Così Ratzinger benedice i muri: "Proteggono e aprono solo al bene"

Spunta un'omelia di Joseph Ratzinger in cui l'ex pontefice decanta le virtù delle mura. Le barriere, per Benedetto XVI, hanno una doppia funzione: protettrice e di apertura al buono

Abbattere ogni muro ed ogni confine per costruire una società aperta, accogliente e multiculturale: è il diktat della contemporaneità. Ma Joseph Ratzinger, che non è un uomo del passato come si vorrebbe far credere, aveva indicato un'altra strada. Quella in cui anche le barriere svolgono un ruolo: quello di declamare una serie di "no", che per il cattolicesimo sono propri della funzione paterna. La stessa che riconduce l'uomo alle radici, dunque alla rettitudine morale. Il Papa emerito, in una delle sue omelie, aveva esordito così: "La Chiesa ha mura. Il muro da una parte indica verso l'interno, ha la funzione di proteggere, raccoglierci e condurci l'uno verso l'altro". Toni differenti da chi ritiene che i limiti esistano solo per essere messi in discussione.

La riflessione del "mite teologo" di Tubinga, che è stata pubblicata questa mattina da La Verità, è datata ma esula dal nazionalismo: Benedetto XVI, al massimo, è un conservatore. E infatti, anche nel testo in oggetto, ha posto al centro l'essere umano, personificando la mansione filosofico-esistenziale delle fortificazioni: "...i muri in ultima analisi siamo noi stessi e lo possiamo essere solamente nella misura in cui siamo pronti a lasciarci squadrare come pietre...". L'economia del dono, approfondendo sempre quanto esposto dall'ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, può anche riguardare l'elevazione di mura interiori: Ratzinger ha ragionato sul fatto che, divenendo mura, l'uomo possa ergersi come edificio, per gli altri e per se stesso. Benedetto XVI ha pure annotato come nel corso del Concilio Vaticano II, al quale ha dato, pur essendo giovanissimo, un essenziale contributo teologico-dottrinale, la tendenza sia stata quella di allontanarsi da questa visione sulla necessità di frontiere. La città di Dio, quella di agostiniana memoria, ne ha invece bisogno, tenendo a mente pure una finalità di protezione.

"Non può entrare neppure la bugia - ha continuato Joseph Ratzinger - che distrugge la fiducia e rende impossibile la comunità. Non possono entrare l'odio e l'avidità che feriscono l'umanità". Queste sono le fattispecie di base per cui la Chiesa cattolica, nel corso della sua storia, ha sollevato cinte murarie. Ma c'è spazio pure per le infiltrazioni. Perché se è vero che tramite le mura si opera una resistenza verso quello che non deve accedere, è vero pure che le barriere sono dotate di porte, che devono aprirsi nel momento in cui a bussare è "tutto ciò che è buono". Ogni muro è insomma un "no", che è al contempo in grado di declinarsi in un "sì".

Prendendo in considerazione un argomento politico dell'emerito, è possibile operare attraverso un esempio: dire "no" alla Turchia in Europa chiude alla possibilità che Vecchio Continente e mondo arabo si uniformino, ma apre alla realizzazione di due macrocosmi culturali e confessionali in grado di triangolare, rispettando le reciproche diversità, ma nutrendo di speranza l'intero consesso geopolitico. Che pare diverso dall'affermare che "chi costruisce muri non è cristiano".

Commenti

Una-mattina-mi-...

Mar, 22/10/2019 - 11:04

GRANDE PAPA DALLA GRANDE SAGGEZZA: PER QUESTO LO HANNO COSTRETTO ALLE DIMISSIONI E HANNO MESSO SU IL PAPA FANTOCCIO CHE STRAPARLA ALLA CIDICI

savonarola.it

Mar, 22/10/2019 - 11:24

Un Papa che dice cose sensate. Che bello!!! Peccato che lo abbiano costretto a dimettersi.

evuggio

Mar, 22/10/2019 - 11:31

un colpo di stato in vaticano può essere solo un sogno dei cattolici che vedono le loro radici religiose sgretolarsi sotto i colpi di un papa che sta operando (nomine cardinalizie che ormai hanno raggiunto la maggioranza bergogliana) per garantire un futuro prospero al vaticano filoislamico?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 22/10/2019 - 11:34

i muri servono! se non ci fossero, non esisterebbe nemmeno la vostra casa! i muri servono per definire uno spazio, proteggere la privacy, e anche dai malintenzionati, oltre a proteggere dalle intemperie. se ragionate in grande, i confini sono dei muri che ci proteggono, ma se troviamo qualcuno che ha buone intenzioni li accogliamo! si può accogliere tutti, purchè abbiano i mezzi per vivere , e non siano un peso per la società! se hai 10 nipotini, puoi caricarne sulle spalle uno, due, ma non tutti e 10 ! ragionate in questo modo, e vedrete che non è quello che vuole la sinistra :-)

routier

Mar, 22/10/2019 - 11:35

Benedetto XVI° è stata l'ultima testa pensante che si è seduta sulla cattedra di Pietro!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 22/10/2019 - 11:40

Insomma... su sti muri volete mettervi daccordo? Chi li vuole ritti, chi li vuole abbattere, le pecorelle sono disorientate al punto che del vostro ovile non gliene frega più nulla.

parmenide

Mar, 22/10/2019 - 12:15

Ci sono due persone al mondo , perdonatemi l' iperbole a venire ,che giganteggiano genialmente ; si tratta del grande matematico russo Perelman che mise in riga tutti i matematici del mondo con la dimostrazione del 2006 della famosa " congettura di Poincare " e il nostro amato papa Benedetto XVI dotato di profonda intelligenza teologico pastorale e uomo mitissimo di illuminante densità interiore.

Una-mattina-mi-...

Mar, 22/10/2019 - 12:40

DOMANDA CRUCIALE: ADESSO, OLTRE A SALVINI E AD ISRAELE, CHEF RUBIO DOVRA' PRENDERSELA ANCHE CON IL PAPA EMERITO? CHISSA'

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 22/10/2019 - 13:35

Non solo sulla civile, pratica e potente utilità dei muri e delle mura si intuisce la grandezza di questo papa. Un papa, il Ratzinger, come quelli medievali i quali conoscevano il portentoso valore dell'imperio e della severità. Non per niente egli, quando era pontefice, scrisse qualcosa a favore del ritorno della Pena di Morte nelle leggi europee. Fu subissato di conformistiche e stupide critiche. Per questo, in seguito, annullò del tutto quel famoso passaggio in favore della sacra Pena di Morte. Volendo fare un confronto, Bergoglio è un povero cristo che annega nel conformismo e nella inconcludenza.

ilbelga

Mar, 22/10/2019 - 13:46

Grande Ratzinger, tu si che sei un vero Cristiano e non un politicante da strapazzo come qualcuno che per rispetto non nomino...

Libertà75

Mar, 22/10/2019 - 13:53

Preghiamo per te Benedetto

zen39

Mar, 22/10/2019 - 14:17

Certamente questo grande Papa parlava dei muri spirituali che impediscono al male di entrare. Il concetto tuttavia è estendibile in ogni situazione ove la protezione del'individuo è indispensabile per la sua sopravvivenza fisica e morale. Parla di porte esistenti nel "muro" che significa anche possibilità del male di entrare se ad esso viene consentito l'accesso. E quindi la porta consente di accogliere anche il bene se riconosciuto come tale. In conclusione i muri ovunque sono necessari come lo sono le porte. I conventi e i luoghi di preghiera sono protetti affinchè l'elevazione dello spirito sia più agevolata. Ma le porte non sono chiuse a chi vuole pregare ed elevare se stesso.Estendiamo questo concetto ai muri fisici e vediamo che aprire le porte senza conoscere le intenzioni di chi vuole entrare non solo non è saggio ma anche pericoloso.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 22/10/2019 - 15:12

Perfettamente d'accordo con il Papa emerito Ratzinger.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Mar, 22/10/2019 - 17:03

Le mura servono a proteggere quello che si è, perché solo conservando la propria identità si può dialogare con gli altri costruendo nell'incontro con il diverso qualche cosa di nuovo, buono e creativo. Annullare se stessi, cancellare la propria identità, soffocare la propria diversità nel relativismo, porta al vuoto e al nulla, è come mescolare brillanti colori diversi portando al grigio indistinto e smorto.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 22/10/2019 - 17:22

Solo un papa che vuole la distruzione del cristianesimo apre incondizionatamente a tutti.

onurb

Mar, 22/10/2019 - 17:48

Le ONG quando hanno dei migranti da sbarcare chiedono un porto sicuro. Ciascuno di noi ogni giorno si rifugia in un luogo sicuro: la propria casa, che è fatta di muri. Se qualcuno vi entra illegalmente, si parla di violazione di domicilio. Perché il suolo italiano, per difendere il quale centinaia di migliaia di giovani hanno perso la vita, dovrebbe essere terra di nessuno?

maurizio-macold

Mar, 22/10/2019 - 17:51

E' disonesto prendere uno stralcio di una omelia e farne una bandiera a favore delle proprie opinioni. Ed in ogni caso anche il pensiero di papa Ratzinger e' opinabile e non necessariamente condivisibile.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 22/10/2019 - 18:28

Manigold, diceva lo stesso anche Woytila, fattene una ragione.

onurb

Mer, 23/10/2019 - 09:07

maurizio-macold. Giustamente ognuno si deve tenere ben strette le proprie convinzioni. Ma il riportare il pensiero di Papa Ratzinger aiuta a capire che non tutti la pensano come Bergoglio. Per cui anche le opinioni di Bergoglio sono opinabili e non necessariamente condivisibili, come le mie e le sue.