Embrione, cambiato Dna per prevenire malattie

Un gruppo di ricercatori Usa per la prima volta è riuscito a modificare il codice genetico del Dna di un embrione umano

Nuovo trionfo della medicina. Un gruppo di ricercatori Usa per la prima volta è riuscito a modificare il codice genetico del Dna di un embrione umano per "riparare una mutazione grave quanto comune causa di malattie". Come avevamo ricordato qualche giorno fa, ricorrendo alla tecnica Crispr di "modifica dei geni" i ricercatori hanno mutato il Dna difettoso di alcuni embrioni ancora a livello di agglomerato cellulare, compiendo un ulteriore passo verso la creazione di bambini ’geneticamentè modificati per eliminare il rischio di ereditare problemi di salute dai genitori. Se non fosse stata operata la mutazione del codice del Dna degli embrioni i nascituri avrebbe sviluppato un difetto cardiaco che può causare morte immediata senza alcun sintomo preliminare. Ora non solo gli embrioni, se fatti sviluppare, non soffriranno dalla malattia ma non potranno trasferirla, una volta nati e diventati adulto, alle loro progenie. Ad operare l’operazione i genetisti dell Massachusetts Institute of Technology (Mit), con colleghi in Oregon, California, Cina e Corea del Sud. La Bbc aggiunge che questo sistema di «gene editing» apre la porta alla prevenzione di oltre 10.000 malattie trasmesse geneticamente dai genitori ai figli.

La tecnica utilizzata

La tecnica, scoperta nel 2015, conosciuta come Crispr riguarda segmenti di Dna contenenti brevi sequenze ripetute. Operando una sorta di "taglia, copia ed incolla" di queste serie di basi, spostandole lungo la sequenza del Dna, si riesce a modificare quest’ultimo o, in casi come questo, di disturbi trasmessi geneticamente, a eliminare la sequenza causa della malattia. Nel caso della ricerca pubblicata su Nature è stata rimossa la sequenza che causa la "cardiomiopatia ipertrofica" caraterizzata da un ispessimento delle pareti cardiache senza alcuna causa evidente e trasmessa dai genitori, determinata da mutazioni sui geni che codificano le proteine del sarcomero (le fibre che si contraggono del tessuto muscolare del cuore). Si tratta di un problema comune che colpisce una persona su 500 e può portare all’improvviso arresto cardiaco.

Commenti

Alessio2012

Mer, 02/08/2017 - 20:17

A ME FANNO PAURA QUESTI ESPERIMENTI... PER ME L'UNICO MODO PER IMPEDIRE CHE EREDITINO LE MALATTIE DEI GENITORI BASTA CHE QUEI GENITORI NON FACCIANO FIGLI!

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 02/08/2017 - 20:47

---tutto bello e tutto giusto---finchè ci si limita a questo--ossia scongiurare malattie di natura ereditaria garantendo al nascituro una vita sana ed ottime prospettive---ma il ragionamento porta inevitabilmente a due ordini di dubbi--il primo è: sarà un intervento alla portata di tutte le tasche?---o avremo bambini ricchi supersani e bambini poveri col difetto di fabbrica?---e secondo: e se non ci si ferma qui?--e domani la ricca signora ereditiera vorrà sfornare a colpi di mastercard una futura miss con occhi azzurri e capelli biondi d'ordinanza?--swag ganja

Anonimo (non verificato)

Frank90

Mer, 02/08/2017 - 22:08

Terrificante. Come al solito le azioni più disumane e mostruose vengono ammantate di falso ottimismo per renderle più digeribili all'opinione pubblica. È la solita tattica usata anche per nozze gay, utero in affitto ecc..."i bambini hanno bisogno d'amore"/"salviamo i bambini dagli orfanotrofi" ed ora "scongiuriamo malattie mortali". Curioso (e sospetto) che questa notizia arrivi proprio a pochi giorni dalla morte dello sfortunato Charlie. A pensare male viene da dire che tutto faccia parte di una meticolosa operazione di coercizione dell'opinione pubblica. Problema-Reazione-Soluzione. È una tattica che sembra funzionare.

Ritratto di stufo

Anonimo (non verificato)

il_viaggiatore

Mer, 02/08/2017 - 22:54

Dio, Ti ringrazio per aver dato all'uomo la capacità di studiare e penetrare i segreti del Tuo creato e combattere il male.

il_viaggiatore

Mer, 02/08/2017 - 23:00

@elkid All'inizio no, ma man mano i costi scendono. Per esempio è il caso del Prenatal Safe. E poi noi abbiamo il SSN, che se smette di curare gratis gente che non dovrebbe essere qua può sbloccare tanti soldi per tutti. E d'altra parte i costi della cura a vita di certe malformazioni sono enormemente superiori. Infine, che questa tecnica possa essere usata per sfornare mostri di bellezza m'importa assai poco: tra un po' gli attori saranno tutti virtuali, e pure i bellocci staranno a spasso.

Anonimo (non verificato)

Arch_Stanton

Gio, 03/08/2017 - 01:41

Ottima notizia, queste sono le cose davvero belle e importanti. CRISP si utilizza anche in agricoltura, infatti è la nuova generazione di organismi geneticamente modificati che consente di migliorare le specie attuali senza essere costretti a crearne di nuove, così da tutelare le nostre identità e biodiversità e allo stesso tempo rendere resistenti alle malattie le colture.

Dordolio

Gio, 03/08/2017 - 07:23

Quando l'uomo pensa di sostituirsi alla Natura (oppure a Dio, vedete voi) finisce sempre con il cercare grossi guai. E poi li trova, pure.