La fuga dei pensionati all'estero: altri 5mila lasciano l'Italia

Chiamatelo pure esodo. I pensionati italiani chiudono la valigia e vanno via all'estero. Una fuga senza sosta che prosegue ininterrotta da diversi anni

Chiamatelo pure esodo. I pensionati italiani chiudono la valigia e vanno via all'estero. Una fuga senza sosta che prosegue ininterrotta da diversi anni. Circa 500 mila assegni dell'Inps finsicono all'estero. E negli ultimi tre anni il numero dei pensionati in fuga è aumentato di circa 5mila unità. Cosa spinge i pensionati a prefereire l'estero all'Italia? I motivi sono fondamentalmente economici. La meta più ambita, come ricorda anche il Tempo, resta quella della Canarie. Ma occhio ai Paesi dell'Est che sono in rapida crescita. La percentuale dei nostri connazionali in pensione che ha scelto l'Ucraina è aumentata del 307%, quella della Bulgaria del 223%, la Romania del 152% e infine la polonia con un incremento del 105%. Bene anche Spagna col 22% e Grecia col 29%.

Al primo posto tra le mete più richieste come detto ci sono le Canarie dove c'è un bonus fiscale per chi ha figli o coniuge a carico, mentre per chi apre un'impresa la tassazione parte dal 15%. Poi c'è l'iva al 7 per cento e non al 22. Benzina a 80 centesimi al litro. Al secondo posto c'è il Portogallo. Lì le tasse sulla pensione vanno via se il pensionato ha residenza in Portogallo per almeno 6 mesi. Al terzo posto invece c'è la Bulgaria con vantaggi fiscali che di fatto potrebbero rendere ad un pensionato una vita agita con un assegno di appena 800 euro.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 18/10/2016 - 18:03

si dovrebbero vergognare i vostri politici che sono al governo.E voi che li avete votati.Mica scappavano quando c'era Berlusconi.