Gb, sì alla modificazione genetica degli embrioni umani

Per la prima volta nel Regno Unito un gruppo di scienziati è stato autorizzato a gestire embrioni umani per fini di ricerca

Via libera, in Gran Bretagna, al primo esperimento per modificare geneticamente gli embrioni umani non destinati alla riproduzione. L’Autorità per la fertilità e l’embriologia (Hfea) ha acceso la luce verde: gli scienziati potranno compiere i test per comprendere i primi stadi dello sviluppo embrionale e spiegare, per esempio, cosa accade con gli aborti spontanei. A condurre gli esperimenti, che inizieranno entro qualche mese, sarà il Francis Crick Institute di Londra. La legge vieta che questi embrioni vengano impiantati per dare il via a una gravidanza, anche se sono forti i timori per le sfide di una sperimentazione senza limiti etici.

Nel Regno Unito la legge permette le ricerche sugli embrioni, anche modificati, a patto che questi non vengano impiantati. Nella fase iniziale la sperimentazione sarà fatta su 20-30 embrioni. Ogni 100 ovuli fecondati, aveva spiegato la ricercatrice Kathy Niakan, meno di 50 raggiungono lo stadio di blastocisti, con circa 200-300 cellule, mentre solo 13 arrivano al terzo mese. Per capire cosa determina queste differenze i ricercatori useranno la tecnica "Crispr", che permette di fare un "taglia e incolla" del Dna, per "spegnere" un gene alla volta e capire quali sono quelli fondamentali per lo sviluppo. La ricerca, spiegano i ricercatori, potrà "portare a miglioramenti nella fecondazione assistita, oltre a farci capire di più dei primissimi stadi dello sviluppo".

"Modificare geneticamente un embrione umano per studiare cosa succede nei primi giorni del suo sviluppo - spiega il genetista Edoardo Boncinelli - ci permetterà di capire cosa possiamo fare per prevenire gli aborti spontanei, un problema molto diffuso e importante. Sappiamo che non tutti gli embrioni portano alla nascita di un bambino. Molti non si sviluppano e muoiono nei primissimi giorni. La ricerca britannica ci consentirà di far luce su cosa può andare storto e cosa impedisce la nascita di un bambino". Per il genetista questo tipo di ricerca è "di base" e non avrebbe nulla a che vedere con l’eventualità di far nascere bambini su misura: "Studiare per cercare di capire qualcosa non è mai sbagliato", ha precisato Boncinelli. "Che poi un giorno la scienza ci condurrà verso la creazione di bambini geneticamente modificati non lo possiamo escludere. Non possiamo sapere se questa ricerca sarà l’inizio di qualcosa, ma prima poi qualcuno porterà avanti una ricerca che ci condurrà alla nascita di bambini su misura".

Commenti

agosvac

Lun, 01/02/2016 - 13:04

Questo tipo di sperimentazione è estremamente pericoloso. Si comincia a farlo con la proibizione di impiantare gli ovuli modificati, poi la curiosità ha la meglio e si procede. In pratica questi scienziati si credono così intelligenti e preparati da modificare quel che ha fatto la Natura ( alcuni la chiamano Dio) in milioni di anni di evoluzione!!!

java

Lun, 01/02/2016 - 13:14

gli aborti spontanei sono in misura microscopica rispetto agli altri aborti, quelli per futili motivi. L'aborto spontaneo è il metodo che ha la natura per espellere qualche cosa che non si è formato bene e non sopravviverebbe. La natura è più forte della scienza. Quando si decideranno a fare qualche cosa per i bambini perfettamente sani che vengono abortiti per gioco?

Luigi Farinelli

Lun, 01/02/2016 - 13:23

Intervistato dal Nouvel Observateur (2004),A.Bauer, Grande Maestro del Grande Oriente di Francia ha dichiarato: "Per la bioetica noi siamo per la libertà assoluta di ricerca scientifica contro tutti i divieti morali". La conclusione dell'articolo: "Stanno costruendo sopra le nostre teste un continente a misura di massone: laicismo estremizzato per svuotare d'ogni senso morale la persona, distruzione di qualsiasi eredità religiosa, libertà di ricerca finalizzata alla creazione artificiale della vita umana, derubricazione di ogni sovranità popolare..." E M.Schooyans aggiunge: "Molte pubblicazioni firmate dichiarano il ruolo massonico nella produzione di leggi bioetiche miranti a rendere precario il diritto alla vita, a privare di protezione legale efficace il bambino non nato, il malato, il depresso, proteggendo solo il personale che opera aborto ed eutanasia...". I servi di Lucifero stanno abbattendo il concetto di sacralità della vita umana e pochi se ne accorgono!

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 01/02/2016 - 14:36

@Farinelli, concordo in pieno. Così come muterà l’ambiente naturale esisterà una nuova razza umana creata in laboratorio. Ci stiamo arrivando, ormai le conoscenze scientifiche ci mettono in condizioni di manipolare a piacere i geni. Il futuro, che ci piaccia o no, è nell'ingegneria genetica, al fine di creare una nuova specie umanoide, con migliori potenzialità psicofisiche e caratteristiche che lo rendano più adattabile a condizioni di vita alterate e precarie (come le missioni spaziali) e dotato di più alte capacità intellettuali (ma anche facilmente controllabile). Ma siccome non possono dirlo apertamente (si scatenerebbe la solita battaglia etica), fingono di fare esperimenti per scopi terapeutici. Al confronto di quello che avverrà nei prossimi decenni, gli esperimenti di eugenetica nazisti saranno giochini da ragazzi, roba da “piccolo chimico”.

Dordolio

Lun, 01/02/2016 - 15:14

Tutti hanno sempre strillato condannando gli studi nazisti in questo settore. Però ho notato che da qualche tempo - nel parlare pur diffusamente di quel regime - QUESTO dettaglio "scientifico" viene omesso. Ci deve essere ovviamente una ragione....

i-taglianibravagente

Lun, 01/02/2016 - 15:26

Siamo in mano a questi ORCHI... @Luigi Farinelli, Grazie per il suo post. PERFETTO.

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 01/02/2016 - 16:30

Questi sono fuori di testa. La loro lotta contro la natura è inutile e le modifiche apportate prima o poi si ritorceranno sull'intera umanità.

jeanlage

Lun, 01/02/2016 - 17:23

E' il disperato tentativo di far assomigliare i britannici a degli esseri umani

Trifus

Lun, 01/02/2016 - 18:21

Secondo me il titolo è fuorviante, da quello che ho capito, si tratta di uno studio sugli embrioni per capire come mai la percentuale di successo con la fecondazione assistita sia così bassa. Si parla di un 13% di successo che tra l’altro a me risultava ancora più bassa, e non ci vedo nulla di male a cercare di capire le cause per aumentare la percentuale dei casi di successo. Provate ad andare a chiedere a quelle coppie che non riescono ad avere figli a quanti sacrifici e quante sono le spese a cui si devono sottoporsi senza magari concludere nulla, perché negargli delle possibilità in più? Per quanto riguarda il bambino geneticamente modificato, quello è un sogno o un incubo a seconda dei punti di vista ancora ben lontano da venire.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 21:40

Ve lo dico da molto tempo..... l'insistenza martellante sui "diritti" dei gay non è certo motivata da premura verso i gay (vi pare che chi finora ha comandato guerre sterminatrici in Vietnam, Iraq, Siria si faccia simili pensieri?? noi siamo tutti scarafaggi per chi comanda davvero). La vera ragione è che i gay verranno usati per sdoganare la "necessità" delle GESTAZIONI ARTIFICIALI ossia della PRODUZIONE DELL'ESSERE UMANO, ovviamente a uso e consumo dell'Elite massonica mondialista.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 21:41

L'Occidente mondialista a guida sionista e massonica non poteva che degenerare in questo ABISSO, abominio puro: la mercificazione dell'essere umano, la sua riduzione a prodotto. Orrore puro.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/02/2016 - 21:43

Con la scusa di fornire ai gay il "diritto" alla paternità presto proporranno la gestazione artificiale (già ci sono ricerche). Ossia i bambini verranno PRODOTTI à la carte. E' un orrore. Ma credete forse che i massoni non auspichino un mondo in cui producono un esercito di schiavi?