"Facciamo sesso a tre in barca". E la donna uccide il fidanzato

Una gita in barca si è trasformata in tragedia. Protagonista della vicenda Angelika Granswald, una donna di New York che ha ucciso il suo fidanzato

Una gita in barca si è trasformata in tragedia. Protagonista della vicenda Angelika Granswald, una donna di New York che ha ucciso il suo fidanzato durante un giro in barca. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti la donna avrebbe affondato il kayak di proposito per uccidere l'uomo. L'omicidio si è conumato nell'aprile del 2015. A quanto pare il movente dell'omicidio riguarda proprio il rapporto di coppia vissuto col fidanzato. Di fatto, secondo quanto ha poi raccontato agli investigatori la donna, il fidanzato le chiedeva in modo continuo di avere rapporti a tre. Ma all'ennesima richiesta durante quella breve vacanza, la donna avrebbe deciso di uccidere il suo compagno. A far scattare i sospetti è stata la telefonata al 911 dopo l'affondamento sul fiume Hudson. La donna durante la chiamata avrebbe avuto qualche esitazione e di fatto le sue dichiarazioni sono apparse immediatamente contraddittorie. E così come riporta il Mirror in poco tempo è stata incriminata per omicidio.