Germania, niente "HH" nelle targhe: "Alludono al saluto nazista, Heil Hitler"

In alcune città tedesche, ai cittadini che devono scegliere come nominare le loro automobili imposti divieti severi: niente "A" e "H", le iniziali del Fuhrer, ma neanche "DDD", che in tedesco significa "Germania ai tedeschi"

Vietato utilizzare "HH" nelle targhe in Germania. Il motivo? La possibile allusione al saluto nazista "Heil Hitler". Anche se sembra impossibile, è accaduto veramente. Secondo quanto riportato da Italia Oggi, nei giorni scorsi, il tribunale di Münster, in Westfalia, in Germania, ha deciso di proibire l'utilizzo della doppia lettera "HH" nelle targhe delle automobili. Forse per un eccesso di politicamente corretto, fatto sta che il proprietario della macchina in questione ha fatto appello al tribunale, ma ha perso.

Tutti i divieti tedeschi

Con il diffondersi del populismo e dei movimenti di destra, soprattutto in Germania, l'attenzione al politicamente corretto si è fatta più serrata. Quindi non solo "HH" (che rievoca lo slogan del terzo Reich con cui si salutava il Fuhrer) non si può utilizzare, ma è proibito scegliere anche "HJ", che potrebbe stare per "Hitler Jugend", la gioventù nazista. Oppure, ancora, il numero 88, che rievoca per due volte l'ottava lettera dell'alfabeto, che è proprio "H". Sulla stessa scia, non è possibile scegliere nemmeno il 18, perché entrambi i numeri porterebbero a indicare la prima e l'ottava lettera, ovvero "A" e "H", le iniziali di Adolf Hitler. E niente 84, per la stessa ragione: contando le lettere si costituirebbero le iniziali di "Heil Deutschland". Non si usa nemmeno 444, che sta per "DDD", sigla potenzialmente amata dai razzisti, che significherebbe appunto "Deutschland den Deutschen", la "Germania ai tedeschi". Ma le motorizzazioni in Germania (non tutte) non prestano attenzione soltanto alle iniziali degli slogan tedeschi, ma anche a quelle inglesi. Meglio non scegliere il 192, che significa "Adolf is back". Niente "SA" e, ovviamente, niente "SS". Ma neanche "OP", che sta per "Ost Preussen", la Prussia Orientale (ora diventata polacca), che stuzzica chi sogna quella riconquista.

I divieti non sono ovunque

Ma le interdizioni non sono tutte uguali. Perché se è vero che è proibito utilizzare la doppia "H" a Münster, è invece lecito sceglierla ad Amburgo. Il tutto perché la città anseatica ha rinunciato alla sola "H" (la sola lettera a cui hanno diritto le metropoli) per usare "Hanseatic Hamburg". Ma se le iniziali dei cittadini dovessero coincidere a dei riferimenti nazisti, le regole parlano chiaro: niente permesso. Non vanno bene nemmeno le allusioni esoteriche, sataniche o che possano ricordare il terrorismo. Quindi nemmeno "IS", la sigla dello Stato islamico.

Come funzionano le targhe tedesche

A differenza dell'Italia, dove qualche anno fa tutti i cittadini furono costretti a cambiare le targhe, non più con le sigle delle città di provenienza, ma con le lettere dell'alfabeto, in Germania le località che hanno diritto a una dicitura erano circa 490. La pratica del cambio di targa, oggi, là risulta più semplice ed economica e, secondo quanto riportato dal quotidiano, è possibile scegliere una sigla personale, purché non sia già occupata. Vanno bene date di matrimoni, anniversari, iniziali di persone o di figli, date di nascita o avvenimenti importanti.

Commenti

anita_mueller

Mer, 20/11/2019 - 11:18

In Germania se ti trovi in un Biergarten e durante una bevuta ti ritrovi in qualche modo a parlare di nazismo anche in modo solamente allusivo, puoi rischiare di ritrovarti dopo un po' due poliziotti che ti invitano a seguirli in centrale: i tedeschi sono purtroppo un popolo che ha deciso di seppellire ogni ricordo riguardo al nazismo e invece di parlarne pacatamente e obiettivamente preferiscono far finta che non esiste. C'è solamente qualche museo dell'olocausto voluto dagli ebrei o istituito per far piacere agli ebrei e colmare quindi quel grosso senso di colpa di cui si vuole far finta che non sia mai esistito.

krgferr

Mer, 20/11/2019 - 11:31

Ormai, al punto cui sono giunti, sono convinti che per pagare le loro colpe storiche non resti che il suicidio collettivo riparatore; per il momento da ottimi tecnici ed organizzatori quali sono, stanno ovviamente verificando la congruità degli effetti sul resto degli europei: hai visto mai che poi la soluzione non risulti efficace. Saluti

gneo58

Mer, 20/11/2019 - 12:11

HH - sulle targhe tedesche identifica Amburgo ed e' "da mo'" che le emettono.

pinetax

Mer, 20/11/2019 - 12:59

Ditemi a che cosa serve e perche' non vietare anche il numero 88? l'88 viene usato al posto di HH. La lettera H e' infatti l'ottava dell'alfabeto. Credo che continuare a vietare non faccia altro che spingere verso altre forme di manifestazione e di appartenenza. Ad esempio vietiamo anche HH nella marca Helly Hansen, fondata nel 1877?? Scusatemi, ma per me non serve a nulla, e' solo demagogia spicciola.

cgf

Mer, 20/11/2019 - 13:00

ovviamente KPRF, Kommunistische Partei der Russischen Föderation (KPRF), o KPSU è ammesso così come KPC-Kommunistische Partei Chinas

Ritratto di llull

llull

Mer, 20/11/2019 - 13:22

Accaduto veramente ad un mio conoscente della provincia di Sassari in vacanza in un paesino della ex-yugoslavia, oggi Croazia, circa trent'anni fa. Una signora di una certa età prese a sputare sulla targa della sua automobile perché era targata SS. Una sigla che le procurava evidentemente ricordi dolorosi.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 20/11/2019 - 13:39

Non cambia perché è il nome del Land, come poi il simbolo sotto a quello della revisione identifica. HH rimane, non si può ripeterlo nella parte personalizzabile. Che poi sia una pensata bizzarra e discutibile, su questo non commento, non ne vale la pena. Sono di Hannover, H, non ho mai personalizzato le targhe di nessuna delle mie auto attuali, quindi non mi pongo il problema.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 20/11/2019 - 13:54

credevo i tedeschi più seri ma vedo che sono agli stessi livelli degli italiani!

baronemanfredri...

Mer, 20/11/2019 - 14:56

SI VA SEMPRE PIU' ALL'IDIOZIA OCCIDENTALE-COMUNISTA.

Ritratto di FraBru

FraBru

Mer, 20/11/2019 - 16:02

Bah, sarà anche così, ma nella zona in cui io abito da oltre 30 anni di targhe del genere ne vedo tante; ad esempio, dato fermo HD per il Kreis (sarebbe la provincia) del tipo: HD-AH 1234 (Adolf Hitler), oppure HD-HJ 1933 (Hitler Jugend 1933!), o addirittura HD-SS 4321 (SS non abbisogna di commento). Ma la Germania è uno stato federale e ogni Land (regione) o perfino Kreis (provincia) può adottare provvedimenti e/o divieti propri, se conformi alle sue competenze...

SPADINO

Mer, 20/11/2019 - 16:20

PENSAVO CHE SOLO GLI AMMINISTRATORI POLITICAL CORRECT ITALIANI FOSSERO FOLLI INVECE CE NE SONO ALTRI

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 20/11/2019 - 16:30

Attaccarsi a queste cose per "rinnegare" un passato vergognoso è veramente ridicolo. Si possono fare cose più intelligenti.

disturbatore

Mer, 20/11/2019 - 17:24

Secondo me´qui si fa´molta confusione . 1) Le targhe tedesche prevedono che le prime lettere indichino la Provincia ( Kreis ) di appartenenza . La terza e quarta lettera r la cifra di 3 o quattro numeri la si ottiene automaticamente oppure si puo´scegliere pagando circa 20 euro . Esempio Amburgo ha la targa HH - XX 0000 - HH sta´per Hansestadt Hamburg ( Cittaß Anseatica ) . Per cui le targhe HH in Germania non si possono proibire . Cio´che si puo´vietare sono le lettere terza e quarta ed evemt. i numeri dopo . Sono queste il motivo del conflitto . Questo dimostra che dopo 70 anni la Germania conserva , a ragione molte delle paure che li porta poi a voler strafare ed a sentirsi un gradino piu´alto degli. Scambio di targa ??? Non mi risulta che una targa la si possa usare contenporaneamente su diversi veicoli senza una procedura burocratica .

flip

Mer, 20/11/2019 - 18:06

allora i "fasci Littori" degli antichi romani cosa provocano nel vuoto della testa dei konunisti nostrani? oppure "una fascio di fogli????

flip

Mer, 20/11/2019 - 18:12

un komunista che aveva diversi quotidiani sotto il brqaccio gli fu chiesto: dove vai con quel 'fascio' di giprnali?

GPTalamo

Gio, 21/11/2019 - 03:01

Mah, qui negli USA uno per 50 dollari si puo' personalizzare la targa. Io per esempio ho messo il mio cognome nella targa della mia moto. Se le mie iniziali fossero state H.H., come per esempio Helmut Haller, il vecchio giocatore della Juventus, non mi avrebbero certo impedito di farlo.

QuebecAlfa

Gio, 21/11/2019 - 07:50

Per fortuna questa limitazione non esiste per i nominativi internazionali di stazione di radioamatore in Bundesrepublik Deutschland rilasciati dal Bundesnetzagentur. Sono stati rilasciati i nominativi DL1HH (DL è il prefisso internazionale per la Bundesrepublik Deutschland), DL3HH, DL4HH, DL6HH e DL8HH.