"Hanno ucciso Buonanno: le prove": il video dei dubbi sull'incidente

Un video complottista sulla morte di Gianluca Buonanno. Il video mette insieme tutti i dubbi e "quello che non torna" sull'incidente mortale

Un video, costruito con attenzione, per "smontare l'informazione fasulla" sulla morte di Gianluca Buonanno. Il video, comparso sul canale DailyMotion, mette insieme tutti i dubbi, le versioni contrastanti, "quello che non torna" sull'incidente mortale di Buonanno. Secondo gli autori di questo video, il parlamentare leghista sarebbe stato ucciso. E mostrano quelle che, secondo loro, sono le prove di questo omicidio (guarda il video).

La teoria sulla morte di Buonanno

Non si fermano, quindi, le teorie complottiste. "Le prime fonti di informazione - si sente nel video - che sono le più attendibili, poi sono stranamente scomparse". E questo spiegherebbe, secondo gli autori, che la versione della morte sarebbe stata modificata e cambiata in un secondo momento.

Secondo gli autori, ad essere coinvolta - secondo quanto si evince dalle prime immagini pubblicate - sarebbe tre e non solo due. "Perché non si cerca la terza auto coinvolta? - dicono - Perché si è cambiata la versione dicendo che Buonanno sarebbe morto nell'abitacolo a seguito del tamponamento? E' una versione credibile? Oppure è lecito sospettare che chi può gestire i media, i servizi e le indagini abbia lavorato alla custruzione e ricostruzione dell'accaduto".

Poi portano delle "prove" complottiste alle loro tesi complottiste. "Poniamo il caso che Buonanno non abbia allacciato le cinture di sicurezza, allora di chi è il corpo a fianco dell'auto ricoperto e fotografato vicino al maggiolino? Nel report fotografico ci sono due auto, di cui una quella di Buonanno. ma dalle immagini notiamo che i danni del Maggiolino corrispondono, secondo i crash test, ad una velocità di imopatto appena 65 km/h e a conseguenze che non sono compatibili con una morte sul colpo". Nel video mostrano allora i crash test del Maggiolino che, secondo loro, non porterebbe alla morte del conducente

"La cella di sicurezza dell'abitacolo è rimasta intatta - dicono - tanto che i pompieri hanno potuto aprire manualmente lo sportello. Se la versione è quella della morte all'istante nella sua auto, questa versione non regge. A quella velocità non si muore. Un impatto a tale velocità non giustifica la posizione dell'altra auto, tamponata e scaraventata a circa 50 metri di distanza. La Mercedes pesa molto più del maggiolino. Nella sua traiettoria, infine, si trova un paletto di ferro oltrepassato ma rimasto miracolosamente intatto".

Poi continuano. "Le due auto accasciate a lato della carreggiata sembrano sistemate successivamente. Sull'asfalto, accanto al maggiolino, si nota una traccia curvilinea lasciata da una terza vettura che pare entrare intenzionalmente sulla corsia di emergenza."

Infine l'attacco ai presunti colpevoli di questo presunto omicidio. "Nessuno, però, ne parla. Quello che è certo è che Buonanno era inviso alla burocrazia europea. Ed era stato anche minacciato di morte. Devono aver coinvolto Buonanno in un incidente di lieve entità, Buonanno è sceso per constatare i danni e lo hanno investito. poi hanno spostato i veicoli, simulando un incidente più grave e inquinando la scena dell'incidente".

Commenti
Ritratto di frank60

frank60

Gio, 09/06/2016 - 14:50

è molto strano morire sul colpo....l'abitacolo del Maggiolino è integro come si vede dalle foto.

Raoul Pontalti

Gio, 09/06/2016 - 15:32

E la signora che era con Buonanno e rimasta ferita può benissimo, eessendosi assopita, non avere visto nulla dell'incidente, ma non può non avere visto il seguito raccontato dai complottisti a meno che...non facesse parte anche lei del complotto!

filger

Ven, 10/06/2016 - 11:48

In genere non credo ai complotti ma qui qualcosa di strano c'è. Se di complotto si tratta (come probabilmenete fu quello successo ad Haider) sicuramente è stato ben orchestrato fin dall'inizio e quindi si può presumibilmente credere che alla compagna fosse stato fatto bere qualcosa con dei sedativi prima della partenza.

filger

Ven, 10/06/2016 - 11:58

Raul o fosse sopita per effetto di sostanze che qualcuno gli ha somministrato prima di ripartire e senza che se ne fosse accorta.....

Barbadifrate

Sab, 18/06/2016 - 17:17

Mi piacerebbe sapere chi sono i due "signori" che all'invito di Shultz a fare un minuto di silenzio, si sono alzati, si, ma si sono girati di spalle per dimostrare che non erano d'accordo.