Foggia manifesta contro il racket

Corteo il 15 febbraio. Cittadini e scuole insieme contro la criminalità organizzata

"Giorno 15 manifesta anche tu" è con questo slogan che Foggia scende in piazza contro il racket. Troppi gli episodi di criminalità; i cittadini, stanchi, hanno deciso di ribellarsi. Così il prossimo 15 febbraio è stato indetto un corteo con le scuole, a partire dalle 9.30. Un corteo che animerà le strade troppo spesso teatro di esplosioni di bombe e altri reati intimidatori. Organizzatore della manifestazione è l’associazione “Giovanni Panunzio”(nata in nome dell'omonimo imprenditore ucciso dalla mafia foggiana nel '92).
L'appuntamento è volutamente apartitico e non è prevista la presenza ufficiale di sindacati o altre associazioni. Perché il problema del racket è un problema di tutti indistintamente.

Solo negli ultimi giorni la criminalità organizzata ha fatto esplodere ordigni davanti a diverse attività commerciali, tra cui Euronics.
La mafia non è presente solo in città, ma anche in provincia. E proprio dalle prime ore dell'alba è in corso un'operazione dei carabinieri del comando provinciale di Foggia sulla costa settentrionale del Gargano che ha portato ad arresti e perquisizioni. L'attività ha permesso di individuare un gruppo criminale, con collegato alle cosche mafiose della zona, dedito al controllo dello spaccio di stupefacenti, danneggiamenti di esercizi commerciali con esplosivo, furti aggravati e altro. È stato contestato anche un tentato furto ai danni di un istituto di credito. Nell'operazione sono stati impiegati circa cento militari.