Fondi della Lega, Conte: "Nessuna ripercussione"

Il premier Conte dopo la sentenza sui fondi della Lega: "Difficile fare politica senza risorse finanziare, ma non ci saranno ripercussioni sul governo"

"Nessuna ripercussione sul governo". Lo assicura Giuseppe Conte dopo la sentenza del Riesame che conferma il sequestro di 49 milioni di euro alla Lega.

"Ne prendo atto, non è mio costume, da quando ho un ruolo istituzionale, commentare un provvedimento giudiziario" ,ha detto il premier da Ischia - dove è in visita sui luoghi terremotati -, "Ma per un partito politico diventa difficile svolgere la sua attività nel momento in cui non c'è la possibilità di avere risorse finanziarie. Bisogna prendere atto che è una difficoltà seria con la quale la Lega, ma sarebbe lo stesso per qualsiasi altro partito, dovrà cimentarsi".

La stessa linea viene tenuta anche da Lugi Di Maio, in giornata punzecchiato dal Pd sul perché non tiene anche in questo caso una linea giustizialista. "Le sentenze vanno rispettate, ma si va avanti e da parte nostra no", non ci saranno ricadute sul Governo. Per il vicepresidente del Consiglio "la sentenza fornisce alla magistratura tutti gli strumenti per recuperare i fondi ma i fatti risalgono ai tempi di Bossi e quindi prima della gestione Salvini".

Commenti
Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 06/09/2018 - 14:36

E ci credo, siete o non siete quelli del cambiamento? Appunto, ministri indagati e nulla di concreto nel cestino. Questo è il governo che rappresenti. Come dicevo altrove, nei confronti di Felpine e le sue denunce, Di Maio fa la figura di un statista. E questo egregio conte la dice lunga sul livello qualitativo di questo governo. Solo che ci chiediamo dove è finito il rigore e l'ortodossia dei grullini? Qualche tempo fa, fatti del genere li avrebbero fatti insorgere con la torcia in mano e la pira già fiammeggiante. Ma ora sono al governo e i ladroni e gli indagati non sono poi così detestabili ne vero? Come cambia il "metodo"... e grillotto nostro che dice? Fico, Di Battista... che dicono sono contenti di quello che combina il loro socio?

Maver

Gio, 06/09/2018 - 15:47

Conte sembrerebbe piuttosto accennare una nota di solidarietà verso la Lega. Discorso indubbiamente apprezzabile.

Andrea_Berna

Gio, 06/09/2018 - 15:54

Eh gia', Atomix... Bei tempi quelli in cui i precedenti partiti "salvavano" le banche fumandosi decine di MILIARDI di contributi degli italiani. Stanziavano 5 MILIARDI all'anno per il business dell'accoglienza di immigrati illegali. Si facevano cogliere con le mani nel sacco mentre il Montepaschi falliva, o si fumavano i soldi dei terremotati. E poi prendevano ordini dalla Germania e regalavano asset critici dell'imprenditoria italiana alla Francia. Bei tempi Atomix. Meno male che la magistratura col suo infaticabile impegno ce li restituira' presto, cosi' saremo tutti piu' belli, piu' felici e piu' onesti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 06/09/2018 - 16:33

Decisione giudiziaria prevedibile. A questo punto sarebbe il caso di sentire cosa ne pensa la gente: rifare le elezioni e vediamo come andrà a finire. No a governi tecnici o cambiamenti in corsa di formazioni politiche della "gestione governativa". Torniamo al voto: Renzi e altri dell'opposizione che problemi hanno? Non si sentono già vincitori? Invece son convinto che l'opposizione si guarda bene dal chiederlo, penso che anche i 5s non ci tengano granchè. Per il momento il governo vada avanti: vediamo quello che sarà capace di fare.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 06/09/2018 - 18:16

Non c'è nessuna sentenza definitiva ma solo il primo grado. E' di fatto una dichiarazione di guerra. E' evidente la collusione dei pidiotion i giudici affiliati a MD, creatura del PD. Un'anomalia da curare con la pena capitale. Ci vorrebbe una legge speciale per arrestare tutta la catena implicata nel tentativo di golpe bianco.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 06/09/2018 - 19:18

Ce lo immaginiamo tutti quello che saranno capaci di fare... E purtroppo, aggiungerei io. Certo è che con l'attuale quadro politico sarebbe ben più difficile la scelta: abbiamo da una parte un popolo leghista indispettito non tanto dalle azioni legali quanto dalla manifesta incapacità del loro capo di fare qualche cosa di concreto. Dall'altra parte abbiamo il popolo grullino che invece si ritiene più che soddisfatto (caso ILVA) ed eternamente grato ad un bamba traditore che gli ha spalancato le porte del governo nazionale. Opposizione? non pervenuti.

vincentvalentster

Gio, 06/09/2018 - 19:46

Le ripercussioni non potranno non esserci

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 07/09/2018 - 09:53

Caro Di Maio, la storia che "Le sentenze vanno rispettate, ..." è una favola inventata dalla sinistra, da tutta la sinistra, per poterci e potere voi politici, suoi nemici, mangiare e divorare meglio, in tutti i sensi. Sì, proprio come diceva il lupo a Cappuccetto rosso. L'obbligo di accettare ogni boiata di questa magistratura politicizzata, dal popolo ormai sfiduciata e, quindi, ..., non è prescritto da nessuna legge in particolare. Quindi sono da rispettare ancora ad oggi, come sempre, solo e soltanto le sentenze divine da tutti, compresi anche i magistrati, e senza "se" e senza "ma". Il resto no, se nemmeno appare, si sente ed è giusto. L’apparire è essenziale in chi amministra seriamente la giustizia.

forzanoi

Ven, 07/09/2018 - 19:20

Pensa cosa non han detto costoro quando si è trattato di Berlusconi. Indecorosi, senza limiti al pudore! Assolutamente inadeguati al ruolo e pericolosi per la democrazia!