Franzoni, la procura fa ricorso contro i domiciliari

La donna, condannata a 16 anni per la morte del piccolo Samuele, è uscita dal carcere il 26 giugno scorso

Finisce di nuovo al centro delle cronache Anna Maria Franzoni, uscita dal carcere di Bologna il 26 giugno scorso e tornata a casa, dove vive con il marito e i due figli. La procura generale di Bologna ha presentato ricorso contro la decisione del Tribunale di Sorveglianza che ha accolto l’istanza di detenzione domiciliare speciale per la donna. La procura chiede che la Franzoni, condannata a 16 anni per l’omicidio del figlio, nel 2002, torni in carcere. Si discuterà del caso in Cassazione.

Nei motivi del ricorso la Procura generale sottolinea il fatto che la psicoterapia prescritta per la Franzoni (ritenuta dai giudici uno degli strumenti che permettono di contenere la pericolosità sociale della donna) può proseguire anche in carcere. Inoltre si sostiene che la detenzione domiciliare speciale non può essere concessa per chi ha figli con età superiore ai 10 anni, come nel caso del figlio minore della Franzoni, che ne ha 11. Il più grande, invece, ha 19 anni ed ha appena fatto la Maturità.

Dopo anni sotto i riflettori, alcuni dei quali trascorsi in galera (è stata condannata a sedici anni, confermati in Cassazione nel 2008) la Franzoni da due settimane è tornata a casa, nel piccolo paesino di Ripoli, sull’Appennino bolognese, dove deve finire di scontare la pena agli arresti domiciliari. Ha il permesso di uscire alcune ore al giorno, anche se trascorre quasi tutto il tempo in casa. Talvolta si allontana per seguire quelle sedute di psicoterapia che le sono state prescritte. Cerca un po' di normalità, da vivere nel suo paese di origine, da cui si era allontanata anni fa per andare a vivere a Cogne, in Valle d'Aosta.

Commenti

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 11/07/2014 - 14:54

SICCOME SIAMO PIENI DI SOLDI E NON C'E' CRISI, CI SI METTE ANCHE LA PROCURA A SPENDERNE UN PO' PER IL RICORSO CONTRO LA FRANZONI. LA GIUSTIZIA E' UGUALE PER TUTTI....QUELLI CHE VOGLIONO SPENDERE.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 11/07/2014 - 15:09

SE e stata condannata , per me oltretutto ha ricevuto poca pena,gli facesserero scontare in carcere tutti gli anni ricevuti fino alla fine .E cominciate a ignorarla questa schifosa genitrice.

magnum357

Ven, 11/07/2014 - 15:36

E' un grande dramma familiare e la Procura vuole accanirsi ad ogni costo contro di lei ma anche contro la sua famiglia: in pratica non farà più la madre a tempo pieno ma le spetta solo il carcere con gran pena per i suoi familiari !!

ANTONIO1956

Ven, 11/07/2014 - 15:51

Non ho alcun interesse verso la signora Franzosi però perché mai un impiegato pubblico si deve prendere la briga spendendo i nostri soldi per fare ricorso ?? capisco un famigliare direttamente coinvolto ma una autorità pubblica ?? perché? è tutto un gioco sporco, se non si chiamasse Franzosi probabilmente nessuno si interesserebbe ... ci sono miglioni di processi pendenti e questo miserabile di impiegato pubblico si accanisce per i domiciliari ?? almeno ai domiciliari le spese le pagherà lei !! Quanto a MARFORIO farebbe bene ad essere più prudente... il fatto che sia stata condannata non vuol dire che sia veramente colpevole... in ogni caso la Franzosi anche fosse veramente colpevole ha fatto male a sé stessa... punizione che le resterà per tutta la vita ..domiciliari o no !!!

T.J

Ven, 11/07/2014 - 15:55

pensate poi all'altro bimbo che ha, che dirà "mamma,mamma, dove è il coltello da cucina" e lei risponderà, nella schiena di tuo fratellino, perche'? perché' piangeva e faceva rumore, quindi.. non farmi altre domande. Qui siamo alla follia.

Ritratto di Zione

Zione

Ven, 11/07/2014 - 16:04

A. V. G. --- (Associazione Vittime del Giudiciume) 11-7-14 --- Purtroppo a causa di felici e squallidi connubi con Colpevoli Connivenze fra eleganti (e scomparsi) Comunisti con SCELLERATI magistrati dagli anni 80 a Torino (e già potenti, Fetenti e Luridi VERMI col pallino della Libera Crocifissione), che si passavano il testimonio e si distinsero molto schifosamente, prevaricando e Ammorbando l'aria nel CSM, nell'ANM, nell'Antimafia, nella Cazzazione (di Esposito ...) e via dicendo. Da allora, si è TRADITO il POPOLO, il Mandato,il Partito e la Libertà, Moralmente e politicamente; ragion per cui gli ASU dell'Asinistra sono sempre in Agonia e specie quando si pensa che ancora oggi, non si capisce più dove si nasconde la Vera MAFIA. Ma di sicuro, quella più perniciosa e Nefasta alberga nelle Criminali Associazioni di questo ignobile e deleterio Giudiciume Rosso, che passati e Falsi Compagni, pur riconosciuti e SQUALIFICATI, hanno generato e fomentato insieme a grassi Crinass e Ricchi BORGHESI. ----- Luoghi immondi, dove ancora questa ringhiante e ostinata Canea che non vuole ritirarsi neanche in decrepita età e INVIDIA sempre il feroce Bava Beccaris che scaricò i cannoni caricati a mitraglia sul tumultuante Popolo; e così con un mare di Sangue, sùbito lo Sterminò e l'accucciò; guadagnandosi con alti e perenni Onori, perfino l'intitolazione della più bella strada del Borg del Fum (Vanchiglietta); ma questi grossi RIFIUTI Umani, queste Tribunalesche Bestie NON pensano, che alzare per loro una Giusta FORCA in piazza Vittorio si fa in fretta e sarebbe un gran tripudio di Gente per una ricordevole e Solenne Festa Nazionale; forse per questo continuano impunemente ad IMPESTARE e succhiare avidamente l'innocente Sangue dei Poveri Cristi che capitano nelle loro Velenose zampe e procedono imperterriti e IRREFRENABILI a Macellare il paziente e Oltraggiato POPOLO, nei "LORO" Tribunali CLOACA e sempre con qualche fedele o asservito sgherro Seviziatore, pronto all'Ubbidienza e all'Omertà, nonchè Vomitevole FALSIFICATORE di Verbali di Arresto, insieme ai suoi tenebrosi Compari. ----- Complimenti agli ASSOLTI del malnato e turpe Processo Mediatrade (della Mediaset ...); ma perbacco quanti Miliardi sprecati, anche per "Missioni all'estero" con le solite Vacanze da 10 e 15.000 Euro a colpo, per relax (nel Lusso e coi soldi del povero Contribuente italiano) che certi Miserabili Felloni tribunalizi si godono girando per il Mondo, con la scusa di acchiappare gli evasori fiscali; così si sollazzano, certi Infami Legulei giudiziari e a quanta inutile Sofferenza bisogna assistere ogni volta, per colpa del Vile Giudiciume (quello Politico e Scornacchiato); ma grazie a Dio che ogni tanto si trovano pure Magistrati ONESTI che seguono anche con rischioso Coraggio, la via Maestra della Giustizia. ----- Grillo, quel bravo Cialtrone e invasato alla Di Pietro (quel viscido "Avvocato"); questo folle Assassino di Limone (o Limonetto ?) questo triste Pregiudicato e interdetto a VITA dai Pubblici Uffici, forse non si rende conto che sproloquiare ad ogni momento a causa della sua Conclamata idiosincrasia contro qualche "supposto" suo (collega Pregiudicato) nel mentre a lui gli turba il sonno e non lo fa dormire, a tutte le Sfortunate persone che hanno la Disgrazia di sentire le sue stupide lamentele ciò gonfia molto i Totani (i marroni, e PALL) ragion per cui in nome della Quiete Pubblica dovrebbe correre subito a farsi curare al Mendicicomio; altrimenti dovrebbe avere il pudore e la Dignità di non farsi vedere troppo in giro e di non dire continuamente Scemenze, Cazzate e Calunnie su tante persone, che al suo contrario sono molto per bene e Benvolute; a cominciare dall'esimio Cavaliere del LAVORO, dottor Silvio Berlusconi, per finire con tutti gli onesti, Coraggiosi e sapienti Giornalisti di Mediaset ed i suoi superlativi Dirigenti.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 11/07/2014 - 16:22

T.J Se per i coglioni ci fosse la pena di morte sareste il primo ad essere giustiziato.

vittoriomazzucato

Ven, 11/07/2014 - 16:45

Sono Luca. Ma che magistratura abbiamo. Una madre che uccide il proprio figlio nel 2002 è già agli arresti domiciliari dopo essere stata condannata definitivamente nel 2008 a 16 anni di carcere. Meritava l'ergastolo. E il marito cosa dice. GRAZIE.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 11/07/2014 - 17:12

Sarà pure vero che ha fatto del male a se stessa ma quel bambino aveva il diritto di vivere.

mezzalunapiena

Ven, 11/07/2014 - 19:08

più che un processo assomiglia molto a una trattativa tra un commerciante e un cliente di passaggio dal momento che non hanno trovato né l'arma né il movente ma siccome c'è un bambino morto ci deve essere un colpevole anche se poi ci sono gli sconti stagionali e questa sarebbe la giustizia italiana.

venessia

Ven, 11/07/2014 - 23:01

si zione abbiamo capito, ma se continui così ti rovini la pellaccia per favore.. sta un po' sereno!

vince50_19

Sab, 12/07/2014 - 07:20

Francamente resto allibito di fronte a questa vicenda che mi appare sempre più dolorosamente grottesca. La giustizia diventa sempre più permeabile, incerta a mio modo di vedere.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 12/07/2014 - 12:30

Nobel per la pace. Immediato.