Fisco: raffica di controlli sulle partite Iva

Il fisco non dà tregua alle partite Iva. Le ha messe nel mirino l'Agenzia delle Entrate con una raffica di accertamenti fiscali

Il fisco non dà tregua alle partite Iva. Le ha messe nel mirino l'Agenzia delle Entrate con una raffica di accertamenti fiscali: 100mila negli ultimi 12 mesi. A dare i dati di questa offensiva è Unimpresa. Di fatto l'85 per cento dei controlli riguarda proprio le partite Iva. In totale, gli accertamenti sulle partite Iva sono stati oltre 120mila e la stragrande maggioranza si è concentrata su importi di tasse contenuti: 65mila ispezioni (53%) su maggiore imposta accertata fino a 15mila euro, 30mila controlli (24%) fino a 51mila euro, 15mila verifiche (12%) fino a 155mila. Mentre nella fascia più alta, da 15.493.708 euro in su, ci sono state solo 31 verifiche su grandi gruppi societari. ''Dimostriamo, numeri alla mano, che lo storytelling del fisco amico è una fakenews. L'amministrazione finanziaria si accanisce coi più deboli e stringe patti, con la scusa della cosiddetta compliance, coi grandi gruppi societari, industriali e finanziari'' commenta il vicepresidente di Unimpresa, Claudio Pucci. Secondo l'analisi dell'associazione, che ha incrociato dati della Corte dei conti e del ministero dell'Economia, nel 2016 il totale dei controlli fiscali sulle partite Iva sono stati 121.817: di questi, 2.367 (1,94%) si sono concentrati su grandi gruppi societari, 11.120 (9,13%) su medie aziende, 104.162 (85,51%) su piccole imprese e liberi professionisti, 4.200 (3,45%) su enti no profit.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 10/08/2017 - 16:25

Agli sceriffi di Nottingham piace vincere facile!!!Ciaparatt

Zizzigo

Gio, 10/08/2017 - 16:41

Lo stalking volontario del fisco piace alla burocrazia e demolisce il contribuente. Così l'economia va a donne perdute.

cgf

Gio, 10/08/2017 - 16:51

colpiscono le partite ive + piccole perché non faranno ricorso e non metteranno in discussione il loro operato, stonerebbe nel proprio CV

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 11/08/2017 - 07:45

Gli zingari ce l'hanno la partita Iva?

teo44

Ven, 11/08/2017 - 08:31

per forza siccome non riescono a beccare tutti quelli che lavorano in nero con i cinesi che truffano a piü non posso i marocchini che se ne fregano delle multe quelli dell'est che se ne tornano a casa gli ambulanti abusivi che sghignazzano al fisco sono rimasti solo sti quattro fessi di italiani

flip

Ven, 11/08/2017 - 10:14

cominciamo a mettere i puntini sulle i. il piccolo imprenditore non è all'altezza per redigere bilanci o fare dichiarazioni iva e già tanto se ha una certa conoscenza delle leggi fiscali. tutt'al più può dire al commercialista "non fammi pagare troppe tasse" e li finisce!......

QuantoBasta

Ven, 11/08/2017 - 12:06

Spero si ricordino anche di Facebook, Google, Amazon, Apple....e anche di Maradona !!!

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 11/08/2017 - 12:21

Mi domando quando il fisco comincerà a controllare i "nullatenenti" invece di spremere sempre i soliti. Ci sono ROM senza redditi che girano in Ferrari e sono intestatari di altre auto di lusso e appartamenti, stessa cosa per altre "famiglie criminali" su tutto il territorio Nazionale, con abusi macroscopici, soprattutto nel campo immobiliare ma a quanto pare "nessuno è più sordo di chi non vuole sentire."

fr4nk18

Ven, 11/08/2017 - 13:46

Carissimi connazionali lo scopo del fischio e' di distruggere il lavoro autonomo per trasformare l'italia nel venezuela ovvero una classe di ladri di stato e tutti gli altri con il cappello in mano Se volete sfuggire a tutto cio' non serve combattere basta votare con le gambe e aspettare osservando che si arrivi al default Basti dire che dove risiedo e lavoro io l'irpef e' all'8% e tutto funziona alla perfezione L'italia al momento sembra quello che e' il Messico per gli americani ... un parco di miserie e corruzione di stato Se rimangono solo lor signori statolatri nullafacenti crollerebbe tutto in meno di 6 mesi ...