Giordania, intervista in mutande per l'analista politico: "Troppo caldo"

Majid Asfour, intervenuto nella trasmissione via Skype, è stato smascherato dal figlio che ha condiviso il video su Twitter

Intervista via Skype in mutande. È quello che ha fatto Majid Asfour, noto analista politico della Giordania, intervenuto sul canale televisivo Al-Jazeera.

L'esperto è intervenuto in trasmissione via Skype, probabilmente per l'impossibilità di recarsi in studio. Vedendosi solo il viso, l'uomo ha indossato camicia e giacca per la parte superiore del corpo e niente sotto. O meglio, solo le mutande. Il giornalista, così come i telespettatori, non si sono accorti di nulla. Peccato però che l'analista politico sia stato smascherato proprio dal figlio Manaf che, dopo aver girato un breve video, ha pensato bene di condividerlo su Twitter.

Asfour non si è però scomposto. Ha spiegato che nella sua abitazione faceva troppo caldo, più di trenta gradi e che quindi ha deciso di non indossare i pantaloni. Le immagini sono diventate virali in brevissimo tempo tanto che l'esperso ha commentato: "Ho lavorato per anni nel mondo dei media ma è la prma volta che riscuoto tanta popolarità".