Grattacielo in fiamme a Londra, ecco chi sono i due italiani dispersi

Gloria Trevisan e Marco Gottardi, entrambi 27ennei, lei di Composanpiero (Pd) e lui di San Stino di Livenza (Ve). Entrambi architetti, erano a Londra per lavoro

Sono veneti i due dispersi italiani nella tragedia del grattacielo che a Londra ha preso fuoco e ha ucciso 12 persone e ne ha ferite oltre 70. Si chiamano Gloria Trevisan e Marco Gottardi, entrambi 27ennei, lei di Composanpiero (Pd) e lui di San Stino di Livenza (ve).

Da tre mesi i ragazzi erano nella capitale britannica per lavoro. Secondo quanto emerso fino ad ora, i due ragazzi vivevano al 23esimo piano del condominio andato in fiamme questa mattina. Subito il fratello di Gloria, secondo quanto scrive il Gazzettino, ha preso il primo volo per Londra in modo da cercare quante più notizie possibili. I giovani infatti sono ancora dispersi. Quando hanno visto le immagini del grattacielo in fiamme, i familiari di Gloria hanno cercato di mettersi in contatto con la figlia. Senza però ottenere risposta. Il telefono squillava, senza che però nessuno rispondesse. Poi la linea è definitivamente caduta.

Difficile fare ipotesi al momento. I due ragazzi sono architetti e adesso tutta Italia prega per la loro sorte. Come ha pregato su Facebook tutti i suoi contatti la cugina di Marco, Pamela Pizziolo, che ha lanciato un appallo ai social nella speranza che qualcuno possa fornire informazioni sul fratello. L'appello è corredato con una foto: l'ultima che Gloria e Marco si sono scattati a Londra.

Intanto contununo le operazioni dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine per mettere in sicurezza l'area antistante il grattacielo. Le vittime accertate sono 12, moltissimi i feriti. Si spera ancora per i dispersi e per le persone ricoverate in gravi condizioni.

Commenti

seccatissimo

Gio, 15/06/2017 - 04:47

x Claudio Cartaldo Ma siete proprio ignoranti e parzialmente analfabeti voi giornalisti! I due dispersi italiani (speriamo tanto, tantissimo che si siano salvati anche se ammaccati) hanno 27 anni e per tanto non sono più ragazzi ma sono rispettivamente una donna ed un uomo !

Holmert

Gio, 15/06/2017 - 07:33

Grande tragedia ha colpito le famiglie dei due giovani.Sicuramente morti nel rogo. Che pena, che pena! In Italia i nostri ineffabili sinistri con a capo Bergoglio, il papa politico-comunista,(ha detto lui che cattolico non esiste) pensano a sistemare gli africani, mentre i nostri giovani debbono andare ad elemosinare un lavoro all'estero,come la povera ragazza uccisa a Berlino dal kamikaze. Eppure gli italiani continuano a votare questi sciagurati. Che pena e che rabbia che mi rode dentro,nel vedere ridotta così la nostra Italia.

dondomenico

Gio, 15/06/2017 - 10:34

Ehi..Seccatissimo..ti sembra questo il caso per "pontificare" sulle capacità intellettive del giornalista che ha redatto l'articolo?

Ritratto di Zione

Zione

Gio, 15/06/2017 - 18:06

Seccatissimo, si vede che sei ancora ragazzo; o quantomeno hai poca esperienza della Vita e dell'Etica. Ma non lo sai che per gli ADULTI Seri, i Giovani sono sempre Ragazzi, e quindi l'unico commento "Giusto" che si possa fare in una così Grande TRAGEDIA, ritengo sia quello di Auspicare a queste Angosciate FAMIGLIE una Lieta conclusione di questa sconvolgente "Disgrazia".