L'Ue è sempre più atea. Ma crescono gli islamici

I giovani d'Europa non credono più alle religioni. Un sondaggio della St.Mary University evidenzia come il vecchio continente sia ormai senza Dio

I giovani europei credono sempre meno all'esistenza di Dio. Un sondaggio del St.Mary University Twickenham, citato dal Guardian e ripreso da Il Foglio, ha registrato un ulteriore calo dei "consensi" per il sacro.

L'Europa, secondo i dati che sono emersi, pare marciare verso una lenta e progressiva desacralizzazione. Le rilevazioni sono avvenute nel corso del biennio 2014-2016 e hanno interessato la fascia d'età compresa tra i sedici e i ventinove anni. "La religione è moribonda" è la conclusione a cui è giunto Stephen Bullivant, il responsabile dell'analisi sullo stato di salute dei credi religiosi nel vecchio continente.

Il sondaggio è stato effettutato da un centro di ricerca intitolato a Benedetto XVI: il papa che, più di tutti, ha lottato per le radici cristiane dell'Europa (basti pensare solo alla vicenda riguardante la Costituzione europea) e che ha fatto dell'europocentrismo un tratto segnante del suo pontificato. La rivangelizzazione europea di Joseph Ratzinger, almeno secondo le percentuali che vedremo, sembra non aver portato a grandi risultati. Almeno tra i giovani. Secondo altri, invece, è stata proprio l'interruzione del magistero del teologo tedesco a contribuire al progredire della secolarizzazione. Papa Bergoglio sembra aver spostato il baricentro del cattolicesimo in sud America: il Brasile è la nuova capitale statistica della Chiesa cattolica.

L'Italia, invece, è stata lasciata fuori dal sondaggio. Bullivant in futuro dovrebbe presentare un prospetto riguardante solo il belpaese. Le uniche tra nazioni europee dove il sacro mantiene una centralità tra i giovani sono Portogallo, Polonia e Irlanda: qui il 10% degli intervistati ha dichiarato di recarsi a messa almeno una volta a settimana. Tanti, invece, i battezzati che dopo aver ricevuto il primo sacramento hanno abbandonato la Chiesa senza continuare a frequentare gli ambienti della propria confessione religiosa. Essere cattolici, per molti, sarebbe divenuta un'etichetta cui non per forza viene associata una reale partecipazione reale ai sacramenti. Persino i paesi "virtuosi" fanno registrare dati emblematici: più della metà dei giovani polacchi non si recherebbe a messa. Sempre bassi, poi, i numeri sui cattolici praticanti: il 2% dei giovani belgi, il 3% in Ungheria e Austria, il 5% in Lituania e in Germania. E anche sommando gli altri credi religiosi non si arriverebbe a percentuali in grado di smentire una generale disaffezione.

In Repubblica Ceca il 91% dei giovani ha sottolineato di non credere in alcuna religione. Rilevazioni simili a quelle emerse dalle in riferimento ai giovani olandesi, a quelli estoni e a quelli svedesi. "Paesi vicini, con una storia simile, hanno profili estremamente differenti", ha specificato Bullivant, che ha anche evidenziato come l'identità religiosa non venga più trasmessa attraverso la linea genitoriale. Una "speranza", tuttavia, esiste. Il responsabile della ricerca ha affermato che: "E’ vero che la nuova normalità è l’assenza di religione, e che i pochi che credono si sentono di nuotare controcorrente. In 20-30 anni, le chiese saranno più piccole, ma le persone che le frequenteranno saranno molto più devote".

Torna in mente, allora, quella che viene considerata una vera e propria "profezia" di Benedetto XVI sul futuro del cristianesimo. Nel 1969, Ratzinger disse che la Chiesa sarebbe divenuta piccola e irrilevante. E che il cattolicesimo sarebbe dovuto ripartire da piccoli gruppi di credenti. I numeri del sondaggio della St.Mary, ancora una volta, sembrano dare credito alla "visione" del papa emerito. L'unico "boom" previsto, da qui al 2050, è quello della religione musulmana. Solo nel dicembre scorso, la Pew Research ha sottolineato come quella islamica sia la comunità destinata a divenire maggioritaria, anche nel continente europeo, per via della sua "fertilità".

Commenti

parmenide

Dom, 25/03/2018 - 15:49

eros e tanatos . istinto di vita e istinto di morte.dualismo freudiano che domina l' umana esistenza e non trova vie per uscire da questo illogico dualismo. l' occidente , america esclusa , si è da tempo secolarizzato e non ha prodotto nulla di sostitutivo ad una teologia antropologica se non relativismi scomposti e liquidi. L' europa rinuncia alla sua identità, non è capace i esprimere se non frustrazioni esistenziali in cui le incertezze angosciose dominano. il cuneo malefico islamico, religione violenta, tribale affonda nel burro.

giuliana

Dom, 25/03/2018 - 15:53

La concessione di spazi ad una sub-cultura contraria sia alle nostre leggi costituzionali che alla dichiarazione universale dei diritti dell'uomo mostra l'inettitudine, l'incapacità e quindi il totale fallimento di coloro che fanno, del proprio ateismo e della sedicente laicità, una bandiera. Sono talmente rinco che, incuranti del fatto che hanno potuto sbattezzarsi e proclamarsi atei solo in un ambiente cattolico, stendono tappeti rossi a chi, orgogliosamente e senza possibilità d'appello, taglia la testa ai senza Dio, i peggiori tra gli infedeli.

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 25/03/2018 - 15:55

state sereni,figli d'albione,i muslims sopperiranno alla vostra mancanza!Salam Allalium per voi ed allah è al..pub

venco

Dom, 25/03/2018 - 16:11

Senza Dio tutto è possibile, cioe tutto il male è possibile

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 25/03/2018 - 16:35

La religione è stata inventata dai furbi profittando dell'ignoranza del prossimo. Poi lentamente altri Dei hanno preso il posto dei vecchi Dei ma sempre ad uso e consumo di una casta che pretendendo di parlare a nome di......ha fatto solo e sempre i propri interessi. Dove avanza la civilta arretrano gli Dei. Ma ora stanno arrivando masse di incivili e ignoranti che portano avanti il loro Dio che nè più nè meno come il Dio dei cristiani non poteva convivere con gli Dei greci e romani quest'altro non può convivere con altri Dei nè con la ragione. Auguri Mao Li Ce Linyi Shandong China

Cheyenne

Dom, 25/03/2018 - 16:35

CERTO CON UN PAPOCCHIO SIMILE CHE VOLETE?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 25/03/2018 - 16:38

Avete invertito il titolo. L'Ue è sempre più islamica, ma crescono gli atei.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 25/03/2018 - 16:41

X venco fai uno sforzo di memoria e ricorda quando era il clero che decideva chi viveva e chi moriva. Le tante guerre di religione al grido di Dio lo vuole, la caccia alle streghe a Salem, L'inquisizione, Savonarola, Giordano Bruono, Beatrice Cenci e tanti altri é solo grazie alla rivoluzione francese se oggi tu non devi recarti in chiesa ogni mattina per lasciare il tuo obolo

titina

Dom, 25/03/2018 - 17:44

la diffusione dell'ateismo porterà alla vittoria degli islamici

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 25/03/2018 - 18:08

@hardcock, ore 16:41: d'accordo. Tuttavia resta il fatto che senza Dio ogni violenza è possibile. Senza Dio, senza nessuno a cui rendere conto di quello che abbiamo fatto, allora non è detto che siano di meno le violenze alle quali l'uomo vuole trovare una giustificazione.

MgK457

Dom, 25/03/2018 - 18:14

E pensare che i veri infedeli i musulmani con tutti i loro attentati, un giorno si e l'altro pure stanno facendo del tutto per far capire ai politici che l'islam è falsa religione da vietare, che schifo.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 25/03/2018 - 18:21

Oggi ho assistito alla celebrazione della domenica delle Palme. La messa era all'aperto, il campo parrocchiale era, devo dire, abbastanza affollato; ma la cosa che mi ha intristito era che NESSUNO dei partecipanti cantava. Ormai da anni il 'popolo' non partecipa più alla messa. In compenso la 'cantoria' sembrava una sala di registrazione, con le chitarre elettriche, le tastiere, i tamburi etnici e le maracas; non si contavano, poi, i 'vocalist' e il corpo di ballo. Tutti rigorosamente giovani. Caos in cantoria e silenzio tra il popolo.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 25/03/2018 - 18:36

Per titina solo chi crede a biancaneve non farà alcuno sforzo a credere a Cenerentola. Anche perchè gli converrebbe vista la differenza tra i due paradisi. Un ateo convinto non si convertirà mai!!! Ricorda che Woitila disse che in paradiso gli organi sessuali saranno atrofizzati. Mentre da allah............. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 25/03/2018 - 18:42

Ancora per titina Lo puoi vedere anche nel comportamento del truffatore vestito di bianco: sono tutti fratelli è solo uno dei tanti Dei con un nome diverso. Sono fieramente ed orgogliosamente ateo e nessuno tranne la legge potrà dirmi come dovrei vivere. Specialmente con la violenza! Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 25/03/2018 - 18:50

Chiedo ancora ospitalità per rinfrescare la memoria a qualche cristiano. Il giudizio di Dio per attestare la stregoneria: il sospettato veniva legato messo in un sacco e buttato in un fiume. Se riemergeva era chiaramente un o una strega moriva sul rogo se moriva moriva in grazia di Dio. La Pellegrini sarebbe morta sul rogo. Com'era umano il clero!!!! Mao Li Ce Linyi Shandong China

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 25/03/2018 - 19:20

Infatti si èvisto oggi alla Messa della Domenica delle Palme. C'erano solo quelli invitati seduti al centro dell'area di San Pietro. Una volta arrivavanoa coprire tutto il corso Via della Conciliazione. Precisando che l'80% dei presenti erano stranieri, almeno dalle inquadrature in televisione.

Tergestinus.

Dom, 25/03/2018 - 19:52

Hardcock, Lei mi delude: si è dimenticato di menzionare Galileo. Ha forse mandato male a memoria le paginette del manuale dei giovani ateotti? Poi l'ultima Sua è davvero grande: "é solo grazie alla rivoluzione francese se oggi tu non devi recarti in chiesa ogni mattina per lasciare il tuo obolo". Ma un libro di storia (che non sia il manuale suddetto) lo ha mai aperto? Lasciamo stare che è comunque molto meglio lasciare un obolo in chiesa che lasciare la testa sulla ghigliottina, come molti dovettero fare nella gloriosa stagione in cui comandavano i Suoi idoli, ma Le ricordo soprattutto che la tassa che la Chiesa chiedeva si chiamava la "decima", perché era del 10%. Gli Stati moderni, figli diretti della Sua amata Révolution quanto prelevano dalle nostre tasche? Almeno quattro "decime". Credo che non serva aggiungere altro.

faman

Dom, 25/03/2018 - 23:48

Cheyenne_16:35 - io non sono credente, ma incolpare questo Papa mi sembra molto riduttivo, le colpe vengono da lontano.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 26/03/2018 - 16:24

Ecco i veri valori della Ue. Sotto la sua ideologia sinistrorsa non c'è nulla. E vorrebbe pure fare la morale alle varie nazioni, soprattutto all'Italia.