Due appunti e qualche critica sull'omicidio stradale

Benissimo, adesso abbiamo anche l'omicidio stradale

Benissimo, adesso abbiamo anche l'omicidio stradale. La legge è passata ed entra in vigore. Se in auto metti sotto un passante o un ciclista sono cavoli tuoi. Cavoli acidi. Infatti, per prima cosa ti sottopongono all'esame cosiddetto del palloncino. E se il risultato dimostra che hai bevuto una birra, uno spritz o un calice di vino sei fottuto. Ti rifilano una condanna pazzesca: 5 o 10 anni di galera, dipende se hai ferito o ucciso il disgraziato che ti è finito sotto le ruote. La legge ora equipara l'incidente di strada all'uxoricidio.Anzi. Se ammazzi la moglie a coltellate e poi ti penti e collabori con la giustizia, confessi e piangi in aula, te la cavi con poco: qualche annetto, poca roba, mitigata dalla (...)(...) buona condotta e dalla ex Cirielli; poi sei libero e hai speso di meno rispetto al divorzio. Ma se in auto travolgi un cretino che incautamente attraversa una via del centro e lo stecchisci, trascorrerai metà della vita in galera. Se inoltre sarà accertato che al momento del sinistro avevi in corpo una dose sia pur minima di alcol, addio libertà: rischi qualcosa di simile all'ergastolo. Una mostruosità.Intendiamoci, già con le vecchie norme l'omicidio stradale era severamente punito. Che bisogno c'era di inasprire ulteriormente le pene? Mistero. Capisco che un pirata, cioè colui che provoca un disastro mortale e non si premura di soccorrere la vittima, sia perseguito con rigore e condannato in modo esemplare, ma se è un poveraccio ad aver travolto un pedone (e si è fermato nel tentativo di limitare i danni, magari chiamando la Croce rossa) non vi è necessità di fargli trascorrere il resto dell'esistenza in prigione.Qui è il legislatore a essere fuori di testa e non il guidatore sfortunato di un mezzo di trasporto, per quanto abbia bevuto un bicchiere. Da quando in qua un sorso di bianco o similari azzera la capacità di guidare con attenzione? Mettiamo pure che una minima dose di alcol annebbi il cervello di chi è al volante. Diamolo pure per scontato, anche se non lo è. Perché solamente l'automobilista e il camionista brilli devono sostenere il test alcolico? Come mai altri cittadini che esercitano professioni delicate sono esclusi da analogo accertamento? In altre parole, per quale strana ragione i magistrati, ad esempio, prima di emettere una sentenza non vengono obbligati a subire la prova del palloncino?Condurre una macchina in stato di ebbrezza non è una bella cosa, ma non è opportuno neppure scrivere un verdetto, se si è sbronzi. E i piloti di aeroplano, prima del decollo, perché non sono costretti a dimostrare di essere lucidi, non drogati e non ciucchi? Idem i macchinisti del Frecciarossa, idem i chirurghi che eseguono interventi complicati sui malati, idem i giornalisti che scrivono (cazzate), idem i conduttori televisivi. L'elenco dei potenziali ubriachi sarebbe infinito, ma nessuno se ne cura. Il governo se la prende solo con gli automobilisti. E quelli che viaggiano in moto (o ciclomotore o ciclo) per quale motivo sono esenti da verifiche?Non c'è verso di avere una risposta sensata. Dimenticavo, gli autori di leggi tanto cretine, come quella relativa all'omicidio stradale, andrebbero gettati dalla rupe Tarpea. Che purtroppo non è più in uso.Vittorio Feltri

Commenti
Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 05/03/2016 - 17:10

I commenti sulla "par condicio" verso altri operatori la cui deontologia imporrebbe sobrietà e serietà sono inoppugnabili. Come é inoppugnabile l'inutilità della nuova legge che fra l'altro favorisce delinquenti che senza alcun senso di responsabilità guidano nonostante le loro condizioni psico fisiche siano più da ricovero che da guida. Faccio un esempio - fatto moltissime altre volte -: io prendo un'arma e giro per la strada sparando a casaccio. Arriva la polizia e se non metto giù l'arma potrebbe anche stendermi: Nel vecchio west dicevano "one bullet one dead", ma non è detto, fra colpi andati a vuoto, altri che feriscono non mortalmente le possibilità di OMICIDIO sono poche. fine parte 1a

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 05/03/2016 - 17:11

parte seconda - Per contro, guido l'auto ma sono in condizioni d'incapacità psichica e fisica, tiro dritto ad uno più incroci, semafori, stop o quant'altro, prendo in pieno un'altra auto - fortunato se c'è solo il guidatore, ma se c'è una famiglia intera ? - oppure prendo in pieno un gruppo di persone - accadde, almeno, ad Acilia ed in Calabria- e ne ammazzo un paio o più. Ditemi se questo non è sufficiente a decretare il reato di omicidio volontario e ricevere una condanna fino a ventuno anni (artt. 575 3 585 c.p.). Con tante cose importanti ed urgenti che ci sono, un Parlamento che si perde a duplicare, a fare distinguo, a mitigare reati già punibili con altre leggi esistenti andrebbe esso stesso processato per reato di inadempienza ai doveri professionali e, in questo caso, costituzionali.

macchiapam

Sab, 05/03/2016 - 17:18

Feltri: come si fa a non condividere il suo buon senso? Siamo vittime di una compagine politica di cialtroni, che crede di risolvere ogni problema inventando leggi, decreti e regolamenti. Sul terreno, poi, siapo merduti... ops! siamo perduti.

Ritratto di Tino 44

Tino 44

Sab, 05/03/2016 - 17:18

Caro Feltri, sento già i propietari dei bar, trattorie e ristoranti che si stanno lamentando per il calo degli incassi.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 05/03/2016 - 17:19

Caro Vittorio, il test viene fatto DOPO avere provocato l'incidente,non prima. Per inciso,ho fatto il macchinista nelle FS per 35 anni,e fossi stato trovato leggermente brillo (che non è il mio caso,essendo astemio)in servizio, scattavano fino a 90 giorni di sospensione. Naturalmente senza stipendio.

giuseppe1951

Sab, 05/03/2016 - 17:28

Cambiare nome agli atti delinquenziali e inasprire le pene, non serve assolutamente a nulla finchè non vengano indagare i giudici che ordinano le facili scarcerazioni, il vero problema oggi, è la Magistratura, in essa ci sono ormai molti politici, non è più la giustizia vera come quella di 30anni fà, oggi è piena di esponenti e massoni iscritti al PD, come possono punire chi gli darebbe il voto?

giuseppe1951

Sab, 05/03/2016 - 17:33

Al posto di istituire questo ridicolo omicidio stradale, sarebbe stato più facile e utile demolire la delinquenza tutta, di qualunque genere, senza delinquenza, non ci sarebbero tutti sti incidenti strani e ci sarebbero molti morti in meno. Cosa me ne frega che quel rom o altro che sia si trova in galera quando il mio familiare non me lo darà mai più nessuno?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mariosirio

Anonimo (non verificato)

Dordolio

Sab, 05/03/2016 - 17:47

Un esempio poi tutt'altro che banale: ho bevuto un prosecchino. E lo scoprono dopo che ho tirato sotto un pedone che mi è saltato in mezzo alla strada la sera al buio e sotto la pioggia. Lui è completamente sbronzo: che succede a questo punto? Il "focus" sembra essere posto solo sull'investitore, la cui vita è semplicemente fi-ni-ta. Lo sconsiderato beone invece la fa franca, e avrà anche un congruo risarcimento (o i suoi superstiti). Ho sbagliato qualcosa?

Felice48

Sab, 05/03/2016 - 17:52

Tanto tempo per partorire una legge con tanti buchi e molto severa mentre gli autori di più ben efferati delitti anche premeditati forse hanno meno carcere. Non si è preso in considerazione, per esempio, l'attimo di distrazione che deve pagare caro.

linoalo1

Sab, 05/03/2016 - 17:56

Non solo,ormai tutti gli automobilisti,appena si mettono al volante,sono definiti Pirati Della Strada!!!Vista l'Ignoranza dei Legislatori,che hanno ceduto alle richieste di quattro Ignorantoni!!Ora,pretendo,che tutte le Strade siano dichiarate ad uso esclusivo degli automezzi,quasi come succede da anni nelle Autostrade!!!!Pedoni,cicli e motocicli,dovrebbero avere regole appropriare ed essere passibili di multe,ne più e ne meno degli automobilisti!!!Io sono un Pedone Obbligato a causa di un Problema Fisico che mi ha colpito 7 anni fa!Camminando sui marciapiedi della mia Città,noto spesso la continua Indisciplina dei Pedoni che,specialmente sulle Strisce,credono di essere i Padroni della Strada!!!Il Codice Stradale,però,non li punisce!!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 05/03/2016 - 17:57

ora manca il femminicidio stradale, poi di seguito il culattonicidio normale e stradale, il lesbicidio normale e stradale, il puttanicidio normale e stradale, il terronicidio normale e stradale, il polentonicidio normale e stradale, il negricidio normale e stradale, l'arabicidio normale e stradale, il preticidio normale e stradalee e lo zingaricidio normale e stradale fino a qualche nuova str__zata normale e stradale

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 17:57

I responsabili degli incidenti stradali, con o senza vittime, non sono solo i drogati o gli ubriachi. Anche i cxxxxxi sono pericolosissimi, perché guidano da cxxxxxi; quindi, con gravi pericoli per gli altri automobilisti e per i pedoni. Perché non è previsto nessun tipo di controllo per accertare che gli automobilisti non siano cxxxxxi? Chiedere un test anti-cxxxxxismo anche per i parlamentari sarebbe impossibile: come ho scritto spesso in passato, va contro i principi della democrazia per i quali tutti i cittadini sono uguali e tutti, ma proprio tutti (anche i cxxxxxi), possono essere eletti in Parlamento; e fare anche leggi cxxxxxe. Bella la democrazia; finché non incontri un cxxxxxo sulla tua strada.

Alessio2012

Sab, 05/03/2016 - 18:06

Pienamente d'accordo. Quando vengono varate leggi così assurde è molto probabile (quasi sicuro) che qualche parente dei comunisti al governo sia stato messo sotto da una macchina. Adesso non rimane che sperare che qualche "risorsa" faccia qualche scherzetto alla Sboldrina... magari cambierà anche lei idea sui clandestini.

Cheyenne

Sab, 05/03/2016 - 18:09

Condivido al 100%.L'italia è il paese dove brigatisti, pluriomicidi, stragisti e chi ne ha più ne metta fanno lezioni universitarie e un poveraccio che investe i tanti sciagurati che attraversano all'improvviso si fa 30 anni. I test alcolemici andrebbero fatti allora anche quando uno mette il naso fuori di casa; ma fuori di testa purtroppo sono i nostri governanti. Le leggi ci sono fatele applicare non inventate mostruosità da cui, al solito, saranno esenti i negri, i rom i fancazzisti e via dicendo. In sicilia è prassi comune del pedone attraversare col rosso che succede se viene investito? Viviamo in un paese di matti

vince50_19

Sab, 05/03/2016 - 18:10

Dott. Feltri, abbiamo posti disponibili nelle patrie galere da renderle vivibili? C'è un surplus di circa 20mila persone, sono stipati come sardine, 27 mila sono in attesa di giudizio, la corte di giustizia europea ci commina multe in continuazione per violazioni di vario tipo etc. Prima bisognerebbe rendere operativi quelle decine di istituti, come segnala Antigone, ancora chiusi o usati per altre evenienze, dopo ne riparleremo. Secondo me dovremmo avere, percentualmente, gli stessi posti detenzione che hanno negli Usa (lì sono circa 1,65 milioni su 320milioni di abitanti), quindi almeno il triplo di quelli che sono ora da noi, meglio il quadruplo. Dopodiché togliere abbuoni/sconti e stia pur tranquillo che i delinquenti, specie le bande che vengono dall'est qui da noi ad incrementare certi reati odiosi come il furto, lo sfruttamento della prostituzione etc., cambieranno idea.. E Stato. Ne abbiamo a iosa di delinquenti locali, le pare?

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 18:32

Questa legge sull’omicidio stradale mi ricorda tanto quella sul femminicidio. Nonostante la legge le donne continuano ad essere ammazzate. Ma allora, se dopo l’approvazione della legge sul femminicidio non sono cessate le violenze, vuoi vedere che ci è sfuggito qualcosa e la legge non basta, è scritta male, manca qualche virgola, o è poco chiara? Così chi legge, non riuscendo a capirla bene, continua ad ammazzare mogli, amanti e compagne. Se però dobbiamo essere sinceri bisogna parlare chiaro: solo dei perfetti idioti possono pensare di fermare i reati approvando una legge che li punisce o aggravando le pene. E' incredibile, eppure questo è esattamente quello che pensano dalle parti di Montecitorio.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 18:36

Se con una legge, o aumentando le pene previste, si fermassero i reati, vista l’abbondanza di leggi, non dovrebbero più esistere reati. Allora come mai, nonostante per alcuni reti, in certi paesi, sia prevista la pena di morte, il massimo della pena, quei reati non cessano o diminuiscono? Del resto, sarebbe facile accertare quello che dico. Basterebbe chiedere ad un qualunque parlamentare: “Onorevole, come mai, nonostante l’approvazione di una legge specifica sul femminicidio, si continuano ad ammazzare le donne?”. Sarei curioso di sentire la risposta.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 18:43

Sarà un caso che nove volte su dieci (non sto sparando numeri a pera, purtroppo è la verità) coloro che provocano gravi incidenti stradali spesso con esiti mortali, sono stranieri o rom, ubriachi o drogati (spesso nella combinazione risparmio)? Pochi giorni fa, in TV, Andrea Romano del PD, dopo un servizio sulle solite aggressioni e rapine in casa da parte di immigrati (quasi sempre dell'est), per giustificare l’operato del governo, ha detto che hanno cominciato ad assumere agenti e che hanno “aumentato le pene” per quei reati. Ecco la conferma; pur di non riconoscere che la radice del problema è l’immigrazione incontrollata e che bisogna chiudere le frontiere per impedire l’ingresso di migliaia di disperati che finiscono per delinquere, la soluzione è “aumentare le pene”. E bravo Romano; un genio.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 05/03/2016 - 19:15

Però, se si ritiene che basti approvare delle leggi per risolvere i problemi, allora la soluzione è semplicissima: basta approvare una legge che imponga a tutti di essere buoni. Diventeremo tutti santi e beati, innocenti e puri come neonati, mansueti come agnellini: per legge. Se così non è (e non lo è), e nonostante le leggi non risolvano proprio niente e si continua a legiferare pensando di risolvere per via giudiziaria la stupidità umana, significa che i legislatori stessi costituiscono un pericolo per la comunità ed andrebbero prima sottoposti ad opportuni test per valutare la funzionalità mentale, e poi, se non superano il test, sanzionati penalmente per esercizio abusivo di rappresentanza popolare, ed infine, per evitare la reiterazione del reato, con l’aggiunta del ritiro della “patente” di amministratori pubblici.

Daniele Sanson

Sab, 05/03/2016 - 19:17

Con il mio lavoro ho passato una vita sulla macchina ,circa 3.500.000 di km. e vi posso garantire che i pedoni che camminano sul marciapiede improvvisamente attraversano la strada senza guardare chi sopraggiunge per non parlare delle neomamme che con il passeggino , che é davanti a loro dal momento che lo spingono, quando attraversano la strada lo vedi sbucare tra le vetture in parcheggio all'ultimo momento e rischi di travolgerlo anche perché é alto sí e nó 60/70 cm . É una legge sbagliata fatta in fretta .

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 05/03/2016 - 19:27

.....cito :" Da quando in qua un sorso di bianco o similari azzera la capacità di guidare con attenzione?"....da quando abbiamo perso il diritto di votare liberamente e siamo appecoronati dagli abusi, abusivi di Renzi e compagni di merende, sotto la sapiente regia dell'emerito toponimo, traditore, anziché difensore, della costituzione e degli italiani, "partenopeo".

Linucs

Sab, 05/03/2016 - 19:31

Colgo l'occasione per esprimere tutta la mia solidarietà al Legislatore e alla Magistratura. In Italia conviene fare così. Meglio prendere tempo quando possibile, ed esprimersi poi dall'estero.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 05/03/2016 - 19:45

D'accordo con lei, Feltri. E' penoso sapere che esseri (non so quanto umani) che hanno fatto stragi guidando come pazzi e falciando numerose vittime se la cavano con pochi giorni di galera, o addirittura niente. Ma per questi le leggi esisterebbero già, solo che non si vuole o non si riesce a farle applicare. Un povero sfigato, invece, che si ritrova un pedone che gli ablza fuori all'improvviso, da dietro un ostacolo, finirà in galera. Non mi risulta, però, e lo dico da vecchio motociclista, che chi guida una moto sia esente da verifiche. Tutt'altro, mi creda!

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 05/03/2016 - 19:51

@tempus_fugit_888 Bellissimo e spiritosissimo intervento il suo. Se solo non fosse vero... :-(

paolonardi

Sab, 05/03/2016 - 19:57

E' un obbrobrio giuridico come il femminicidio, l'aggravante dell'omofobia e del razzismo solo se il reato viene commesso da un bianco su di un nero, ma non viceversa. Questi sono una banda di raccattati senza nessuna preparazione ne' intelligenza. Da noi si dice che "sembrano rigettati dalla piena" (dell'Arno)

snips

Sab, 05/03/2016 - 21:03

Come al solito da noi...ci cascherà un povero padre di famiglia che,magari, dopo un incontro con gli amici, avrà un incidente.Il delinquente, magari extracomunitario, che guida senza patente su auto rubata, in caso analogo..gli daranno l'espulsione e..non lo rivedremo più! Come al solito rimarrano presi i pesci piccoli..quelli grossi,invece...Come per le tasse, se sbagli sul 730 di pochi € sono ..azzi, chi invece non lo fà il 730..neanche lo individuano.Buona fortuna a tutti!

venessia

Sab, 05/03/2016 - 21:49

non è una legge solo contro gli alcolisti, gli incidenti capitano anche per causa del cellulare, per becera distrazione, per chi è abbagliato dal sole e svolta a sinistra alla cieca ed investe la donna in bicicletta e la riduce in carozzella, la patente dovrebbe essere ritirata a vita per danni molto meno importanti, ci lamentiamo che in america le armi vengono usate a sproposito qui da noi le auto sono usate a sproposito

mareblu

Sab, 05/03/2016 - 22:07

Premetto che non ho letto tutti i commenti, pero' io aggiungo di piu': Via gli AUTISTI per TUTTI i POLITICI, PER TUTTI I MAGISTRATI , PER TUTTI I PRESIDENTI , PER TUTTI GLI UFFICIALI DAI SUPERIORI ; AGLI INFERIORI E PER TUTTO IL DOTTORATO DI STATO. IL MOTIVO ? ; SE NON SEI ABILE ALLA GUIDA ; NON PUOI FARE NE LEGGI NE QUANTOMENO PRETENDERNE IL RISPETTO .

mareblu

Sab, 05/03/2016 - 22:41

UNA LEGGE. APPROVATELA SUBITO . SE AVETE GLI ATTRIBUTI : CHI NON E' IN GRADO DI GUIDARE, E NON GUIDA , NON PUO' FAR PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE .

Algenor

Dom, 06/03/2016 - 01:37

@Giano,18:32/18:36, siccome leggi più dure non fanno cessare completamente i reati che cosa propone? Di depenalizzare tutto? É sicuro che la prospettiva di finire in galera per diversi anni non la spingerà d'ora in poi a guidare più piano, con più attenzione ed ad evitare di bere alcoolici prima di salire in auto? Non ha pensato che le pene detentive servano anche a risarcire moralmente le vittime e le loro famiglie?

Algenor

Dom, 06/03/2016 - 01:41

@Giano, lei preferirebbe fare il ladro in Italia od in Arabia Saudita? In Italia od in Cina?

st.it

Dom, 06/03/2016 - 08:19

Purtroppo è l'ennesima dimostrazione che a questi improvvisati legislatori interessano più i titoli che i contenuti : la più cretina delle approvazioni parlamentari prende l'altisonante titolo di riforma , parola di cui presumo ignorino il significato. Ma siamo certi che questa legge sia stata votata da una maggioranza totalmente sobria? Nel paese delle banane i richiami al rispetto del codice della strada hanno forma di macchinette fotografiche , una pattuglia che ti ferma e ti redarguisca ,nella mia memoria si perde a un lontano ricordo ..... forse trenta anni fa. Vorrei rammentare inoltre che esistono molti farmaci da banco che vengono utilizzati contro le più banali malattie da raffreddamento che attenuano e di molto la capacità di mantenersi sufficientemente vigili alla guida.

michetta

Dom, 06/03/2016 - 08:50

Siamo ITALIANI. Abbiamo permesso che Napolitano, facesse questo Governo. Ci sollazziamo, mentre Renzi and co., sbraga tutto il Paese. Ci sta bene (visto che non abbiamo fatto e non facciamo nulla) che questo PARLAMENTO e questi PARLAMENTARI, non eletti da chicchessia, legiferino tutte le str....te possibili e magari dettate, in maniera errate, da partigiane trasmissioni TV. Ed allora, ce teniamo tutta la fetenzia, che ne esce fuori! OGNUNO HA CIO' CHE MERITA! ANDIAMO/ANDATE TUTTI A VOTARE !!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 06/03/2016 - 10:12

un popolo di polli merita un governo di faine

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 06/03/2016 - 17:35

Si è arrivati a questa esasperazione perchè in passato molti dei pirati ed investitori hanno beneficiato del "buonismo" di giudici forse alticci, intendendo dire che erano collocati su scranni rialzati. Anche questa legge porta voti, ma non dimentichiamo che le leggi in merito esistevano ed andavano applicate. Molto difficile in questo paese.