La gang che terrorizza i treni: pestano pure i poliziotti

Le tratte tra Milano, Lecco, Brescia e Bergamo prese d'assalto da una banda di minorenni: "Hanno pure le chiavi del treno"

Sono loro a comandare sulle tratte intorno a Milano. Terrorizzano i passeggeri, non pagano i biglietti, minacciano controllori e macchinisti. Sono i membri, molti minorenni, della gang di ragazzini che da giorni devasta i treni sulle tratte Milano-Picenza, Milano-Lecco, Milano-Bergamo e Brescia-Milano. "Hanno le nostre chiavi di servizio, non è una novità, lo sa l’azienda ma anche le forze dell’ordine. Aprono e chiudono le porte del treno quando vogliono. La settimana scorsa, all’altezza della stazione di Lecco, sono entrati persino nel vagone locomotiva mentre il treno era in corsa e hanno minacciato il macchinista".

A raccontare i particolari di questa assurda vicenda è un sindacalista dei ferrovieri, intervistato dal Corriere. "È proprio così — conferma un altro capotreno —nessuno è in grado di fermarli, la Polfer non è presente in tutte le stazioni e anche quando li allertiamo hanno tempi di intervento di circa 30 - 40 minuti. Inoltre proprio ultimamente ci hanno riferito che dobbiamo attrezzarci come le discoteche, con dei nostri buttafuori, che questo non è lavoro per loro".

Se non vi fossero i video a dimostrarlo, sarebbe difficile credere a tanta violenza gratuita. Ma è così. I ragazzi tra i 14 e i 22 anni salgono senza biglietto e pensano di avere il diritto di fare tutto. "Alcuni ragazzini si aggrappano sui corrimano esterni della locomotiva e percorrono interi tratti appesi fuori dal treno. Lo considerano un gioco, una sorta di sfida per dimostrare chi ha più coraggio. Noi controllori siamo impotenti, se li riprendiamo ci aggrediscono, anche perché sanno che non gli succede niente".

Nemmeno di fronte alla presenza di due poliziotti, come si vede in un video mostrato dal Corriere, alcuni ragazzi desistono dalla loro volontà di non pagare il biglietto. E quando i poliziotti cercano di farli ragionare, loro li aggrediscono. "C’è una chat chiusa riservata ai ferrovieri zeppa di episodi di aggressioni, ferimenti, minacce, sputi, liti, strattonamenti", scrive il quotidiano di Via Solferino.

All'arrivo alla stazione di Lecco, poi, inizia lo spaccio di droga. Il cronista del Corriere chiede informazioni su dove comprarla e viene indirizzato verso un ragazzo. In molti scendono dal treno, acquistano e poi risalgono a bordo. Senza che nessuno li fermi.

Commenti

elpaso21

Mar, 23/01/2018 - 19:09

Bisogna cercare di farli ragionare.

fifaus

Mar, 23/01/2018 - 19:20

Basterebbe intensificare la produzione nazionale d'olio di ricino...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 23/01/2018 - 19:30

che biricchini! Voi naturalmente niente, avete famiglia, chi si vuole perdere uno stipendio al giorno d'oggi, meglio farsi massacrare. Io al loro posto andrei armato e succeda quello che succeda,ma nn gliela do vinta.

kytra1936

Mar, 23/01/2018 - 19:37

Intanto, mentre si aspetta che sti dementi ragionino (per quanto probabilmente siano mutanti decerebrati), ed in attesa dell'inevitabile stupro, morto e simili, con codazzo di riunione del Comitato Sicurezza col Ministro (che chissà perché la fanno sempre DOPO) li si prende ad a gruppi di 2 p 3 li si spedisce per qualche anno sui monti a piantare alberi. All'aria pura magari riescono anche a pensare. Così rimboschiamo le vallate e ci leviamo sti delinquenti dalle palle.

Divoll

Mar, 23/01/2018 - 19:57

@ elpaso - un bel po' di paccheroni dove non splende il sole avrebbe piu' effetto. Ci aggiungerei anche un periodo di servizi sociali, tipo lavare i cessi del treno e i vagoni dove hanno sporcato.

Tarantasio

Mar, 23/01/2018 - 20:00

di che razza -pardon- chi sono i padri di questi figli?

venco

Mar, 23/01/2018 - 20:28

beccarli e buttarli fuori dal treno in corsa.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 23/01/2018 - 21:18

E la "nuova" Italia con la quale sarete costretti a CONvivere cari Italiani se date retta a BUONISTI E KOMUNISTI!!! AUGURI!!!!

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 23/01/2018 - 21:41

A volte la tolleranza e l'essere buoni viene interpretato come debolezza o paura. A questo punto bisogna evidenziare rigidità e rispetta, anche se ciò comporta ad usare le maniere dure.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/01/2018 - 23:05

Sanno di rimanere impuniti. Loro ringraziano i sinistri.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 24/01/2018 - 07:33

E prendeteli sti buttafuori, stazione per stazione gli fai fare un bonifica come si deve.

ILpiciul

Mer, 24/01/2018 - 08:12

È chiaro che si sentono protetti; se, putacaso, si applicasse la dottrina "Giuliani" ex sindaco della mela, questi sarebbero tutti, come minimo, senza denti e i loro successori ci peserebbero su prima di avere certi comportamenti.

Treg

Mer, 24/01/2018 - 08:20

Ma perché insistete. Bisogna girare armati, dopo aver cambiato le leggi sulla legittima difesa.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 24/01/2018 - 08:27

la polizia grazie alla legge voluta dalle sx chiamata volgarmente "sulla tortura"!! ha le mani legate.e questi delinquenti,importati e pagati,lo sanno bene

maurizio50

Mer, 24/01/2018 - 08:38

A tanto ci hanno portato i mentecatti del PD che importano africani a go go. E naturalmente le cosiddette Autorità stanno a guardare. Il tutto con la compiacente benedizione del Parroco Argentino e Soci della CEI!!!!

gneo58

Mer, 24/01/2018 - 08:47

Divoli, io avrei soluzioni piu' incisive in modo che siano, giocoforza, agnellini finche' campano.

linus

Mer, 24/01/2018 - 08:53

Pazzesco.UNo stato impotente con dei ragazzotti.Incredibilee intollerabile.In altri Paesi ciò non esiste.Qualcuno scrive di "farli ragionare",sì, a legnate.Basterebbe istituire nuclei di militari con funzioni di polizia ma è troppo difficile per il governo.

VittorioMar

Mer, 24/01/2018 - 09:03

..E' EVIDENTE UN GIOCO TRA LE PARTI,SE I POLIZIOTTI NON REAGISCONO ALLE PROVOCAZIONI..AGGRESSIONI...UMILIAZIONI...OFFESI ED INDIFESI !!...SANNO CHE POTREBBERO PROVARE A CAMBIARE L'ANDAZZO ..SOLO SE VOLESSERO..SE NE RICORDASSERO I 4/ 3 P.V. .....ALLE VOLTE NON SI SA' MAI...!!

Ritratto di Luigi1671

Luigi1671

Dom, 28/01/2018 - 21:30

Tarantasio 23/01/2018-20:00: "di che razza -pardon- chi sono i padri di questi figli?": l'articolo non lo dice, ma ho motivi per supporre che i padri di questi giovani criminali siano (uso un termine costituzionale) di razza afro-islamica. O sbaglio?