Disegni sul sesso ai bambini: lezione choc alle elementari

Polemica alla scuola elementare Sant'Agnese di Strada Vaciglio a Modena per i disegni sul sesso. La denuncia di un genitore: "Mio figlio di dieci anni mi ha chiesto se faccio le stesse cose con la mamma"

Lunedì sera alcuni genitori di Modena devo essersi sentiti particolarmente a disagio quando i loro bimbi di 10 anni gli hanno rivolto la fatidica domanda su come si concepisce un figlio. O meglio, su come si fa sesso.

Già, perché secondo quanto riporta la Gazzetta di Modena, i bambini avrebbero ricevuto a scuola una lezione di educazione sessuale che ha scatenato non poche polemiche. Al centro dell'attenzione è la scuola elementare Sant'Agnese di Strada Vaciglio, dove agli alunni di quinta elementari sarebbe stato distribuito un materiale inerente il sesso a dir poco esplicito. I disegni consegnati ai bimbi sono molto chiari, con un uomo e una donna nudi abbracciati: "Si vedono un uomo e una donna nudi e abbracciati" - scrive la Gazzetta di Modena - e il testo "spiega il concetto di “amarsi”: «Quando una donna e un uomo scoprono di piacersi - si legge - desiderano stare insieme, parlano, giocano, fanno passeggiate e vanno al cinema. Talvolta sentono molto forte il bisogno di ricevere e dare tenerezza»".

Il resto del testo non è da meno. I genitori "si baciano e si accarezzano per tutto il corpo, esprimono con parole affettuose l’amore che provano. Allora il pene dell’uomo diventa grande e duro e la vagina della donna si inumidisce: per tutti e due è molto bello quando la donna fa penetrare il pene rigido dell’uomo nella sua vagina. I due lo fanno muovere avanti e indietro nella vagina e provano un piacere intenso. Sussurrano, ridono felici: sono i rumori che forse qualche volta hai sentito provenire dalla camera di mamma e papà".

Il materiale didattico continua spiegando dettagliatamente cosa è un orgasmo. "Mio figlio di dieci anni - ha detto al quotidiano locale Franco Piacentini, presidente dell’associazione Familiari e Vittime della Strada - è tornato a casa molto incuriosito, dicendo che in classe si era parlato di questi temi e chiedendomi se faccio le stesse cose con la mamma".

Commenti
Ritratto di unononacaso

unononacaso

Mer, 07/06/2017 - 14:21

Secondo me i bambini in questione semplicemente non hanno l'età giusta per il testo adottato. Si può parlare di sesso senza scendere troppo nei particolari? E che ne pensano, bontà loro, i tanto sbandierati diritti dei LGBT e soci? Ma non dovevano insgnare la teoria gender... ah già, che poi si fa confusione.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 07/06/2017 - 14:37

se le maestre (?) in questione insegnassero bene la grammatica e la matematica, eviterebbero di rubare lo stipendio

chebarba

Mer, 07/06/2017 - 14:47

cè modo e modo di spieare e tempi diveris, io non capisco certi pseudo adulti, insegnati e genitori, talemte plagiati dalle loro ideologie progressiste o vetero radical chic, nel campo dell'educazione come della salute, e sono degli rirresponsabili.m Perchè non lasciano i bambini essere bambini, se ne infischiano dei sentimenti e delle esigenze dei bambini, ne calpestano la dignità in tutti i modi, non li lasciano essere bambinimettendoli in situazioni non adatte e per le quali non sono ancora maturi e poi si stracciano le vesti se sono preda del blue whale, se mettono contenuti erotici nelle chat a 11 anni, se bevono, si drogano o si suicidano, se fanno atti devianti, o non hanno la bencheè minima cultura, forza o struttura interiore, ma chi gliela da la forza a queste povere creature? certo non coloro che li circondano.

chebarba

Mer, 07/06/2017 - 14:50

Francamente il testo poi è davvero triste, patetico e pririginoso, sembra fatto apposta per spingere i figli a fare i guardoni di mamma e papà e non oso immaginare le immagini ..... qui non è morta l'idea dell'istruzione e della formazione ma è morto e sepolto il buon senso, il senso dell'opprtunità e anche il buongusto, infimo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 07/06/2017 - 15:06

L'educazione sessuale va bene, ma se il testo è di quel tenore forse è un po' troppo esplicito soprattutto se non supportato da una spiegazione graduale dei vari aspetti. Entrare sulle dinamiche fisiche e parlare anche dei mugolii emessi da chi compie l'atto mi sembra fuori luogo.

donzaucker

Mer, 07/06/2017 - 15:35

Avete ragione. é uno scandalo. E' molto meglio che l'argomento non venga affrontato e che i ragazzi scoprano come funziona da soli a 12 anni guardando giornali pornografici e poi facendo pratica nei bagni della scuola. La denuncia del genitore il cui figlio gli ha chiesto se lui fa le stesse cose con la mamma? La risposta é sì, lui fa le stesse cose con la mamma perché non è una cosa sporca ed è normale che due persone che si amano lo facciano.

Pclaudio

Mer, 07/06/2017 - 15:53

Che bello, il nuovo apice dello statalismo orwelliano. Ora educhiamo i bimbi delle elementari a guardare allo stato come somministratore della dose quotidiana di pornografia prescritta a norma di legge. C'è qualche altro bisogno naturale di cui i nostri governanti vogliano arrogarsi l'esclusiva? Abbiamo appena sdoganato i trattamenti sanitari obbligatori con la scusa del complottismo anti-vaccinale, perciò immagino arriveremo presto ad altre vette di progresso sociale sotto forma, chessò, di eutanasia prescritta per legge. Ringrazio Iddio di aver fatto armi e bagagli ed essermi trasferito, moglie e figli a seguito, in Giappone. Non sarà un paradiso di libertarismo, ma almeno siamo ancora al rispetto della dignità umana e al riconoscimento della potestà genitoriale...

hornblower

Mer, 07/06/2017 - 16:06

@donzaucker - ecco bravo a 12 anni!!! Probabilmente non ci arrivi a capirlo, ma tra 10 e 12 anni c'è molto di più del 20%, c'è un abisso formativo, in termini fisiologici e psicologici, tali per cui è 12 anni l'età giusta per iniziare l'educazione sessuale.

ziobeppe1951

Mer, 07/06/2017 - 16:15

donzaucker...15.35...anche l'istinto che vi è negli animali, li spinge a procrearsi..senza guardare i giornali pornografici...tu, continua a smanettare

i-taglianibravagente

Mer, 07/06/2017 - 16:22

Lasciare il compito dell'educazione, soprattutto quella sessuale, a persone di orientamento radical-dem e' una cosa che non sta ne' in cielo ne' in terra. Se non stuprano l'infanzia e non la imbrattano del loro lerciume non sono soddisfatti. Siamo noi gli arretrati e i medievali...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/06/2017 - 17:00

Ogni cosa a suo tempo. Troppo presto per cose molto più grandi loro.

Renee59

Mer, 07/06/2017 - 17:16

É uno schifo. A 10 anni i bimbi devono vivere la loro spensieratezza. Non gli insegnate i guai che comporta il sesso, soprattutto oggigiorno, con questo schifo di società che viviamo?

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 07/06/2017 - 17:59

Perché deve essere materia d'insegnamento quello che la natura insegna durante la vita? Non mi risulta che nel mondo animale, di cui l'uomo fa parte, gli adulti insegnino ai cuccioli come procreare. Che gli insegnanti si impegnino ad insegnare le materie per le quali sono state assunte! Se, poi, ci sono insegnanti assunti ad hoc vuol dire che stiamo anche sprecando danaro pubblico.

PerQuelCheServe

Mer, 07/06/2017 - 18:11

Ho riletto l'articolo e i commenti, anche a favore. Niente, non riesco a convincermi che sia una cosa utile a questa età. Ha un senso alle medie, perché accompagna i cambiamenti del corpo che i ragazzi sperimentano; parlare di sesso in modo specifico prima dei 12-13 anni, secondo me, può sembrare una cosa intelligente solo a chi ha bisogno di queste fregnacce per sentirsi "progressista".

Massimo Bocci

Mer, 07/06/2017 - 18:12

Non facciamo le solite figure ??? Da provinciali Italioti, come ha detto e predicano i PD, la buona scuola e in questa ci sono anche le centinaia di migliaia (i milioni di clandestini African pipol) a cui queste cose e non sui disegnini ma dal vero in presa diretta le hanno fatte e provate sulla loro pelle, dunque mettete che in vostro infante al parco pubblico con la canna, gli vogliono fare la festa (di come quelle che fanno nelle sacristie del Bergoglio) e allora l'infate a chi si raccomanda??? Solo Allora si apprezza l'utilità della buona scuola, l'infante rimembra il disegnino e passa l'esame a pieni voti, cosa vuol dire aver studiato alle case del popolo, di peggio non ti potrà mai capitare!!!!

Michele G.

Mer, 07/06/2017 - 18:13

Questo è un'altro "regalo" dell'Unione Europea!! Se fossimo in un Paese civile, dovremmo avere la libertà di scegliere dove inviare i nostri figli a scuola in modo tale da evitare queste situazioni sgradevoli. Lo Stato dovrebbe garantire pari opportunità di trattamento economico tra una scuola pubblica ed una privata; in questo modo anche i meno abbienti potrebbero accedere a scuole con programmi di qualità evitando di subire le inefficienze pubbliche, i programmi deliranti dei ben pensanti di Bruxelles, senza avere voce in capitolo nella scelta degli insegnanti (soprattutto di quelli che dovrebbero "insegnare" ai nostri figli l'educazione sessuale!!!) ecc. Dico questo perché, purtroppo, chi non può permettersi di mandare i figli in una scuola privata è costretto a fare i conti con questo genere di cose!!

lonesomewolf

Mer, 07/06/2017 - 18:25

Tra i 12 e 13 anni un bambino ha le sue prime pulsioni sessuali ed e' a quell'eta' che va spiegata-in maniera ocrretta e opportuna- l'educazione sessuale. Non prima, altrimenti si creerebbero turbe difficili da recuperare.

titina

Mer, 07/06/2017 - 18:31

concordo con Leonida55.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 07/06/2017 - 18:55

@donzaucker; evviva abbiamo un altro pdiota fra di noi!!!

lonesomewolf

Mer, 07/06/2017 - 18:56

manca il mio commento al servizio

zen39

Mer, 07/06/2017 - 19:00

Sarebbe il caso di controllare se in giro nella scuola si nasconde qualche pedofilo. Le studiano tutte con la scusa che si tratta di educazione, a loro favore ovviamente.

cir

Mer, 07/06/2017 - 19:01

sarebbe ora che qualche genitore impartisse una lezione alle insegnanti.

Divoll

Mer, 07/06/2017 - 20:45

Vogliono per forza snaturare l'infanzia. Non e' compito della scuola affrontare certi temi coi bambini, come su una catena di montaggio. E' compito, semmai, dei genitori, quando ritengono che sia giunto il momento giusto, in base alla maturita' del figlio o della figlia. Giu' le mani dai bambini!

Una-mattina-mi-...

Mer, 07/06/2017 - 22:33

SE CONSEGNAVANO DISEGNI SUL CERVELLO DELLE MAESTRE LA LEZIONE FINIVA SUBITO, PER MANCANZA DI ARGOMENTI

baronemanfredri...

Gio, 08/06/2017 - 08:14

ORMAI LA SCUOLA ITALIANA DELLA DOTT.SSA FEDELI E' PEGGIO DELLA CLOACA MASSIMA. NON DICE NULLA IL GIORNALE AVVENIRE? NON DICE NIENTE LA CEI? SILENZIO DEL COMPAGNO BERGOGLIO? I CATTOLICI DELLA SINISTRA? COME SI IMMAGINA UNA NAZIONE ORMAI ALLA DECADENZA. FORSE E' MEGLIO CHE TUTTE REGIONI D'ITALIA SI STACCANO E CREANO UNA NAZIONE SINGOLA. ORMAI NON BISOGNA PIU' CREDERE AI GOVERNANTI CATTOLICI TIPO MATTARELLA O ALTRI

baronemanfredri...

Gio, 08/06/2017 - 08:15

QUI NON SI TRATTA DI GIORNALI PORNOGRAFICI, MA LA SCUOLA NON PUO' DIVENTARE UNA MAESTRA CHE INSEGNA UNA LEZIONE, MA E' UNA MAESTRA POLITICIZZATA DI SINISTRA. E' SOLO POLITICA DI SINISTRA ANNI '70

chebarba

Gio, 08/06/2017 - 09:01

ribadisco un testo misero e pruriginoso he non ha nulla di educativo, l'educazione sessuale pur necessaria non è questa e non a questa età, per evitare che i ragazzi scoprano il sesso a 12 anni nei bagni, o mettano oscenità sui telefoni i primi ad educare e parlare intimamente con i figli a tu per tu con i tempi giusti e esigenze individuali siamo noi genitori, genitori e scuola dovrebbero preoccuparsi prima di educazione sentimentale e poi sessuale, per non dire educazione in generale.

FRATERRA

Gio, 08/06/2017 - 09:04

L'altro giorno in una scuola elementare hanno simulato un matrimonio gay,adesso illustrano rapporti sessuali. Ma quando queste " lezioni" non c'erano e non c'era neanche la scuola;non mi sembra che eravamo proprio ignoranti in materia.

emigrante

Gio, 08/06/2017 - 10:02

Poi ci si meraviglia se a 12 anni vengono concepite nuove vite nei cessi della Scuola! Vergogna! Sodoma e Gomorra erano niente, nei confronti di questa rivoltante "civiltà" che ci viene imposta!

zen39

Gio, 08/06/2017 - 17:27

Come si spiega che perfino nelle scuole elementari religiose in occasione delle recite il personale della scuola pretende di vestire direttamente i bambini in luogo dei genitori che "devono restare a casa". Prima della vestizione c'è la spogliazione che viene effettuata maschi e femmine contemporaneamente. Non siamo alla spiaggia, allora dove si vuole arrivare ? Che tipo di insegnamento ne deriva ? Perchè questa spogliazione/vestizione la vuole fare a tutti i costi la scuola con vestiti che comunque vengono forniti dai genitori ? Sarò esagerato e forse malpensante, ma con i tempi che corrono la cosa non mi è molto chiara.

Ritratto di andreii93

andreii93

Mer, 14/06/2017 - 14:46

Guardiamo le cose in positive: almeno il rapporto descritto era tra un uomo e una donna. Di questi tempi non è più scontato neanche questo hehe