"I poteri forti dietro le sardine: ci sono lobby gay ed ecologisti"

Don Alfredo Maria Morselli, parroco della diocesi di Bologna, segnala come anche i cattolici siano stanchi dell'accoglienza a tutti costi. Un malessere che può influire pure sulle elezioni in Emilia Romagna

Don Alfredo Maria Morselli, parroco della diocesi di Bologna, è uno di quei consacrati contrari ad un'accoglienza sempre garantita verso tutti. Il sacerdote non ha mai nascosto la sua visione. E il fatto che il prossimo 27 gennaio si voti in Emilia Romagna contribuisce a far sì che, anche all'interno degli ambienti ecclesiastici, emergano posizioni diverse. Il cardinal Camillo Ruini - ormai è noto - è a favore del dialogo con la Lega di Matteo Salvini.

Altri settori ecclesiastici, in specie quelli progressisti, sembrano preferire la sponda del centrosinistra. L'ex ministro dell'Interno, nella regione interessata, ha candidato Lucia Borgonzoni, che è sostenuta da tutto il centrodestra, come presidente. Il centrosinistra, invece, è con Stefano Bonaccini. La sfida sembra essere aperta solo per questi due candidati. Che aria tira negli ambienti di Chiesa? I cattolici, già negli appuntamenti elettorali precedenti a questo, hanno dimostrato di poter giocare un ruolo importante. L'accoglienza, intanto, continua a rappresentare un fattore divisivo.

Don Alfredo, le dichiarazioni di Ruini sul dialogo con la Lega hanno scosso l'Emilia Romagna?

Sono andate di traverso a chi dava per scontato l'unione di fatto tra Partito Democratico e mondo cattolico, il cui assorbimento era dato per scontato, assieme al pensionamento dei valori non negoziabili e della dottrina sociale della Chiesa.

Ma è vero che il cardinal Matteo Maria Zuppi ha scritto un manifesto contro Salvini?

Se allude all'ultimo libro intervista lo sto studiando con grande attenzione. Intanto perché Zuppi è mio Vescovo e quindi devo cercare di comprendere il suo pensiero; da una prima fase di studio mi sembra un programma, se non del tutto estraneo al momento particolare, che va oltre una bagarre elettorale; anche se probabilmente verrà usato da qualcuno per scopi più immediati e concreti.

Quella storia dei tortellini per gli islamici?

È un episodio in sé iper-valutato e iper-criticato, ma è da valutare la reazione popolare: si tratta di un sintomo relativo a come molta gente non sopporti più che l'accoglienza senza criterio degli islamici sia diventata quasi l'unico argomento e l'unico problema.

Nella sua parrocchia ci sono delle "sardine"?

La mia parrocchia è molto piccola e, per quel che posso capire, non ci sono sardine; di fronte al fenomeno mi viene in mente il versetto di Isaia: "Darò loro per principi dei ragazzi, e degli effeminati domineranno su loro". Lobby gay e movimenti giovanili più o meno ecologisti, manovrati dai poteri forti.

Come vede la situazione in Emilia a un mese e mezzo dalle elezioni?

L'Emilia non è l'Umbria, il potere economico delle COOP è molto più forte, come pure il catto-comunismo. Maggiore è anche il degrado nichilista post-comunista. Per cui non dò per scontato nulla; al totocalcio sarebbe una tripla. È dura controbattere con slogan e malcontento un'egemonia culturale pluridecennale; bisognerebbe ragionare a lungo termine, ma i politici hanno troppa fretta pratica.

Zuppi ha siglato un'intesa sul turismo con Bonaccini. E non manca molto all'appuntamento elettorale...

Mi è difficile rispondere a una domanda dove è implicato il mio vescovo; con lui ho un dialogo aperto, ma prima di muovere un'eventuale critica pubblica, vorrei dirglielo in privato.

La Borgonzoni è vista bene dalla base cattolica?

Direi sì, per l'effetto Salvini, soprattutto dai "cristiani anonimi", cioè da quei buoni cattolici che subiscono con sofferenza le omelie "orrizzontali" e mantengono la fede nonostante la pressione del nuovo andazzo.

Però Zuppi ha incontrato Salvini...

Speriamo che si siano fatti del bene a vicenda, con buone influenze reciproche.

Commenti

agosvac

Mer, 04/12/2019 - 15:16

Ma buono, va: ora spuntano anche le lobby gay, lgbt e gli ecologisti della piccola greta!!! Si salvi chi può. Meno male che sono una davvero piccola minoranza!

SPADINO

Mer, 04/12/2019 - 15:27

QUESTI SACERDOTI FANNO ORMAI PARTE DI QUEI PRETI VERI (LA MAGGIORANZA CHE NON URLA) CHE RAPPRESENTANO ORMAI LA "CHIESA DEL SILENZIO" PERCHE' I LORO VESCOVI BERGOGLIANI ALTRIMENTI "SI VENDICANO CRISTIANAMENTE" E LI RELEGANO NELLE PICCOLE PARROCCHIE DI CAMPAGNA. ORMAI NE CONOSCO MOLTISSIMI DI QUESTI SACERDOTI DI ELEVATISSIMA STATURA ORMAI ESILIATI.

bernardo47

Mer, 04/12/2019 - 15:36

Sardine.....lasciatele stare che nuotano molto bene.....

Tenedotante

Mer, 04/12/2019 - 15:59

Nuotano bene, sì, specie nel Mar Rosso... vacanzina a Sharm...?

venco

Mer, 04/12/2019 - 16:01

Lobby gay, ecologisti e droghe libere.

Cesare007

Mer, 04/12/2019 - 16:05

Queste manifestazioni vengono pensate non a livelli nazionali, ma superiori. Hanno luogo in tutti i paesi europei dove la sinistra sta perdendo terreno, ma non possiede nessun programma politico che potrebbe convincere le persone a votarli (quello loro sarebbe austerità, età pensionabile 70 anni circa, porti aperti). Ciò che le unisce sono le apparenti spontaneità, apoliticità, difesa delle giuste cause, il fatto che sarebbero partite dal basso, che posseggono un simbolo che li distingue e che dovrebbe coinvolgere gli altri, perché “è figo essere uno di loro”. In alcuni paesi è stato dimostrato che gli organizzatori, anche se affermavano di essere dei volontari, invece vengono. pagati e anche profumatamente.

valerie1972

Mer, 04/12/2019 - 16:42

Certo don Morselli, dietro le sardine ci sono lobby gay ed ecologisti, dietro la Chiesa cattolica di Bergoglio invece nemmen per scherzo, eh?

donzaucker

Mer, 04/12/2019 - 16:43

Arrivato al "degrado nichilista post-comunista" ho smesso di leggere perché stava diventando ridicolo.

kayak65

Mer, 04/12/2019 - 16:47

si direbbe prese all'amo come boccaloni piu' che sardine

baronemanfredri...

Mer, 04/12/2019 - 17:01

DON MORSELLI SE LA SITUAZIONE ATTUALE DELLA SOCIETA' ITALIANA E' IN CONDIZIONE SEMPRE DI TENSIONE LA COLPA PRIMA DI TUTTO E' DI MORTADELLA, POI TUTTI COLORO CHE HANNO E VOTANO SINISTRA.

baronemanfredri...

Mer, 04/12/2019 - 17:04

SPADINO NON E' SOLO IL TRASFERIMENTO, MA C'E' UN'ARMA MOLTO, MA MOLTO PIU' PERICOLOSA PER I RELIGIOSI DA PARTE DEI VESCOVI, E' IL SILENZIO ASSOLUTO E LA PREGHIERA CON L'OBBLIGO DI NON PARLARE CON NESSUNO. VI E' L'OBBLIO

frabelli1

Mer, 04/12/2019 - 17:16

Era chiaro, questo pesce è sostenuto da qualche cosa. Ora si scopre che sono lobby di gay ed ecologisti. Quindi...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/12/2019 - 21:36

Ma questo pseudocapo amato dalle over 50,cosa gli chiedono di fare??? Le valige!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/12/2019 - 22:25

@kayak65 - esatto.

newman

Gio, 05/12/2019 - 01:33

Nutro grande stima per Don Morselli, sacerdote coscienzioso ed equilibrato, operosissimo nella pubblicistica teologica italiana, molto apprezzato da tutti i cattolici italiani in cerca di un orientamento in questi tempi di grande confusione nella chiesa. Apprezzo il fatto che "Il Giornale" lo abbia scoperto come interlocutore, spero non solo in questa intervista.

Luigi Farinelli

Gio, 05/12/2019 - 01:42

Finalmente una puntulizzazione chiara sul degrado nichilista post-comunista, come detto da don Alfredo. La deriva laicista ha legami col '68 e l'89 quando col crollo del muro di Berlino le ideologie marxiste e engeliane (antifamiglia, pro-aborto, ateo-razionaliste) buttate dalla porta sono rientrate dalla finestra, grazie alle università USA (e di Berlino) che le ha progettate bene bene, facendole propagandare dall'ONU: multinazionali dell'aborto come l'IPPF (un'autentica vergogna umana), l'ecologismo panteista di Gaia e di Greta (senza un minimo di base scientifica), l'attacco al maschile tout court per arrivare all'attacco alla famiglia tradizionale ("l'assassino che ti dorme accanto" con tanto di truffe sulle cifre della violenza contro le donne), il senso morale preso come un orpello medievale, l'individuo schiavo della produzione e del consumo rimbecillito dai media, la "dolce morte" per non pagare il wellfare...

bundos

Gio, 05/12/2019 - 07:52

giovani depressi e senza futuro,un passatempo dopo una settimana di smartphone e playstation

Gattagrigia

Gio, 05/12/2019 - 08:04

Gentile articolista, dietro le sardine oltre alle lobby gay ed agli ecologisti, ci sono Babbo Natale, la befana, Biancaneve e i sette nani. Ma la cosa più clamorosa è, o almeno pare, che sia coinvolta anche Barbie

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 05/12/2019 - 08:05

Lobby Omisessuali...Franco Fante, senatore leghista dal 1994 al 1996, ad affermare che, nella Padania secessionista, il matrimonio gay sarebbe stato possibile, per garantire la vera libertà dell’individuo. Era l’esperienza di Los Padania, dove Los non dà un tono esotico, ma sta per Libero Orientamento Sessuale. C'era/c'e'? anche una cosa simile LIBERALE.... LOBBY ECOLOGISTE??? NON DOVREMMO ESSERE TUTTI FAVOREVOLI A SALVAGUARDARE L'AMBIENTE? SI SI SI SIAMO TUTTI SARDINE... ABITIAMO LO STESSO PIANETA...UN MONDO PIU' EQUO AIUTEREBBE A NON FAR PARTIRE I MIGRANTI.

newman

Ven, 06/12/2019 - 01:03

@ Demetra Guardi non solo alla superfice di questi movimenti ma anche al loro sottofondo ideologico che non é per nulla innocuo ma appartiene alla categorie dei "rifiuti speciali altamente pericolosi". Ció richiederá da Lei quello "sforzo del pensiero" (Hegel) che non sembra Le sia congeniale.