Gallipoli, il Samsara dovrà chiudere: persa la concessione

Il noto stabilimento balneare del Salento dovrà chiudere i battenti. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso della società Sabbia d’Oro srl proprietaria del lido

Il Samsara di Gallipoli dovrà chiudere. Lo hanno deciso i giudici del Consiglio di Stato che hanno così respinto il ricorso della società Sabbia d’Oro srl. I proprietari del lido avevano impugnato la sentenza con cui il Tar di Lecce aveva confermato, a gennaio scorso, la legittimità della determina dirigenziale emanata a novembre del 2017 dal Comune di Gallipoli che sancisce la revoca della concessione demaniale per violazione delle disposizioni regionali in materia e sulla base dell’attività ispettiva della Capitaneria di porto.

Il noto stabilimento balneare del Salento, simbolo della movida estiva, la prossima estate non aprirà. Come riporta LeccePrima, secondo la contestazione, la concessione demaniale rilasciata per posa di ombrelloni e sedie a sdraio, in realtà era utilizzata quale area a uso discoteca.

A giugno il Consiglio di Stato aveva esaminato la questione, rinviando la decisione a subito dopo l'estate. Il Samsara è riuscito in questo modo a continuare la propria attività anche per la stagione 2018. Ma per la prossima estate, gli amanti dei beach party e dalla movida dovranno trovare un'altra spiaggia dove fare festa.