Hacking Team spiava anche Bossetti: "Prove a rischio"

Il softaware Galileo spiava anche il muratore di Mapello: "Lo abbiamo incastrato"

Il softaware Galileo, il sistema violato e che ha fatto scattare l'allerta nei piani alti di Hacking Team, spiava anche Massimo Bossetti. Secondo i documenti pubblicati dopo l'attacco informatico alla società emergono alcune mail, come racconta il Giorno che potrebbero testimoniare come Hacking Team abbia aiutato i Ros nelle indagini sul muratore di Mapello nel caso Yara. "Diamoci una pacca sulla spalla. I Ros – scrive Marco Valleri, uno dei manager della società – ci hanno da poco contattato, ringraziandoci per il prezioso contributo dato da Hacking Team e da Remote Control System (programma di cui Galileo è una suite, ndr) per la buona riuscita di una loro operazione. Chiunque abbia visto un Tg ieri sera dovrebbe sapere di cosa parlo". Ma adesso proprio quelle prove raccolte dall'Hacking Team potrebbero essere ribaltate.


"La questione è seria - spiega Giovanni Battista Gallus, avvocato esperto in diritti digitali a La Stampa -È chiaro, ogni indagine fa storia a sé e le restanti prove potrebbero rivelarsi sufficienti, ma da oggi qualunque difensore potrà cercare di mettere in dubbio la validità delle prove raccolte". Dai pezzi di codice pubblicati da chi ha hackerato Hacking team, qualcuno ha riconosciuto una backdoor, un modulo per inserire nel computer sorvegliato file, come ad esempio prove false, da parte di chiunque. Ed è su questo punto che i legali difensori potrebbero far leva per definire inattendibili le prove raccolte.

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 11/07/2015 - 14:12

quando la tecnologia viene usata come arma contro l'uomo e la persona. Che schifo e che vergogna per chi fa ricorso a questi mezzi vigliacchi e disumani. Chiunque di voi cittadini potrebbe essere incastrato con prove costruite e fasulle, peggio del fascinazismo

Ritratto di Japiro

Japiro

Sab, 11/07/2015 - 14:12

Di prove ne basta..e avanza...una sola quella del DNA Nucleare, se poi ci aggiungiamo l'essere presente in quei luoghi e in quegli orari, l'essere senza un alibi, oltre ad essere anche un calunniatore.. abbundandis in abbundandum (come disse Totò)Il resto sono solo fantasie...

mariolino50

Sab, 11/07/2015 - 14:33

Ci rompono le scatole con le firme sulla privacy, poi lo stato ha gli hacker che si infiltrano nei computer, e ci possono mettere di tutto, vero e falso a piacere, nessuno è più al sicuro, ti possono accusare di qualsiasi cosa. Quello che si trova sui computer non dovrebbe essere ammesso come prova, e nemmeno le intercettazioni, sono solo parole.

Raoul Pontalti

Sab, 11/07/2015 - 15:55

Certamente! Come no! La prova del DNA fu costruita al computer e il relativo file trasmesso come infettante sul PC dello pseudobossetti senior...Fuor di battuta: cosa si vuol propinare facendo l'ennesima caciara? Che le prove nella cui raccolta collaborò Hacking Team sarebbero nulle perché trafugate? No ovviamente perché sono agli atti ben prima del trafugamento. Che Hacking Team abbia potuto infilare qualche stranezza nel PC di Bossetti? Può essere...Ma come mai la presunta vittima dei perfidi RIS non se ne è accorta e anzi ha detto che le stranezze (ossia le videoporcate sul PC)le guardava insieme con la moglie che a sua volta avrebbe confermato? Invece di arrampicarsi sugli specchi basta sostenere la tesi che chi è bugiardo e discende da un nucleo familiare in cui nessun figlio porta il cognome del vero padre è immune da pena.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 11/07/2015 - 15:56

Benvenuti al the Truman Show!

Ritratto di Altea

Altea

Sab, 11/07/2015 - 16:16

Bossetti rimane innocente a vita come può essere la condanna a vita da innocente, perché cosi vogliono le persone incapaci a trovare la persona veramente colpevole e inventano spie e contro spie per poter tenere dentro e a dirittura cancellarla anche la vita se e necessari per inquirenti e importante che il loro cullo rimane pulito, me se condannano Bossetti che non centra proprio niente, a loro non i frega. Rispondo anche Dragon_Lord che questi no sono fascinazismo, ma COMUNISTI veri perché solo loro possono condannare persone vino alla morte come innocenti.

lento

Sab, 11/07/2015 - 16:32

Tutti possono sbagliare anche i giudici..Capito questo si puo' andare avanti nel processo a Massimo Bossetti.

tonipier

Sab, 11/07/2015 - 16:37

" LE PAGLIACCIATE ITALIANE" meglio un innocente nelle patrie galere, che 100 ergastolani fuori.

Fire_3

Sab, 11/07/2015 - 17:42

Bossetti andrebbe subito scarcerato, anche se avesse ucciso Yara, la pena di aver dovuto subire le difese di Stock e Dordolio vale più di un ergastolo espiato Buona liberazione Fire

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 11/07/2015 - 18:15

Il fatto è che se i giudici non liberano i colpevoli veri, sia loro che i poliziotti hanno finito di lavorare o di far finta di lavorare. Bossetti è un caso a parte, gli serve per far nascere, con enormi spese e nell'interesse di chi incasserà, tutto i nuovi reparti d'indagine da laboratorio sul DNA e tutto il suo indotto. A parte questo, riconoscere Bossetti innocente si darebbero la zappa sui piedi da soli sulla responsabilità penale e civile dei magistrati, tuttora in discussione in Parlamento. Bossetti è destinato a essere condannato anche se innocente.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 11/07/2015 - 18:51

Invito a leggere un post che Il Giornale ha pubblicato qui a proposito della questione Bossetti e DNA. Spero vi aiuti a capire che i conti non tornano. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/caso-yara-bossetti-mi-sento-pi-tranquillo-gi-scontro-sul-dna-1148325.html#comment-5703428

eloi

Sab, 11/07/2015 - 18:54

Fin dal principio della loro istituziune dissi: Questi soggetti se non riescono a trovare le prove la costruiranno.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 11/07/2015 - 18:55

tonipier - il problema è che spesso però è proprio così. Innocenti che vanno in galera e condannati in parlamento o a piede libero.

cgf

Sab, 11/07/2015 - 19:18

Raul hai capito nulla, sono prove raccolte con un programma bacato e tramite quello.. Tipo l'email che ė prova principale in un processo a Napoli, ma il DIACHIARATO colpevole proprio grazie a quel software non solo dice di non averla mai scritta, ma in quei giorni nn aveva a disposizione quel pc, particolare che ai giudici...... Mica è del PD il colpevole, anzi, incriminando lo si arriva a colpire altro! Ma hai Java e/o flash? Sai che una volta tracciato e scoperto quali siti usi, ė facilissimo inserire foto/video porno a tua insaputa nel tuo pc?

cgf

Sab, 11/07/2015 - 19:20

Galileo si basa su delle falle di flash e Java oltre ad un micro codice (ke dovrebbe essere segreto) che aiuta molto

Dordolio

Sab, 11/07/2015 - 19:52

Lasciamo da parte il povero Bossetti, essendo il colpevole perfetto e un povero sarà condannato sicuramente (esattamente come altri imputati del recente passato: storie note). Il fatto GRAVISSIMO è che (ormai è praticamente provato) con gli artifici di cui si parla possono inserire in pc/telefonini/tablet qualsiasi cosa, che NON c'era prima e all'insaputa del proprietario. Con un filmatino pedoporno, un Excel di contabilità ben confezionato quanto falso, un link a qualche sito "discutibile" puoi asfaltare chiunque. E prova a negare: verrai ricoperto di palta.

fermamarina

Sab, 11/07/2015 - 19:55

Intanto accertare quali prove, visto che ad ora, a quanto ci è dato sapere, di prove non ce ne sono? In questo caso, la cosa vergognosa che ho trovato, oltre al processo mediatico peggio che medioevale: l'assoluta mancanza del rispetto dei diritti umani, partendo dall'arresto, dai colloqui con la moglie spiati in carcere ... a volte penso che dovremmo aver tutti la fortuna di non trovarci mai al momento e nel posto ... sbagliati.... come è facile dai salotti, puntare il dito ed esternare con leggerezza quel che passa per il cervello!

Dordolio

Sab, 11/07/2015 - 20:00

Dragon_Lord, da lei non me lo sarei mai aspettato. Non fu certo il Nazifascismo a creare l'alterazione mediatica dei documenti (storici), ma il comunismo. E con grande abilità. Formidabili furono le creazioni delle "non persone", di cui c'è amplissima documentazione in rete con le famose foto ritoccate. Foto storiche da cui sparivano personaggi caduti in disgrazia. E ufficialmente in pratica mai esistiti. Chi ci governa ora è in grado di fare di meglio: creare persone e comunque FATTI mai esistiti. Ma ben presenti nel mondo digitale che ci circonda. E il tutto nemmeno verosimile, ma ASSOLUTAMENTE CREDIBILE (e a prova di tribunale...).

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 11/07/2015 - 20:19

Penso che \bossetti sia innocente. E' piu facile costruire prove contro qualcuno che cercare il colpevole. Perche occorrono capacita' e conoscenze troppo alte per I nostri investigatori. Unabomber docet. Maurizio

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 11/07/2015 - 20:22

Inoltre potrei capire sudore sugli slip di Yara, liquido seminale anche lacrime ....ma sangue!!!!!!! Maurizio

Dordolio

Dom, 12/07/2015 - 00:09

Da una lettura di altri quotidiani ho appreso di ben DUE sentenze della suprema corte (minuscolo voluto) che stabiliscono che l'ipotesi di intrusione degli spioni/ascoltoni DEVE ESSERE PROVATA. Non basta quindi la fattibilità della cosa (ergo: la inaffidabilità del meccanismo di spionaggio). Si condanna d'abitudine la gente con termini come "non si può escludere che...è verosimile pensare...c'è COMPATIBILITA' di (magari una banale taglia di scarpe!)... Ma quando è l'accusa a venir messa in discussione per i suoi metodi potenzialmente disinvolti allora la musica cambia.

kya

Dom, 12/07/2015 - 14:17

Sig Pontalti, sinceramente, ma lei che problemi ha con Bossetti? A lei nn vengono dubbi, neanche dove l incertezza delle "prove" è quantomeno discutibile. Ci sono lacune in queste indagine che non verranno mai colmate, ma semplicemente non saranno prese in considerazione. Forse Bossetti è davvero l unico colpevole di questo atroce delitto, ma condannarlo al massimo della pena con prove non attendibili al 100%, quindi oltre ogni ragionevole dubbio, ccreeranno un precedente giudiziario e faranno di Bossetti un martire...

Raoul Pontalti

Dom, 12/07/2015 - 19:32

kya io non determino la colpevolezza dello pseudobossetti sul fatto che sia figlio di fedifraga plurima e che dica le bugie (anche se i bugiardi sistematici li detesto), ma su dati oggettivi e in particolare con quel dato oggettivo che si chiama DNA dal significato sicuramente criminale per sito specifico di reperimento e dal sicuro riconoscimento basato su di una metodica che quando può essere applicata non sbaglia e non ha mai sbagliato: la ricerca massiva del DNA sulla popolazione locale. Chi abbia solo nozioni di biologia risalenti alle medie non può intendere la portata di una ricerca del DNA fatta in quel modo (quando possibile, ossia in pochi casi) e non comprende cosa significhi seguire la distribuzione di un DNA in una popolazione riscontrando le varianti parentali al fine della certezza dell'identificazione di quel DNA e si lascia influenzare invece dai ciarlatani.