Foibe, guai per l'Anpi. Gli esuli denunciano il post negazionista in procura

Gli esuli giuliano-dalmati denunciano in procura il post negazionista apparso sulla pagina Facebook dell'Anpi di Rovigo

“Sarebbe bello spiegare ai ragazzi delle medie che le foibe le hanno inventate i fascisti, sia come sistema per far sparire i partigiani jugoslavi, che come invenzione storica. Tipo la vergognosa fandonia della foiba di Basovizza”. Quel post, apparso a gennaio scorso sulla pagina Facebook dell’Anpi Rovigo e scritto con la presunzione di chi pensa di avere la verità in tasca, alla fine si è rivelato un boomerang. Se fino a qualche anno fa, infatti, mistificare, ridurre, annacquare, quando non addirittura negare il martirio di migliaia di nostri connazionali infoibati era una pratica comune e tollerata, oggi non è più così.

E allora bisogna rispondere delle parole dette, o scritte. Non solo di fronte all’opinione pubblica, ma anche ad un giudice perché, è ora che tutti se lo mettano in testa, anche negare le foibe è un reato. Si chiama “Propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa”. Ecco perché il presidente della Federazione Associazioni Esuli Istriani Fiumani e Dalmanti, Antonio Ballarin, e quello dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Renzo Coderin, hanno deciso di denunciare l’autore di quel post. L’ipotesi di reato formulata nell’atto che l’avvocato Luca Tirapelle ha depositato presso la procura di Rovigo, e che IlGiornale.it ha avuto modo di visionare in esclusiva, è quella prevista dal terzo comma dell’articolo 604 bis del codice penale. La disposizione in questione, infatti, punisce chiunque si renda responsabile di atti di propaganda che si fondino in tutto o in parte sulla negazione dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra, tra cui vanno certamente annoverati gli eccidi delle foibe. “La semplice lettura del post riportato – si legge nella denuncia – appare di assoluta eloquenza poiché, da un lato, sostiene l’inesistenza delle foibe (definendo una ‘vergognosa fandonia’ la foiba di Basovizza) mentre, dall’altro, incita gli insegnati delle scuole medie alla diffusione di tali teorie tra gli studenti”.

“Il tenore negazionista” è quindi “palese”, e il pericolo che queste idee possano prendere piede è “concreto”, considerando “la rapidissima diffusione dei messaggi che vengono veicolati attraverso i social network”. C’è poi un altro ragionamento da fare, ed è quello che riguarda “la qualità della fonte del messaggio”. Non una qualsiasi, ma l’Anpi. Un’associazione alla quale è stato riconosciuto lo status di ente morale, che conta più di 120mila iscritti e, in virtù di un protocollo firmato con il Miur, promuove anche numerose iniziative nelle scuole. “La responsabilità penale – ricorda Tirapelle – è personale perciò, qualora il pubblico ministero avvalori il contenuto della denuncia, il primo passo sarà quello di identificare il responsabile del post, ma non è escluso che emergano dei profili di responsabilità civile da parte dell’associazione”.

“Quello che ci aspetterebbe da un’istituzione come l’Anpi – spiega Ballarin – è che sia partecipe alla costruzione di una memoria condivisa che trasferisca dei valori positivi all’interno della società, senza negare le nefandezze che sono state commesse da entrambi i lati”. Insomma, propone il numero uno della FederEsuli, “stemperiamo ogni violenza verbale e mettiamoci attorno ad un tavolo, assieme a storici di provata caratura, e scriviamo assieme quel periodo storico perché a noi la verità non fa paura”.

Commenti
Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Ven, 01/03/2019 - 20:26

FINALMENTE!

killkoms

Ven, 01/03/2019 - 20:32

era il minimo (anche se qualche compagno in tribunale archivierà)!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Ven, 01/03/2019 - 20:48

FINALMENTE!!!

cir

Ven, 01/03/2019 - 20:56

Non sono per nulla d' accordo su questa eventuale e stupida denuncia . i Fatti storici devono essere esaminati e resi pubblici. IL negazionismo e' una forma di difesa che lascia il tempo che trova. Si puo' negare DIO o GESU' CRISTO . Ma nessuno deve pagare per il diniego . La verita' rendera' ridicolo il sostenitore del si o del no , ma solo la verita' e' l' ago della bilancia.Chi si trincea dietro il negazionismo ne impedisce la ricerca per evitare la verita'storica e' solo perche' ha qualcosa da nascondere...

Ritratto di apasque

apasque

Ven, 01/03/2019 - 21:14

Finalmente l'ANPI iniza ad essere ricacciato indietro, dopo 70 e più anni di menzogne e di falsificazione della verità!

tosco1

Ven, 01/03/2019 - 21:17

Speriamo che sia il primo passo per la chiusura di questa assurda associazione anacronistica e male informata.

perseveranza

Ven, 01/03/2019 - 21:21

Giusto e ben fatto. Spero vengano condannati. È inaccettabile negare foibe. Non ci sono martiri buoni e martiri cattivi. Le vittime innocenti sono tutte vittime.

tosco1

Ven, 01/03/2019 - 21:24

cir 20,56. scusa , ma la denuncia serve proprio a questo, alla ricerca della verita' storica, e poiche' ormai e' stata ampiamente ricercata e dimostrata nella sua drammaticita', ad mpedire che, nel 2019 , certe affermazioni possano ancora esistere.

Mauritzss

Ven, 01/03/2019 - 21:25

Era ora che qualcuno cominciasse a rispondere per le rime alle falsità di una certa parte. E a farlo in maniera pesante. . . .

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Ven, 01/03/2019 - 21:53

E verranno giudicati da chi?

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 01/03/2019 - 22:19

Finalmente un atto concreto. Questa è la strada. Bisognerebbe seguire con la denuncia di tutti coloro che attaccano continuamente gli avversari con calunnie e accuse di razzismo e fascismo.

Rottweiler

Ven, 01/03/2019 - 22:38

Affamare la bestia, incominciare a togliere ogni centesimo dato dallo stato/regione/provincia/comune a queste cimici rosse. Con i soli soldi degli iscritti dureranno come le cooperative dell'accoglienza.....

Reip

Ven, 01/03/2019 - 22:50

FINALMENTE! Schifosi comunisti assassini! Peggio dei nazisti!

Una-mattina-mi-...

Ven, 01/03/2019 - 22:59

IN GALERA!!!

claudioarmc

Ven, 01/03/2019 - 23:05

Era ora

Popi46

Sab, 02/03/2019 - 07:24

@Reip: solo perché sono durati molto più a lungo, purtroppo. Ma sono praticamente scomparsi in tutto il mondo, per fortuna. Ah,stanno resistendo con Maduro, noto statista che ha reso piacevole la vita in Venezuela

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 02/03/2019 - 08:12

Era ora denunciassero questi finti partigiani.

MARCO 34

Sab, 02/03/2019 - 09:18

Sto leggendo "Compagno Mitra" di Gianfranco Stella: si apprende che non solo i partigiani titini usavano le foibe ma anche alcuni partigiani italiani nel Veneto

oh,cara!

Sab, 02/03/2019 - 09:54

Federazione Associazioni Esuli Istriani Fiumani e Dalmanti, Antonio Ballarin, e Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Renzo Coderin, GRAZIE da un fiumano.

Ritratto di grancarro37

grancarro37

Sab, 02/03/2019 - 10:44

a fronte dei 120 mila iscritti ci saranno si e no 250 veri partigiani, tutto il resto è composto da arrivisti politici che a spese nostre sono in attesa di fare il balzo nelle file della sinistra. è ora di abolire il contributo statale a favore di tali persone

cir

Sab, 02/03/2019 - 11:18

tosco1 . intendo dire : nessuno deve essere obbligato a credere per legge. nessuno deve essere condannato perche' crede o non crede a falsita' o verita' storiche. nessuno deve essere condannato perche' crede che la terra sia piatta o rotonda.I fatti parlano chiaro , sono gli unici testimoni necessari per una ricerca .la condanna va commisurata ai fatti e tutti hanno diritto di contestarli solo scientificamente....

wrights

Sab, 02/03/2019 - 11:32

cir - avrebbe ragione se non esistessero leggi a riguardo, ovvero se non fosse reato penale, poter dire io non credo nella Shoah, quantomeno così come visione imposta per Legge. Ovvero anch'io se si togliesse questo stupido reato di pensiero, sarei felice, perché di fatto impedisce anche di poter discutere sui fatti storici. Ma visto che non siamo liberi di esprimere i nostri pensieri e considerato che il negazionismo è reato, non si può pretendere che le denunce, siano solo unilaterali.

precisino54

Sab, 02/03/2019 - 11:37

grancarro37 10:44 se mai ne esistano ancora in vita saranno poche unità, purtroppo quello che invece rimane è la vergognosa menzogna sull'operato di tanti "salvatori" della patria sulle spalle di poveri cristi che si immolarono, anche a causa di quella idea superiore, che pur di fare danno al nemico si poteva accettare di tutto! E non voglio neanche parlare di quel agire e poi nascondere la mano, incapaci di prendersi le dovute responsabilità! Oggi si userebbe l"espressione scudi umani!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Sab, 02/03/2019 - 11:50

mi stupisco che i partiti che si autodefiniscono PROGRESSISTI traggano linfa elettorale da certi atteggiamenti palesemente faziosi e falsi. purtroppo in Italia c'è chi ha bisogno di vivere di queste FALSITA' per trovare una collocazione politica !

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 02/03/2019 - 12:08

Dopo settant'anni di "mezze verità" sarebbe ora di mettere in archivio anche l'ANPI.

steacanessa

Sab, 02/03/2019 - 12:09

Via i contributi statali a questa associazione di parassiti che nulla hanno a che fare con la resistenza.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 02/03/2019 - 12:40

Fatela pagare come hanno fatto pagare quella donna che si è limitata ad indossare una maglia.

maurizio50

Sab, 02/03/2019 - 13:24

Bene così. Anche se i giudici che avranno in carico la denuncia faranno di tutto per salvare il carrozzone ANPI!!!!

Ritratto di adl

adl

Sab, 02/03/2019 - 13:30

"In particolare, UNAR si occupa di monitorare cause e fenomeni connessi ad ogni tipo di discriminazione, studiare possibili soluzioni, promuovere una cultura del rispetto dei diritti umani e delle pari opportunità e di fornire assistenza concreta alle vittime"........Mission statutaria dell'UNAR, che in non risposta al NEGAZIONISMO ANPI, era in tutt'altre faccende affaccendata. Il GOVERNO ROSSO VERDE E GIALLO non scioglie gli enti inutili ????!!!!!!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Sab, 02/03/2019 - 18:15

@ adl - Caro, l'UNAR ha a capo un certo MANCONI ex deputato PD. Come dire: il lupo a guardia del gregger! Secondo te, questo abominevole komunistello, cosa ha fatto fino ad oggi? Ha perseguito i fini dell'istituzione medesima o ha pensato a nascondere ancora oggi la VERITA'???

Reip

Sab, 02/03/2019 - 20:28

@Popi46.. Condivido quello che scrive tuttavia Le consiglio di non sottovalutare mai i comunisti italiani. Il partito comunista italiano e’ uno tra i piu’ antichi d’Europa, e tra i piu’ radicati, organizzati e corrotti anche. La sinistra italiana e’ radicata nei pubblici ministeri, nei comuni, nelle regioni in tutto il settore pubblico statale e nella magistratura in particolare! La sinistra comunista e’ una vera e propria cultura, una sorta di fede radicata. Puo’ avere alti e bassi ma e’ sempre li! E in Italia di fatto ancora adesso il comunismo e’ una pericolosissima e attiale minaccia. Se il Pd ha perso le elezioni e’ soltanto perche’ una parte consistente del suo sinistro elettorato ha votato il M5S, purtroppr pero’ non e’ detto che non risorga e di nuovo non riesca a governare, anzi!! Di fatto nelle manifestazioni di piazza e per le strade, ci sono solo loro!