Il governo salva i funzionari del Fisco

Continueranno a percepire lo stesso trattamento economico "a titolo individuale e in via provvisoria" e a svolgere le relative mansioni i funzionari dell’Agenzia delle Entrate, retrocessi in seguito a una sentenza del Tar

Continueranno a percepire lo stesso trattamento economico "a titolo individuale e in via provvisoria" e a svolgere le relative mansioni i funzionari dell’Agenzia delle Entrate, retrocessi in seguito a una sentenza del Tar. È quanto prevede un emendamento Pd alla legge di Stabilità, approvato dalla commissione Bilancio del Senato. L’emendamento appena approvato sana la situazione di circa 700 funzionari delle agenzie fiscali retrocessi dalla terza alla seconda area per un vizio procedimentale del concorso.

La proposta prevede che "al fine di evitare un pregiudizio alla continuità dell’azione amministrativa" tali funzionati continuino a percepire lo stesso stipendio e a svolgere le stesse funzioni "nei limiti della facoltà assunzionali a tempo indeterminato e delle
vacanze di organico previste per le strutture interessate".