Divise logore, i poliziotti con i pantaloni da cavallo

Le tristi condizioni in cui sono costretti a lavorare gli uomini della Polizia di Stato. Divise logore, pantaloni da equitazione, mancanza di strumenti e accessori. Fondine che si spaccano. Il sindacato corre ai ripari per Natale

Con quello che è accaduto a Trieste in questi giorni, con i due poliziotti Pierluigi Rotta di anni 34 e Matteo Demenego di anni 31, finiti morti ammazzati da un domenicano nel palazzo della questura, mancavano queste notizie a far capire lo scenario in cui le forze dell’ordine sono costrette a lavorare. Poliziotti dimenticati. Uomini della polizia di Stato abbandonati. Poliziotti sempre più ridotti a svolgere il proprio lavoro in condizioni pietose.

Accade a Venezia e non solo, dove gli uomini della Polizia di Stato sono costretti a dover ricorrere al sarto per farsi fare le divise. Nel vero senso della parola. I pantaloni forniti ai poliziotti con gli anni, ovviamente, diventano logori. Non essendo sostituiti da chi dovrebbe provvedere gli agenti cosa fanno. Vanno al negozio di abbigliamento e accessori sportivi Decathlon, comprano i pantaloni da cavallo, quelli da equitazione, poi staccano dalla divisa ormai logora le strisce di cremisi e vanno da un sarto, magari cinese per spendere poco, che le riattacca sui pantaloni appena comprati.

E voilà, divisa pronta. Nessuno mai si sognerebbe di pensare, vedendo un poliziotto, che anziché indossare i pantaloni della divisa, ne indossi un paio per andare a cavallo. Questo costa ai poliziotti di media 35 euro. Venticinque per i pantaloni, 10 per il sarto Made in China, o 30 se sei fortunato e puoi permetterti un sarto italiano. Per i più privilegiati invece, ci sta anche una ditta apposita che fa calzature da equitazione, dove un pantalone costa 90 euro.

Non solo. Oltre ai pantaloni mancano anche i cappellini. Molte volte comprano quelli normali da baseball, dello stesso colore della Polizia di Stato e ci attaccano lo stemma. Comprano di tasca propria anche le magliette polo o quelle da mettere sotto per avere più caldo d’inverno.

Idem per le torce. E per le fondine, quelle resistenti, quelle che dinanzi a uno stratto, come è accaduto a Trieste, non dovrebbero rompersi. “Una fondina di polimeri – spiega una fonte al Giornale.it - una plastica indistruttibile. Noi invece veniamo riforniti di quelle in plastica normale perché costano meno. Se uno vuole deve andarsele a comprare e una costa 60 euro”.

Insomma, quando è notte alla fine uno, a comprarsi tutto, si mangia lo stipendio. Stipendi che non sono poi così alti, dato che di media un agente alle “prime armi” prende, lordi, 1500 euro al mese, esclusi gli straordinari e le altre indennità accessorie pagate dopo anni. Diciottomila euro l’anno, calcolati su dodici mensilità, a cui bisogna sottrarre la quota Inps, il Fondo Credito, e la ritenuta IRPEF per calcolare il netto. Alla fine siamo intorno ai 1.100 - 1.200 euro al mese, stipendio che aumenterà con l’avanzamento di carriera e con gli scatti di servizio.

Così il sindacato Fsp polizia di Stato come ogni anno, ai colleghi fa scegliere il Regalo di Natale. Dove tra i regali, tolto il primo, ci sono proprio gli accessori, le calzature e gli strumenti che servono per il lavoro. “Il sindacato - si legge nella lettera recapitata a ogni iscritto - propone ai propri iscritti in regola con l’iscrizione per l’anno 2020, una possibilità di scelta per il “proprio” regalo natalizio. Basterà scegliere il regalo “preferito” e attendere... che arrivi Babbo Natale!”. E così: kit invernale per affrontare il grande freddo contenente berretto Watch Cap in lana e scalda collo marchiati Polizia; porta placca in pelle con catenella e da cintura; borsetto imbottito in cordura di colore blu per cinturone tattico della nuova divisa operativa; pila Sbb a led 100 lumen a tre funzioni: alta, bassa intensità e strobo;
 perfino il coltello miltec con infrangi vetro e taglia cinture di sicurezza, sideclip; fascia elasticizzata porta pistola, manette e caricatori da indossare in abiti civili;
 una polo operativa estiva in tessuto tecnico con portapenne e un berretto operativo tipo baseball regolabile. Ecco. E dalla Polizia di Stato, questo è quanto.

Commenti

Divoll

Mer, 09/10/2019 - 16:37

Che tristezza. Che rabbia...

lorenzovan

Mer, 09/10/2019 - 17:21

e tutto questo nei due mesi del governo giallorosso ???

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/10/2019 - 18:20

Da rabbrividire. Manco fossero in korea del nord. Anzi,forse già ci siamo,visto i decenni di governi kattokomunisti.

Anticomunista75

Mer, 09/10/2019 - 18:26

li stanno disarmando scientificamente...sono arrivati al punto di farli girare quasi in mutande. Pazzesco.

scorpione2

Mer, 09/10/2019 - 18:30

il pensiero di rubio e' questo, aiutare le forze dell'ordine ad essere al servizio dei cittadini e non tagliare loro fondi, aiutarli AD ESSERE EROI da vivi.

Anonimo51

Mer, 09/10/2019 - 18:55

Che vergogna, mi domando se le istituzioni leggono queste notizie. E se le leggono, perche' non prendono provvedimenti? In certi casi sono piu' edificanti meno dichiarazioni fumose e piu' interventi concreti. In primis il ns presidente del consiglio.

Ritratto di SENIOR_84

SENIOR_84

Mer, 09/10/2019 - 22:49

No, lorenzovan, il governo giallorosso non c'entra. C'entrano invece i KO-MU-NI-STI quando hanno governato direttamente o indirettamente e hanno sempre dato addosso a militari, carabinieri, forze di polizia eccetera eccetera, riducendoci dal '68 in poi a questo, un po' alla volta. Ecco il risultato di 51 anni di KO-MU-NI-STI.

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 10/10/2019 - 00:57

Calma, prima dobbiamo comprare i pantaloni (e tutto il resto) per gli africani.