I legali di Bossetti attaccano: "Il cadavere è stato rimaneggiato"

Secondo la difesail "perverso sessuale sadico" non può essere il muratore

Sarebbe stato "rimaneggiato per depistare" il cadavere di Yara Gambirasio. È questa l'opinione di Paolo Camporini, avvocato che difende Massimo Bossetti, convinto - lo ha detto nell'arringa in Aula, davanti all Corte d'Assise e d'Appello di Brescia - che dietro all'omicidio c'è un "perverso sessuale sadico", profilo che non collimerebbe con quello del muratore di Mapello, "dalla vita monacale, regolarissima e senza un'ombra".

Sarebbero soprattutto i tagli sulla schiena, sostiene Camporini, a far pensare che il cadavere sia stato rimaneggiato. "Al buio, nel mezzo di un campo isolato e mentre nevicava, l'assassino si sarebbe dunque preoccupato di sollevare la maglietta di Yara per farle dei tagli di coltello? Assurdo. La verità - ha detto - è che quel cadavere è stato rivestito".

"Facciamole le perizie e andiamo a vedere se quel Dna è davvero il suo o se, come crediamo noi, non è il suo", ha aggiunto Claudio Salvagni, che affianca Camporini, parlando delle tracce biologiche trovate sui leggings e sugli indumenti intimi di Yara.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/07/2017 - 19:06

e chi era il PM che dirigeva le indagini?un raccomandato di sinistra! un perfetto incapace stipendiato direttamente dallo stato, e nessuno lo può cacciare via perchè il CSM è un organo di autogoverno mantenuto dalla sinistra! poi vi domanderete come mai non si fanno riforme giudiziarie? eh si perchè berlusconi ci ha provato ma pure a lui gli hanno fatto le scarpe! di chi è la colpa? della SINISTRAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

investigator13

Gio, 06/07/2017 - 19:19

di sicuro le indagini investigative sono state rimaneggiate la pista del cantiere che portava subito alla verità è stata sostituita con la pedofilia per non approfondire sul riciclaggio di soldi della criminalità organizzata. Quasi sicuramente gli inquirenti ci sono arrivati subito, ma l'intoccabile no, non si può incriminare. Allora l'idea di rimediare diversamente. Ecco perché poi gli indizi portati al processo fanno acqua da tutte le parti e il DNA non corrisponde è solo una favola.

seccatissimo

Ven, 07/07/2017 - 00:24

Il Bossetti e la difesa sbagliano secondo me a fissarsi ed insistere solo sulla richiesta della nuova prova del DNA di ignoto 1, in quanto se effettivamente c'è qualcuno che ha voluto incastrare il Bossetti per nascondere le proprie colpe e responsabilità in merito all'assassinio della povera Yara, ricoprendo il suo corpo di materiale organico del Bossetti trovato per esempio su un fazzoletto intriso del suo sangue, il Bossetti e la difesa si castrano da soli !

un_infiltrato

Ven, 07/07/2017 - 08:40

In tutto questo, guarda caso, le tracce biologiche - appartenenti inequivocabilmente all'assassino - erano sul corpo della vittima, portate dal vento. Insomma, nelle giornate molto ventilate sarebbe prudente restare in casa.

gneo58

Ven, 07/07/2017 - 08:48

l'ho detto e lo ripeto, non e' stato lui - dopo anni in ricerche e milioni di euro di soldi pubblici qualcuno dovevano incastrare.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 07/07/2017 - 11:35

Ma va? Ma indovina...!

Boxster65

Ven, 07/07/2017 - 11:38

Più va avanti questo processo e più capisco che hanno messo dentro il primo che capitava.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 07/07/2017 - 11:42

Le ombre sull'accusatrice Ruggeri sono pesanti. Tutte le sue "prove" sono prezzolate, e che prezzi... Poi i suoi "indizi" sembrano solo psicologismi donneschi. Inoltre in quanto nubile e non più vergine, la de cuius è esistenzialmente immatura perché non ha figli e non è sposata, e non vuole onorare il padre e la madre, e non sa cosa si sente ad essere genitori. In più dava segni di femminismo. Probabilmente l'accusatrice era raccomandata dal PD. Inoltre la signorina è avulsa dalla realtà territoriale bergamasca, perché proviene dalle terre di Camorra, Mafia e Ndrangheta che sono famigerate per i rapimenti a scopo d'estorsione. Dunque sembra che Bossetti sia il capro espiatorio nel favoreggiamento della criminalità organizzata. L'intera vicenda, a me che sono un po' terrone, sembra solo mafia giudiziaria.

veronica01

Ven, 07/07/2017 - 11:54

Quante cose ci sono che non tornano in questa faccenda. Io ho sempre pensato che i delinquenti fossero da ricercare fra i rapporti di lavoro che aveva avuto il padre della ragazzina. Bossetti dovrebbe essere scarcerato.