpaolo Trevisi, oggi direttore della scuola di polizia di Peschiera e nel 2001 in servizio di ordine pubblico al G8 di Genova, racconta l'esperienza di quei giorni difficili in un lungo post su Facebook.

Insieme ad una foto che lo ritrae con il coordinatore del Genoa Social Forum Vittorio Agnoletto, Trevisi commenta la sentenza della Corte Europea, che ha definito come "tortura" il blitz della polizia alla scuola Diaz: "Anche per la Polizia, come per noi tutti essere umani, valga il fatto che si possa crescere, migliorare e cambiare proprio riconoscendo i gravi errori".

Ma non finisce qui: Trevisi racconta anche di aver fatto vedere ai 160 allievi della sua scuola il film "Diaz", del 20120. Una pellicola, quella di Andrea Vicari, assai contestata perché, da molti, ritenuta troppo parziale nell'accusare della polizia e reticente nel mostrare le violenze dei manifestanti nei giorni precedenti il blitz della Diaz.

Trevisi spiega così la decisione di mostrare il film agli allievi: "Subito dopo l'ultima scena, i titoli di coda ti stringono il collo, ti lasciano senza fiato e senza parole; rimani in silenzio e immobile sulla poltrona, ben sapendo che, nella maggior parte dei film o delle serie televisive, grazie alle quali molti amano la Polizia, è quasi tutto inventato e nell'unico, forse, unico film che ci distrugge è tutto drammaticamente vero, in quanto basato su fatti processualmente verificati."

Un pentimento in piena regola, condensato in una parola, rivolto agli occupanti della Diaz: "scusate". Sotto il messaggio, i messaggi si dividono tra le attestazioni di stima e le proteste di chi scrive "questa è ipocrisia, ricordiamo le tragedie che colpiscono la polizia". Moltissimi, soprattutto tra i poliziotti, chiedono insomma di non dimenticare il "contesto" in cui si situava la retata alla Diaz.

Commenti
Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 13/04/2015 - 16:15

Situazione interessante. Ma ne vorrei approfittare per segnalare alla redazione web il fatto che sono stati rubati da qualcuno tutti gli articoli relativi alla situazione politica in FI / PDL. Che fine hanno fatto? O il CDX è ormai talmente disastrato e marginale che le sue sorti hanno smesso di interessare persino le pagine dell'organo ufficiale della destra?

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 13/04/2015 - 16:25

bravo Trevisi: la Verità esiste, se una persona è onesta....

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Lun, 13/04/2015 - 16:37

Allora c'è ancora qualche poliziotto che ama la giustizia

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Lun, 13/04/2015 - 16:57

....salrandazzo commenti l'articolo ed eviti di essere superficialmente demenziale ....il fatto che l'ipocrisia sia diventata una cosa normale ne è la dimostrazione le dichiarazioni del SIg.Trevisi in quanto la polizia in quel contesto avrà avuto un eccesso ma i dimostranti hanno fatto sicuramente molto di peggio......se contesti e/o dimostri in modo pacifico e non ti aggreghi ai facinorosi sicuramente nulla hai da temere da parte della polizia........

Giacinto49

Lun, 13/04/2015 - 17:08

Probabilmente inadatto al ruolo che occupa è sicuramente destinato, visti i tempi che corrono, ad una carriera "luminosa". Auguro ogni bene ai figli, se ne ha, ma la vedo dura.

Paolo Sanantonio

Lun, 13/04/2015 - 17:08

Giustissimo mostrare quel film,ma senza la visione anche dei TG dei giorni precedenti agli scontri con centri sociali che si addestravano alla guerriglia contro il nemico Polizia,con dichiarazioni di fuoco e promesse di violente distruzioni,e soprattutto senza mostrare le immagini di guerra urbana del giorno degli scontri,il giudizio non può che essere parziale e fazioso. Così non si fa un buon servizo alla verità storica che non sempre coincide con quella giudiziaria.

Ritratto di mirosky

mirosky

Lun, 13/04/2015 - 17:19

bravo Trevisi,chissà cosa ne pensa il provocatore sallusti

linoalo1

Lun, 13/04/2015 - 17:20

Questo Trevisi,doveva fare il Prete e,non certo quello che sta facendo adesso!I Poliziotti,sono,innanzittutto,esseri umani con i nostri stessi sentimenti e con le nostre stesse reazioni!E voi,Detrattori,al loro posto come vi sareste comportati?Ovviamente,stando comodamente sprofondati in una Poltrona,la risposta non può che essere di condanna!Loro,invece,i Poliziotti,erano sul Campo di Battaglia per cercare di difendere tutti noi Italiani,anche i possibili detrattori!Sono stati esagerati in un senso?Perchè,forse,dovevano lasciarsi malmenare od uccidere,per fare contenti i Cattivi?Mi sembra tanto che si siano solo difesi,reagendo alla incredibile violenza dei manifestanti!Se,questi Barbari Manifestanti,fossero rimasti a casa,non sarebbe successo nulla!Quindi,chi vuole il suo mal pianga sé stesso!In quanto al Trevisi,è meglio che vada a fare il Missionario in Congo!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 13/04/2015 - 17:36

Tanto di cappello al Sig. Trevisi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/04/2015 - 17:49

Questo trevisi punta ad un avanzamento di carriera, un posto in Parlamento forse gli sarebbe gradito.

Pinozzo

Lun, 13/04/2015 - 18:05

Costui e' un esempio e fa onore al 95% dei poliziotti, gente onesta che non picchierebbe mai un innocente indifeso. Gli unici a non aver capito la distinzione tra i black block e i poveracci della diaz torturati ingiustamente sono salvini, sallusti e i bananiotes piu' acerrimi (che infatti qui tacciono).

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Lun, 13/04/2015 - 18:08

@serramana1964, comunque di articoli sulla situazione FI / PDL / CDX ancora niente..... segno di grande rispetto nei confronti degli elettori di cdx.....

Atlantico

Lun, 13/04/2015 - 18:10

Randazzo ha ragione: da un paio di settimane circa le informazioni sulla situazione interna al cdx sono molto, molto poche. Chi non se n'è accorto è ottuso o ipocrita. Sui fatti del G8 c'è poco da dire, tutti hanno capito tranne quei poveretti che confondono l'operato delle forse dell'ordine alla luce del sole per difendere la collettività da black bloc ( o come si chiamano ) e teppisti assortiti da un'azione notturna, ad un contro persone che dormono, quasi tutte anziani, donne persino e disabili- Mentre i black bloc avevano già tagliato la corda il giorno prima, lo stesso degli scontri. Sembrerebbe facile da capire una cosa del genere, ma non per alcuni mentecatti. Trevisi dimostra di essere una persona per bene che dialoga con la propria coscienza.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 13/04/2015 - 18:21

“Per colpa, ahimè, dei media di centrodestra, si arrivò al summit in un clima di nervosismo totale, di catastrofe imminente, e questo contagiò anche le forze dell'ordine” (Claudio Scajola, allora ministro dell’Interno, spiega la mattanza della Diaz al G8 di Genova nel 2001, La Presse, 9.4). Finalmente svelato l’arcano: i poliziotti lessero il Giornale e Libero, irruppero alla Dia e cominciarono a menare a sangue.

MLADIC

Lun, 13/04/2015 - 18:24

Poverini, colpevoli soltanto di aver messo a ferro e fuoco Genova. Personalmente li avrei pestati in maniera più accurata ed incisiva. Invidio i poliziotti che hanno avuto tale privilegio..

tRHC

Lun, 13/04/2015 - 18:29

trevisi:in barba a tutti i poliziotti che in quel giorno sfioravano la morte ad ogni secondo,per mano degli scalmanati,ma soppratutto in barba a chi ha creduto nelle forze dell'ordine,ammirandone il coraggio,la fatica ma soppratutto il senso di dovere che vi teneva a difendere i cittadini da quei scalmanati piovuti da tutt'europa!!!! Trevisi Braaaavvoooo meriti una medaglia(adesso si)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di kinowa

kinowa

Lun, 13/04/2015 - 18:47

Si avvicina la pensione e vorrò farsi largo a sinistra. Auguri.

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Lun, 13/04/2015 - 19:14

Meno male che Pirlozzo ci ha illuminati su torture e banane. Grazie a microcefali del suo calibro, in Italia va tutto a meraviglia!

roberto78

Lun, 13/04/2015 - 19:17

mi sento in dovere di commentare l'articolo per lodare il comportamento e soprattutto l'amore per la polizia espresso da Trevisi nel non nascondere gli errori, l'omertà e l'abuso di alcuni suoi colleghi. Chi ama veramente la polizia non è colui che grida allo scandalo se si cerca di punire le mele marce, ma al contrario chi si batte perchè queste vengano isolate.

albertzanna

Lun, 13/04/2015 - 19:19

Sa cosa ama lei, Trevisi, la prospettiva che le arriverà, se non gliel'hanno già fatta e garantita, di una bella poltrona imbottita targata PD

albertzanna

Lun, 13/04/2015 - 19:20

@ andrea626390 - ne inventi un'altra, questa l'aveva già usata. Lei fa pena e ribrezzo.

tzilighelta

Lun, 13/04/2015 - 19:21

Euterpe, guarda che alla Diaz non c'era neanche un black block, la polizia si è dovuta inventare prove false per giustificare l'attacco (finti accoltellamenti finte molotov) dopo averli massacrati alla Diaz a bolzaneto li hanno "torturati" c'erano giornalisti di tutto il mondo, medici e ragazzi anche molto giovani, alcuni arrivati a Genova poche ore prima dell'attacco, la loro colpa era quella di essere simpatizzanti no global, contro le banche e i banchieri, più o meno come i bananas di oggi che con venti anni di ritardo sparano minchiate contro l'europa e l'euro. A loro si una padellata in faccia gliela darei volentieri anche io!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 13/04/2015 - 19:23

uno dei tanti che si è arruolato solo per lo stipendio. Codardo! I centri sociali fanno meglio, negano anche all'evidenza. Per fare il poliziotto ci vogliono anche le palle e non pentirsi mai. Io li voglio così, duri, decisivi, determinati,compatti, non pappamolle e paura delle conseguenze. Ecco perchè si dovrebbe sposarsi a 28 anni.La famiglia pesa sulle spalle.I centri sociali non hanno famiglia sono solo figli di......ecco perchè l'hanno sempre ragione.

fiorentinodoc

Lun, 13/04/2015 - 19:52

presto questo signore diventerà onorevole.per quanto riguarda quel giorno alla diaz nulla ha confronto di quello che hanno fatto certi delinguenti dove tutto era permesso

terminverpier

Lun, 13/04/2015 - 20:26

dopo aver messo a ferro e fuoco la città e terrorizzato gli abitanti evidentemente si aspettavano i complimenti ed invece hanno avuto qualche manganellata...peccato che era finito e introvabile l'olio di ricino, fosse successo in germania neppure se ne sarebbe parlato.

Totonno58

Lun, 13/04/2015 - 21:11

BRAVO TREVISI, tanto di cappello!Bisogna aggiungere che l'iniziativa di proiettare il film "Diaz" è già di un paio d'anni fa in varie redazioni di giornali, quando è stato mostrato più volte ad un pubblico che comprendeva, volta per volta, alcuni poliziotti ed alcuni manifestanti, tutti presenti nella Scuola Diaz....furono eventi peini di lacrime, conati di vomito, abbracci disperati...e purtroppo c'è ancora chi si mette a fare dell'ironia... Io "Diaz"non l'ho visto per intero, è violento e, ammetto, anche fazioso ma le scene girate dal vero sono la chiave di tutto....continuo

Ritratto di pediculus

pediculus

Lun, 13/04/2015 - 21:11

Conoscendo il personaggio e a grandi linee il suo profilo di carriera, non mi meraviglia che il sig. Trevisi abbia parole di comprensione e giustificazione per i fanatici devastatori del G8. Tutta gente anarcoide e chiaramente di sinistra come lo è lui. Basta leggersi alcuni suoi scritti pubblicati su "l'Arena " di Verona all'epoca in cui prestava servizio in quella Questura. Articoli elogiati dall'allora PDS. E'un poliziotto che, dati i tempi, farà carriera !

killkoms

Lun, 13/04/2015 - 21:13

ipocrita come l'altro ipocrita assessore a rom..!

killkoms

Lun, 13/04/2015 - 21:17

@tziligheta,da buon compagno sei"diversamente intelligente"!

Totonno58

Lun, 13/04/2015 - 21:18

...una scena su tutte, girata al momento dell'irruzione dai cellulari e dalle telecamere dei giovani che erano nella Diaz...lì tanti implorano/intimano ai poliziotti di fermarsi, perchè "il mondo li sta guardando"e fa impressione rivedere in presa diretta i poliziotti entrare imperterriti (sicuramente sotto l'effetto di qualche additivo) e fare quello che TUTTI sappiamo...quando si rientra nella dimensione "film", nelle scene che mostrano le violenze, si capisce che lì ci fu una grande spaccatura tra i poliziotti, che c'era chi non sapeva cosa andava a commettere (ci furono testimonianze di botte da orbi tra di loro) e che qualcuno disertò ed addirittura aiutò i ragazzi a nascondere le telecamere per conservare le prove di quelle mostruosità...W TREVISI...De Gennaro,ancora dici in giro che eri "solo il capo della polizia"?!?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 13/04/2015 - 22:22

Tzilighelta, devo dedurre che tu sei favorevole alle banche e ai banchieri?

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 14/04/2015 - 07:56

Già deputato pd.

tzilighelta

Mar, 14/04/2015 - 08:36

Killkoms, compagno sarai tu e tuo nonno! Euterpe, no, ma è fastidioso sentire i lamenti di chi per anni è rimasto indifferente e adesso raglia alla luna!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 14/04/2015 - 10:12

Il sistematico tentativo di depistaggio sul caso Diaz da parte, non solo, dei commentatori su queste pagine, ma anche di personalità del mondo della politica e del giornalismo contribuisce ad offrire un quadro esauriente sulle conclusioni da trarre. Si continuano a ribadire, a sproposito, gli atti di teppismo compiuti dai black block per evitare di discutere in merito a quanto avvenuto all'interno della scuola, all'evento circoscritto, ma tutto ciò ottiene il solo risultato di farvi apparire ottusi senza fornire alcuna valida giustificazione al brutale pestaggio di persone che non rappresentavano un pericolo.

Totonno58

Mar, 14/04/2015 - 10:42

Dreamer_66...non preoccuparti, Dreamer, il tentativo è fallito per sempre..ed a parte Scajola (che ha avuto un prevedibile sconto) e De Gennaro (purtroppo è un uomo che porta tanti voti al PD e Renzi ha scelto di non toccarlo...), tanti colpevoli sono stati messi in condizione di non nuocere, la UE ha "costretto"la nostra politica ad occuparsi del reato di tortura...insomma, il sangue versato senza alcun motivo alla Diaz non è stato vano..e NON DIMENTICHIAMOCI CHE A BREVE CI SARA' UNA UOVA SENTENZA DELLA CORTE EUROPEA SU BOLZANETO...CHISSA'CHE NON CI SIA DA GODERE UN ALTRO PO'!!...De Gennaro, continui a dormire tranquillo?!?:)

Pa75

Mer, 15/04/2015 - 10:30

Ragionamento di molti qui dentro: dei Black Block hanno devastato Genova, quindi è giusto massacrare uomini e donne innocenti. Devo ancora capire se queste persone sono sadiche, mentecatte o un elegante mix delle due cose.

killkoms

Mer, 15/04/2015 - 22:46

@tziligheta,mio nonno ha fatto la marcia su roma(per la cronaca)!