Francia, migranti chiusi nel 'bunker': "Ci fanno dormire per terra"

Tra Ventimiglia e Mentone i respingimenti di Macron in Italia. Le accuse alla Francia per la gestione degli irregolari al confine

Dal rapporto del CGLPL sulla visita a Mentone

Il Re è nudo. O forse dovremmo dire il Napoleone dei giorni nostri. Emmanuel Macron e le sue politiche migratorie finiscono (di nuovo) nel mirino per la gestione dei rimpatri al confine con l'Italia. La polizia d'Oltralpe ferma i migranti, controlla i documenti di chi prova ad entrare illegalmente e li rispedisce nel Belpaese. Ma non sempre lo fa trattandoli coi guanti bianchi.

Con la scusa del terrorismo, dal 2015 Parigi ha sospeso gli accordi di Schengen per pattugliare le frontiere, superando (e non di poco) il limite dei due anni imposto dai trattati. La gendarmerie blocca tutte le auto alla caccia di passeur e batte a tappeto i treni provenienti dal Belpaese. Può farlo, per carità. I richiedenti asilo sono disciplinati dal regolamento di Dublino, ma per i clandestini valgono gli accordi tecnici di Chambéry sulla riammissione. E così a Mentone i migranti, o presunti tali, vengono fermati, caricati su un furgone anonimo e trasferiti al confine. E da qui rimpatriati in fretta e furia in Italia.

Dai tempi della crisi migratoria a Ventimiglia le cose sono cambiate parecchio. Ora il flusso si è ridotto notevolmente, senza però spegnersi mai. Abdel è tra i superstiti della sfida. Si nasconde dietro un vagone sui binari "morti" della stazione di Ventimiglia: "Ho provato a passare stamattina, mi hanno rimandato indietro a piedi. Ora sono stanco".

In passato i migranti tentavano la via mare, al confine basso di Ponte San Ludovico, oppure prendevano i sentieri delle montagne. Oggi la maggior parte di loro sale su un treno diretto a Mentone. "Si nascondono anche nei locali elettrici di cui hanno le chiavi", sussurra al Giornale.it un agente italiano. Alla stazione di Menton-Garavan, la prima in Francia, la polizia ferma la locomotiva, sale sui vagoni e controlla i documenti a chi è sospettato di non essere in regola.

"Se non hai il passaporto o il permesso di soggiorno ti fanno scendere", spiega sconfortato un migrante. Poi vieni caricato su un furgone e portato a Ponte San Luigi, il confine alto tra Mentone e Ventimiglia. Se non sono passate le 19, si provvede subito al respingimento. Altrimenti i migranti vengono chiusi in dei container in attesa che il giorno successivo riaprano gli uffici italiani. "Ho passato la notte lì dentro - ci racconta un irregolare - ho dormito per terra. Non ci hanno dato cibo e per bere c'era solo un bicchiere" (guarda qui il video). Il tutto ignorando il pronunciamento del Consiglio di Stato che considera lecito trattenere una persona non più di 4 ore.

Quei "bunker", come li definisce un agente, sono un tabù. Nemmeno la polizia italiana può entrare. "Non abbiamo una foto per degli interni perché ci rifiutano l’ingresso", dice Emilie Pesselier dell'associazione Anafé. Esistono però rapporti ufficiali e dettagliati con tanto di immagini (guarda qui). E non sono una cartolina di cui Macron può andare fiero.

A visitare nel 2017 le stanze della Polizia di Frontiera (PAF) a Mentone fu il Revisore generale dei luoghi di privazione della libertà. Nella sua relazione evidenziava come uomini passassero la notte in "condizioni indegne", stipati in "quattro moduli senza mobili e con i pavimenti sporchi, pieni di spazzatura, cartoni e alcune coperte usate". Le foto, in fondo, lo dimostrano ampiamente (guarda qui). Nel marzo del 2018, poi, un eurodeputato, un senatore e un consigliere regionale francesi organizzano una visita alla stazione di polizia a Ponte San Luigi. "I migranti - si legge nel rapporto - vengono (…) tenuti a forza in locali divisi in due compartimenti. Nel primo blocco ci sono prefabbricati vuoti con interni in metallo senza mobili o riscaldamento disposti in un cortile recintato. (...) Il secondo blocco contiene una piccola stanza chiusa a chiave e situata nell’edificio vicino alla reception del PAF. Ci sono panche, servizi igienici e una cannella per l’acqua".

Oggi, spiega Emilie, "i locali sono sostanzialmente gli stessi". Qualcosa è cambiato, certo. Ma la situazione resta molto critica. "C'è solo il nudo pavimento con i cartoni per terra - spiega un operatore a taccuino chiuso -. E il cesso chimico, da quanto ci riferiscono, è in condizioni pietose".

In questi locali di "15metri quadri" ancora oggi vengono raggruppate "una media di 20-30 persone per notte". I migranti, insomma, hanno meno di un metro quadro a testa per vivere. Per come si comporta al confine, la Francia non sembra nella posizione di impartire lezioni di accoglienza a nessuno. Italia compresa.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 18/07/2019 - 08:22

ottimo sistema per non invogliarli a venire in Francia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/07/2019 - 08:23

E a noi ci dicono che esistono i diritti dell'uomo. Vengono a farci la morale, prima la sx italiana. Scappi da una guerra? I nostri se non avevano cosa mettere sotto i denti, mangiavano pure lucertole abbrustolite, quando scappavano da una guerra.....e non dico altro cosa mangiavano e qui buttano il cibo buono per strada. Un affronto, che dovrebbe essere solo debellato con il non dargli più niente, invece di rincorrere ad accontentarli.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/07/2019 - 08:24

Loro la scusa del terrorismo, noi nemmeno quello dei masacri e stupri, riusciamo a convincere di non farli più venire.

VittorioMar

Gio, 18/07/2019 - 08:31

...non fatelo sapere all'ONU...altrimenti manda gli ISPETTORI "UMANITARI" in ITALIA...la FRANCIA non si TOCCA...ha POTERE DI VETO ALL'ONU e qualcuno dice che FORSE ha vinto qualche GUERRA...FORSE...CREATE TANTE...!!!

amledi

Gio, 18/07/2019 - 08:33

Hai capito i Francesi DURI E PURI? Sbaglio o in televisione non hanno fatto alcuna mensione del caso?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Gio, 18/07/2019 - 08:37

NESSUN PROBLEMA, STANNO SOLO PROVANDO IL NUOVO PIANO MOAVERO SUI CORRIDOI UMANITARI PROPOSTO ALL'U.E.

bongide

Gio, 18/07/2019 - 08:38

Ma quello che mi domando è: "se i migranti vengono respinti in base al regolamento di Dublino che sommariamente associa il migrante al primo paese europeo di ingresso, chi garantisce che gli stessi arrivino per mare e quindi in Italia e non piuttosto dalla rotta balcanica? Nel secondo caso noi potremmo ricondurli in Grecia, in Croazia o in Slovenia? Grazie a chi farà chiarezza.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/07/2019 - 09:04

Ma loro non si considerano razzisti, come i comunisti nostrani. Calunniano però gli altri di esserlo. Difatti, vediamo...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 18/07/2019 - 09:04

venite in Italia gli italiani vi fanno dormire in hotel a 4 stelle vi fanno fare le ferie in zone sciistiche nelle piscine VENITE IN ITALIA..altro che Francia..

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Gio, 18/07/2019 - 09:05

Chissà perché se lo facessimo noi ci ritroveremmo a dover subire gli strali di mezza Europa, viceversa gli altri (in primis i francesi) se ne fregano delle regole internazionali e di quelle europee e nessuno gli dice niente anzi fanno tutti finta che nulla sia accaduto.

obiettore

Gio, 18/07/2019 - 09:25

Sto piangendo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 18/07/2019 - 09:29

Qui la Boldrini tace, non gracchia scandalizzata? Quando anche di fronte alla realtà sbattuta in faccia tutti puntano il dito altrove, siamo ben oltre l'ipocrisia.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 18/07/2019 - 09:35

Beh, sono anche fortunati: immaginate se avessero dormito sopra i chiodi o sopra i pezzi di vetri.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 18/07/2019 - 09:36

In Italia invece dovrebbero farli dormire sopra i ceci.

giovanni951

Gio, 18/07/2019 - 09:37

su alcuni giornaloni ( online) la notizia non si trova, in altri é data il decima pagina......Strano eh?

BoycottPolitica...

Gio, 18/07/2019 - 09:55

La francia è una nazione storicamente tendenzialmente di sinistra. Tra le "doti" della gente di sinistra spiccano sicuramente, tra le altre, incoerenza e vigliaccheria. Quindi predicano bene (soprattutto quando si tratta di attaccare vigliaccamente l'Italia) ma poi razzolano male (quindi perfettamente incoerenti). Equazione banalissima...

Giorgio Rubiu

Gio, 18/07/2019 - 10:41

Siamo solo noi che li alloggiamo negli alberghi e paghiamo il conto all'albergatore per l'alloggio e alle varie Coop per i pasti. Naturalmente i francesi, con la loro consueta puzza sotto il naso e la convinzione di essere i migliori, ci trattano da razzisti e inumani perché vogliamo liberarci del clandestini e impedire l'arrivo di altri. Aspettino che scortiamo le prossime navi ONG in Corsica e guardino come reagiranno i loro concittadini Corsi che hanno "carattere" ribelle e da anni covano sentimenti irredentisti per separarsi da quella Francia che essi NON considerano essere la "Madre Patria". La Francia farà un blocco navale davanti alle coste della Corsica? Probabilmente si; ed il loro blocco sarà giudicato come essi giudicano, adesso, il nostro tentato blocco. Avranno anche loro la loro (o il loro) nuova "Rackete"? Spero di si e stiamo a vedere se il sindaco di Parigi le (o gli) darà la cittadinanza onoraria o se il Governo Francese la/lo sbatterà in galera.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 18/07/2019 - 11:19

@bongide I migranti che arrivano via mare o vengono intrecettati al confine via terra vengono identificati e i loro dati sono conservati in un database europeo a cui tutti gli stati mebri possono accedere quindi si può risalire sempre al paese di primo ingresso

MEFEL68

Gio, 18/07/2019 - 11:33

E Bergoglio cosa dice? In fin dei conti, la Francia è un paese cattolico e come tale dovrebbe cadere sotto la guida morale e spirituale del Santo Padre. Rifaccio la domanda:- E Bergoglio cosa dice?-

kayak65

Gio, 18/07/2019 - 12:46

boldrini, martina ,orfini bergoglio e sinistrati vari ed eventuali...che ne dite? protesterete all'onu, all'europa, alla nato, alla luna, marte o e' colpa di salvini?

Malacappa

Gio, 18/07/2019 - 13:32

Sicuramente prima dormivano in letti con materassi a doc aria codizionata e colazione buffet,con queste comodita' che ci fai qui a soffrire

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/07/2019 - 15:09

@EL Presidente - l'amico @bongide ha detto grazie ha colui che farà chiarezza. Non confondere le idee a lui e a tutto il forum. Meglio se stai zitto, che dire fesserie.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 18/07/2019 - 15:46

chi se ne frega dei CLANDESTINI, a me NULLA !!!

carpa1

Gio, 18/07/2019 - 18:39

bongide - 08:38 -- Semplice; chi cala per primo le braghe se li tiene. E' stata l'Italia del colpo di stato napoletano che con i suoi governi montilettarenzidormiglioni ha poi stabilito le regole, mai scritte anche se applicate, ma che tutti hanno adottato ed ora fanno testo; sono ormai scritte nella "giurisdizione dei fatti" che è entrata nelle teste di cavolo e nessuno più gliele toglie.