Diciotti, il pressing della Farnesina su Bruxelles

L'Europa finora non è riuscita a trovare la quadra per la suddivisione dei 177 migranti che sono a bordo della Diciotti nel porto di Catania

L'Europa finora non è riuscita a trovare la quadra per la suddivisione dei 177 migranti che sono a bordo della Diciotti nel porto di Catania. La situazione questa volta è abbastanza delicata. Il governo e soprattutto il Viminale ha detto "no" allo sbarco senza aver ricevuto una risposta chiara dall'Ue proprio sulla redistribuzione dei migranti salvati in acque maltesi dalla Guardia Costiera. Il ministro degli Interni su questo punto è stato chiarissimo: "Prima di parlare della Diciotti l'ue deve fornire spiegazioni sui 450 migranti sbarcati a Pozzallo a luglio e che di fatto sono rimasti in Italia. Solo la Francia ha aperto le porte a 47 migranti".

Parole di fuoco che accendono la battaglia diplomatica che si sta combattendo tra Roma e Bruxelles. Dietro le quinte il più attivo su questo fronte è ministro degli Esteri Moavero. La Farnesina di fatto avrebbe avviato dei contatti per cercare di trovare una soluzione. E una fonte diplomatica ha rivelato all'HuffPost che il caso Diciotti questa volta potrebbe avere conseguenze diverse rispetto all'ultima volta: "Le parole contano se seguite dai fatti, altrimenti è una presa in giro, che neanche il più disposto al dialogo può tollerare". Insomma l'Europa e gli Stati che pormettono accoglienza devono poi mantenere la parola data altrimenti si rischia un incidente diplomatico. Il caso dei migranti sbarcati a Pozzallo e poi rimasti in Italia ne è la prova. La partita dunque si gioca su due binari. Uno quello del Viminale che fa muro tenendo la Diciotti nel porto, l'altro invece porta alla mediazione e ai contatti con le cancellerie europee per ridistribuire i migranti. Un vero e proprio pressing della Farnesina che finora non ha però dato risultati concreti.

Commenti
Ritratto di italiota

italiota

Mer, 22/08/2018 - 10:01

quando la maggioranza degli italiani capiranno che quelli della UE ci stanno prendendo per i fondelli ...sarà comunque sempre troppo tardi

ted

Mer, 22/08/2018 - 10:04

Ma "distribuiteli" in Libia che è meglio!!!"Chi fà da sè far per tre !!!" ...ed ancor più per 28!!!

DRAGONI

Mer, 22/08/2018 - 10:17

E' UNA MERCE CHE NON TROVA ACQUIRENTI IN EUROPA!INSISTERE NEL DISTRIBUIRLA E' DIABOLICO!BLOCCO NAVALE DA PARTE DELLA MARINA MILITARE ITALIANA E RUSPA ALL'INTERNO CON L'IMPIEGO DELL'ESERCITO E DELLE FORZE DELL'ORDINE SONO LE SOLUZIONI !!!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 22/08/2018 - 10:58

Onefirsttwo dice : Distribuirli ? STOP Ah Ah Ah , mi vien da ridere ! STOP Ma perché mi vien da ridere ? STOP Perché è una cosa da matti ! STOP Ah Ah Ah , mi vien da ridere ! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 22/08/2018 - 11:14

Onefirsttwo dice : Distribuirli ? STOP Allora volete chiudere il cerchio ? STOP Ah ah ah , come mi viene da ridere ! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 22/08/2018 - 11:25

Onefirsttwo dice : Distribuirli ? STOP Ma non è che al prossimo Consiglio Europeo andrà a finire a pedate nel sedere ? STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .