Facebook censura la modella sulla sedia a rotelle: "Troppo nudo"

Manuela è paraplegica dal 2009, ma non ha mai smesso di sfilare. Questa volta, però, Facebook ha deciso di censurarle una foto perché si vede metà capezzolo

Manuela è una giovane modella sulla sedia a rotelle che non ha mai perso la voglia di vivere, ma negli ultimi giorni le è successa una cosa che l'ha fatta parecchio indignare.

Durante la Milano Fashion Week, ha sfilato sulle passerelle senza aver paura del giudizio degli altri. I fotografi le hanno scattato parecchie foto che poi lei ha deciso di condividere su Facebook. Una, in particolare, ha fatto "arrabbiare" il social più usato al mondo che ha deciso di censurarla per nudità. Lo scatto "incriminato" di Manuela la ritrae con un lungo vestito blu che ha una profonda scollatura a "v". E proprio dalla scollatura spunta una parte di capezzolo.

"Per mezzo capezzolo uscito, per caso vi siete scandalizzati? Beh, allora restate in casa, chiudete la porta e le finestre, spegnete la televisione, chiudete il computer - scrive la giovane modella su Facebook -. Così forse riuscirete a non scandalizzarvi più... Ah dimenticavo, tirare via anche gli specchi che il vostro riflesso potrebbe farvi paura! Condividete". Manuela non ha approvato la scelta del social network di Mark Zuckerberg e ha deciso di denuciare il fatto pubblicamente.

La modella sulla sedia a rotelle ha 29 anni ed è paraplegica dal 2009 a causa di un incidente. Ma nonostante questa brutta avventura, Manuela non si è mai persa d'animo e ha continuato a sfilare. Ma questa volta, però, le passerelle della Milano Fashion Week le hanno regalato una brutta sorpresa che la ragazza ha deciso criticare senza mezzi termini.

Quel vestito aperto sul seno le è costato caro, ma Manuela non molla e non vuole piegarsi ai parametri "troppo duri" di Facebook "perché su questo social se ne vedono di cotte e di crude, non sarà di certo un capezzolo a cambiare il mondo". Il suo post, intanto, è stato condiviso migliaia di utenti e tutti sono stati censurati.

Ora, dopo tutto questo trambusto, un portavoce di Facebook fa sapere: "La foto era stata rimossa per errore, ma ora è stata ripristinata. Il nostro team esamina milioni di segnalazioni ogni settimana, e a volte commettiamo degli sbagli, come in questo caso. Ci siamo scusati per l’inconveniente causato."