La Gabanelli contro la cucina stellata: polemica per il suo post

Sulla pagina di Dataroom collegata al Corriere spunta un commento sarcastico a un piatto stellato. E nei commenti si scatena la bufera social contro la Gabanelli

"Questo è un antipasto". Sotto la foto - un po' troppo buia a dire il vero - di un grande piatto bianco con all'interno tre piccoli bocconi. "Non so cosa ho mangiato perché non sono riuscita a sentire il sapore (merluzzo mantecato c'era scritto). Ma questi chef...?!"

Il post, firmato da Milena Gabanelli, è spuntato il pomeriggio del 10 agosto sulla pagina Facebook di Dataroom, la rubrica di datajournalism e anti fake news che cura sul Corriere della Sera. Un post dai toni leggeri, come avvisa lei stessa - "Nulla di pesante", scrive -. Ma che ha scatenato sulla giornalista una vera e propria bufera social.

Dai commenti viene fuori che l'ex conduttrice di Report era ospite nel ristorante stellato Marconi di Aurora e Massimo Mazzucchelli che si trova a Sasso Marconi (Bologna). E che quel piatto non era certo l'antipasto, ma il cosiddetto "amuse-bouche", uno stuzzichino che gli chef offrono ai propri clienti a volte prima ancora che venga preso l'ordine. Una sorta di benvenuto, un biglietto da visita per accogliere gli ospiti del ristorante. E che in questo locale in particolare è composto da quattro stuzzichini, che precedono il pasto vero e proprio o - in caso di menu degustazione - un percorso più completo con il quale lo chef fa conoscere la propria cucina.

"Non volevo andare a parare da nessuna parte... solo farmi due risate...(per una volta)", scrive la Gabanelli nei commenti. Ma sotto al suo post si scatena il dibattito tra chi la difende e attacca l'alta cucina e chi fa notare che un ristorante di quel tipo non offre un semplice pasto, ma una vera e propria esperienza. E che le porzioni sono ridotte solo in caso di menu degustazione perché parte di una serie di portate che spesso comprendono tanti piccoli assaggi dall'antipasto al dessert.

"Comunque il ristorante è piuttosto caro ed i tavoli tutti occupati", chiosa lei, "Significa che le persone gradiscono questa lieve forma di masochismo..."

Commenti

alfa553

Dom, 12/08/2018 - 18:46

Ho avuto una esperienza similare in spagna,una cosa vergognosa letteralmentemvergognosa.Questa gente va messa in galera, o rinchiuderla nelle catacombe e che si mangino fra di loro.

cir

Dom, 12/08/2018 - 18:54

ha perfettamente ragione.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 12/08/2018 - 19:06

Le guide gastronomiche sono tutte a pagamento poi che lo chef sia bravo è tutto un altro discorso. La mia soddisfazione qui è vedere rientrare i soliti clienti che portano amici e la gioia che mi comunicano quando pagando il dovuto mi esprimono con gli occhi a mandorla il loro benessere. Mao Li Ce Linyi Shandong China

edo1969

Dom, 12/08/2018 - 21:31

Grande Gabanelli, io da quei quattro ignoranti di cuochi stellati, beceri saccenti che friggono due uova e che ora sembrano diventati grandi artisti o filosofi non ci metto certo piede, la Cucina vera e buona è una cosa molto più semplice, è quando mia moglie mi fa una tonnellata di tagliatelle al ragù da sfondarsi, o la pasta con le vongole o il vitello tonnato o la torta pasqualina o la crostata alla marmellata e io accompagno con lambrusco o il chinotto o la coca (sìssignori cocacola) o la frittata di cipolle con una peroni gelata (come Fantozzi) e non la si trova certo nei ristoranti stellati specchi per allodole, immagine di questo mondo scemo, imitatori dei francesi, ovvero un popolo che non ride mai.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 12/08/2018 - 21:46

Non sono un fan di Gabanelli, ma questa volta ha ragione da vendere. Questa estrosa forma di gastronomia è un insulto all’intelligenza umana. Ma, come chiude Gabanelli, esistono anche i masochisti che sono felicissimi e godono nell’essere presi per i fondelli. Qualcuno commenta “un ristorante di quel tipo non offre un semplice pasto, ma una vera e propria esperienza.”. Giusto, infatti anche le fregature, le bidonate, i pacchi, le truffe sono “esperienze”; non proprio piacevoli, ma comunque esperienze. “Ma mi faccia il piacere…”, direbbe il buon Totò.

Klotz1960

Dom, 12/08/2018 - 22:02

Le stellette Michelin sono una classica pagliacciata francese che in Italia dovremmo boicottare. Idem per la nouvelle cuisine. Chi paga centinaia di Euro per uscire dal ristorante affamato come un cane randagio e' a tutti gli effetti un povero idiota, francese o francofilo.

il sorpasso

Lun, 13/08/2018 - 07:04

Raramente condivido ciò che dice questa giornalista ma questa volta la condivido al 100%. La vera cucina italiana è tutt'altra cosa: non andrò mai a mangiare nei ristoranti di questi chef stellati anzi sfig.....

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 13/08/2018 - 07:10

Una bella minestra di pasta e fagioli, altro che cibo "stallato"!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 13/08/2018 - 07:57

A KLOTZ 1960, prima di parlare è mai andato a mangiare in uno di questi ristoranti? Io si e precisamente da Paul Bocuse e posso dire che i piatti oltre ad essere eccellenti erano fin troppo abbondanti!! La nouvelle cuisine non riguarda le proporzioni ma bensi' il modo di reinterpretare la cucina! Per il resto Lei puo' continuare tranquillamente a mangiare cio' che vuole!!!

Daniele Sanson

Lun, 13/08/2018 - 09:13

cara Gabanelli l’ignoranza non ha limiti . DaniSan

oracolodidelfo

Lun, 13/08/2018 - 09:14

Signora Gabanelli non si giustifichi. Quando vedo in Tv o leggo le imprese di certi "chef" .....penso che non gli lascerei neanche varcare la soglia della mia cucina!

Happy1937

Lun, 13/08/2018 - 10:19

Comunque io diffido sempre dei ristoranti e degli chef superstellati. Il rapporto qualità-prezzo è sempre fallimentare.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 13/08/2018 - 11:11

la portata di sicuro è mooolto economica.IO gliela tire..pagherei che so...50 centesimi!!XD