Finta suora si faceva scattare foto hard al cimitero: tre denunciati

I carabinieri li hanno colti sul fatto nel cimitero di San Donato di Vinci (Firenze) e denunciati per atti osceni e vilipendio di tombe. Macchina fotografica sequestrata

Il giorno in cui a Palazzo Chigi il governo annuncia l'anno di celebrazioni per la morte di Leonardo da Vinci, dal piccolo borgo toscano arriva una notizia macabro-boccaccesca. Come si legge su L'Arno.it tre persone, una donna e due uomini, sono state fermate e denunciate dai carabinieri mentre erano intente a scattare foto hard. La donna, in particolare, era vestita da suora e si sdraiava sulle tombe.

A far scattare l'allarme, chiamando i carabinieri, è stato un uomo che era andato a fare visita alla tomba di un proprio caro. I tre protagonisti della "bravata" sono due fidanzati di Cascina (Pisa) e un uomo di Fucecchio (Firenze). Nei loro confronti è scattata una denuncia per atti osceni in luogo pubblico e vilipendio di tombe.

La macchina fotografica utilizzata per realizzare il servizio è stata sequestrata dai carabinieri.

Commenti

valerie1972

Mer, 13/03/2019 - 14:23

E fate un bel multone, visto che il carcere è stato tolto dalla sinistrorsa depenalizzazione del reato di atti osceni. Stanno cercando di importare da paesi come Rep. Ceca e Ungheria la moda del 'nude in public', un'altra delle mille buffonate terror-femministe stipendiate dall'Impero col pretesto, a uso dei babbei, dell'abolizione della morale patriarcale.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/03/2019 - 17:02

Esiste ancora la morale?