Il figlio di Beppe Grillo indagato: i pm sentiranno la moglie del comico

La donna si trovava nella casa adiacente a quella dove si sarebbe consumata la violenza sessuale. A breve sarà convocata come testimone

Nella casa adiacente a quella dove si sarebbe consumata la violenza sessuale, dormiva la moglie di Beppe Grillo. Si basa anche su questo importante particolare la difesa degli avvocati dei quattro giovani accusati di stupro.

Ciro Grillo, figlio 19enne del comico genovese, è infatti indagato insieme a tre amici per violenza sessuale di gruppo. A denunciare i quattro una modella di 19 anni. I fatti sarebbe avvenuti lo scorso 16 luglio nella villa sarda del fondatore del Movimento 5 Stelle, a Porto Cervo.

I giovani, interrogati, hanno negato tutto e la loro difesa ha portato alla luce le debolezze del racconto della presunta vittima. I legali hanno anche ricordato che nella casa adiacente quella dove soggiornavano i ragazzi c'era la moglie di Grillo. Come spiega il Corriere, si tratta di un'unica abitazione, frazionata in due parti distinte.

Se da donne fosse stata sveglia, si sarebbe accorta di quanto stava avvenendo nella casa adiacente: su questo puntano gli avvocati dei quattro giovani. La moglie del comico, Parvin Tadjk, sarà convocata come testimone e potrà così dare la sua versione in Procura. A breve verranno ascoltati anche i due vicini di casa, per cercare di ricostruire quanto accaduto quella notte del 16 luglio.