Gogna per chi sporca: foto esposte in piazza

La crociata del sindaco di Gattinara contro i cittadini sporcaccioni: "Non solo saranno multati, ma la loro immagine sarà esposta in piazza"

"Gogna pubblica". Chi verrà sorpreso a sporcare le strade del paese, sarà fotografato ed esposto al pubblico ludibrio. È così che il Comune di Gattinara, paese di 8.300 anime nel Vercellese, ha deciso di fare la guerra ai cittadini maleducati e "sporcaccioni".

"Chi verrà beccato a insudiciare il nostro Paese - spiega il primo cittadino, Daniele Baglione - non solo sarà multato, ma la sua immagine verrà esposta in piazza". Il sindaco ha invitato tutti i cittadini a segnalare chi abbandona i rifiuti in strada o non pulisce gli escrementi dei cani all’indirizzo mail chisporcapaga@gmail.com. "Chi, anche solo pensa di sporcare la nostra Gattinara - avverte Baglione - sappia che d’ora in poi, oltre a pagare con il proprio portafoglio sarà messo alla ’gognà in modo che tutti possano sapere chi è lo 'sporcaccione'!".

Commenti
Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 23/04/2015 - 15:08

Mi sembra una totale idiozia, in violazione della legge sulla privacy (DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 2003, n. 196), in particolare per quanto riguarda i "dati giudiziari". La "gogna mediatica" non solo non è prevista da nostro ordinamento, ma chi la subisce può anche chiedere un risarcimento per i danni subiti. Il sindaco farebbe bene a ripensarci ...

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 23/04/2015 - 16:18

Fa bene, purtroppo ci saranno i soliti voncioni che avranno da dire qualche cosa in nome della privacy.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 23/04/2015 - 16:23

Caro Signor Libero Pensiero, dato che lo Stato può spudoratamente andare sui NOSTRI conti correnti bancari per vedere come e cosa facciamo con i NOSTRI soldi e ficcanasare nella nostra vita privata,ritengo che la Legge sulla privacy sia da considerarsi superata. Comunque davanti alla nostra sede ci sono le immagini riprese dalle nostre telecamere di due maleducati con relativi cani al seguito che hanno insudiciato il marciapiedi senza pulire. Le posso assicurare che da oltre due anni le immagini ben plastificate sono lì, nessuno si è azzardato a fare richiesta danni e da allora nessuno ha mai più sporcato davanti ai nostri uffici.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 23/04/2015 - 16:58

@ContessaCV, intanto la finanza non entra sui conti correnti per divertimento, ma a seguito di indagini giudiziarie o per accertamenti tributari, nell'interesse della collettività (almeno così prevede la legge). Che la gogna per immagini possa funzionare come deterrente non lo metto in dubbio (anche nel medioevo funzionava quella originaria con le persone fisiche messe in mostra in piazza dove tutti le potevano sbeffeggiare e lanciare le verdure ...), il punto è che è illegale. Se finora non hanno fatto causa non è detto che non lo facciano in futuro. La legge sulla privacy è in vigore e non è affatto superata (lo decide Lei che è superata?). Io vi consiglio di togliere le immagini, e di ricorrere a deterrenti legali.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Gio, 23/04/2015 - 17:38

@ Libero Pensiero Le assicuro che la gogna di immagini è utilissima specialmente quando c'è un bel cartello esposto che dice "Zona video sorvegliata chi sporca verrà ripreso dalle telecamere di sorveglianza e le immagini consegnate alle forze dell'ordine" Quindi solo un idiota maleducato può essere così stupido da far fare i bisogni al cane in quella zona. Seconda cosa non siamo così sciocchini da rendere troppo visibili i volti, ma gli abiti dei maleducati,i loro berrettini da deficiente ed i due cani entrambi di razza e ben grossi si vedono molto bene e così tutto il vicinato sa chi sono. Ha forse un articolo di Legge sulla privacy dei cani??

carpa1

Ven, 24/04/2015 - 09:21

Un caloroso augurio al sindaco di Gattinara! Fino ad ora (non parlo di Gattinara ma ovunque mi capitasse di trovarmi con qualcuno che getta per terra mozziconi, pacchetto di sigarette vuoto od altre cose) all'invito a non lordare il suolo pubblico mi sono sempre beccato un bel "fatti i cxxxi tuoi". Questa è l'educazione del cittadino medio italico che, quando non perseguito a dovere, si sente libero di fare, non io, ma lui sì i cxxxi suoi. Poi, come giustamente fa notare "liberopensiero" nel nostro paese esiste la totale protezione per questi imbecilli maleducati che li esonera dal comportarsi educatamente in quanto possono, con cavilli giudiziari, cavarsela egregiamente in qualsiasi situazione. Io sono sempre del parere che una sana bastonatura vale molto più di qualsiasi altra pena (quella nessun giudice o legge potrebbe togliergliela una volta subita).

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 24/04/2015 - 12:13

@ContessaCV e carpa1, capisco il vostro desiderio di punire chi sporca il suolo pubblico. Il punto è che non ci si può fare giustizia da soli. Per punire i reati e i comportamenti illeciti ci sono la magistratura e le forze dell'ordine, laddove queste ultime possono elevare le multe previste dalla legge. Inventare una pena aggiuntiva a quelle previste, come la "gogna per immagini", è una operazione non solo contro la legge sulla privacy, ma totalmente antigiuridica e incostituzionale. Perché viola il principio della legalità penale (art. 25 Cost: "Nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso”). ContessaCV dice che non c’è una legge sulla privacy dei cani, ma il problema è che si può comunque risalire alla persona, quindi è una pena illecita. Un buon avvocato farebbe vedere i sorci verdi sia a Baglione che a quelli come Contessa.

carpa1

Ven, 24/04/2015 - 15:47

@liberopensiero77. Dice bene lei, ci sono forze dell'ordine e magistratura. Ed è proprio per questo che siamo arrivati dove siamo, basta vedere come e quando vengono applicate le sanzioni. Certa gente capisce solo le sanzioni, quando bastano, ma se non vengono applicate neppure quelle rimane solo l'anarchia, quella che viviamo al giorno d'oggi; la più totale mancanza di rispetto per gli altri. Una marea di leggi, regolamenti ed aggiungiamoci pure una costituzione, assolutamente inutili e sistematicamente calpestate. Auguri a figli e nipoti che non conosceranno mai il significato di convivenza civile, ma solo inciviltà e menefreghismo.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 24/04/2015 - 16:46

@carpa1. Egregio, io La capisco. Il fatto però che il sistema funzioni male e vada riformato al più presto, non giustifica il ricorso all'arbitrio. "Nulla poena sine lege", dicevano i latini, massima ancora valida. Sa a me cosa è successo? La Provincia di Roma tempo fa mi mandò una multa (con tanto di bollettino ...) perché non mi ero fatto trovare a casa per un controllo sulla caldaia. E sa quando mi era arrivato l’avviso dell’appuntamento (peraltro stabilito arbitrariamente da loro)? Dopo la data stabilita, cioè era per me impossibile sapere che sarebbe venuto il tecnico per il controllo. Naturalmente mi sono guardato bene dal pagare la multa, anche perché ho poi scoperto che la delibera provinciale che stabiliva la multa era illegittima, cioè non c’era una legge che la prevedeva. “Nessuna pena senza una legge”, è un principio a garanzia dei cittadini, se ne ricordi.

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 24/04/2015 - 17:28

@liberopensiero77 - Se la magistratura e le forze dell'ordine funzionassero a dovere non avremmo case occupate da rom ed extracomunitari, non ci sarebbe uno Stacchio costretto a sparare per difendere una giovane da una rapina, non vedremmo libero un albanese che contromano ed ubriaco in autostrada ha ucciso 4 ragazzi francesi e sa per quanto posso andare avanti? Questo è uno Stato allo sbando, corrotto e marcio fino al midollo pieno di leggi inutili che non vengono fatte rispettare e quindi la cosa migliore da fare è " ognuno per sé e Dio per tutti".

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 27/04/2015 - 16:37

@ContessaCV, i veri liberali dovrebbero invocare lo Stato di diritto, non il far west.