I migranti di seconda generazione se ne fregano di essere italiani

I dati dell'Istat parlano chiaro: due immigrati su tre dicono di non aver nulla da spartire con l'Italia. E il 63% frequenta solo altri connazionali

Tutte le belle parole sull'immigrazione e l'integrazione distrutte da una ricerca dell'Istat. Chi pensava che ai migranti piacesse avere il passaporto italiano e magari anche la cittadinanza, si sbagliava. Secondo una ricerca dell'Istituto di statistica, infatti, 2 immigrati di seconda generazione su 3 dicono di non aver nulla da spartire con l'Italia. Molto bene. E c'è chi pensa di dare la cittadinanza a chiunque arrivi nel nostro Paese.

I dati sugli immigrati

Per la precisione, il 33% si sente straniero, il 29% non lo sa e solo il 38% dice di sentirsi italiano. Un po' pochi per dire che i migranti di seconda generazione, quindi spesso nati in Italia e che nel Belpaese hanno fatto le scuole, siano davvero integrati. Anche perché il 43% degli stranieri dice di non sentirsi di appartenere all'Italia per quanto riguarda tutti i doveri che avere la cittadinanza comporta.

E certo non è solo colpa dell'Italia. Nel rapporto "Integrazione. Conoscere, misurare, valutare", l'Istat certifica che l'89,2% degli insegnanti delle scuole di primo grado che hanno avuto studenti immigrati afferma di aver trovato carenze linguistiche nei ragazzi, il 77,7% difficoltà di apprendimento e 42,2% problemi di comportamento.

Andiamo avanti. Il 63,2% degli immigrati, come riporta La Verità, pur vivendo in Italia decide di frequentare solo amicizie di connazionali, snobbando gli italiani. Se guardiamo al dato solo per gli immigrati di seconda generazione la percentuale scende al 50%, che è comunque tantissimo. Tra i marocchini appena il 49,2% ha un amico con cui parla italiano, mentre il 69,2% dei cinesi non usa la nostra lingua al di fuori dell'orario di lavoro.

Eppure gli sbarchi continuano. Questa settimana si è registrato il record in assoluto da quando è iniziato il flusso migratorio. In Italia ormai i migranti sono il 6,5% della popolazione e cresce il numero di quelli che ottengono la cittadinanza per un motivo o per un altro.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 25/10/2016 - 09:55

Bene! Sarà più facile revocare la cittadinanza che gli fà schifo erispedirli nella giungla equatoriale...

Cinghiale

Mar, 25/10/2016 - 10:01

Personalmente ritengo che il problema non sia parlare Italiano o no, frequentare Italiani o no. Il problema sono i delinquenti di ogni risma, specie o categoria. Si fa il giro delle carceri e gli stranieri si rispediscono nei loro paesi d'origine. Se uno straniero non parla Italiano e non frequenta Italiani, ma non commette nessun reato, non è un problema.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 25/10/2016 - 10:02

Come in Francia,dove abito e quindi parlo per esperienza diretta, le generazioni arabe nate sul suolo francese e che hanno frequentato scuole francesi, per la maggior part sputano sulla Franccia. In Italia si sta producendo lo stesso fenomeno. Questa é la tanto decantata integrazione, da noi orfferta e da loro rifiutata, ovvero, Mordono la mano che ddà loro da mangiare !

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 25/10/2016 - 10:08

Cosa c'è di "Americano" in un'italiano cresciuto immerso nella cultura di origine? La nostra cultura delle braghe calate non ci salverà dai tagliagole islamici.nopecoroni.it

nopolcorrect

Mar, 25/10/2016 - 10:17

Sono andato un giorno all'ufficio della Prefettura di Roma per la cittadinanza e si vedeva dalla gente in attesa che stiamo dando quella cosa preziosa che dovrebbe essere la cittadinanza letteralmente a cani e porci. Ma c'era da aspettarselo da un governo di traditori anti-italiani e terzomondisti.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 25/10/2016 - 10:19

Non si integreranno mai, rassegnatevi. Basta guardare quello che succede in Francia, dove l'immigrazione è iniziata prima. Le bande di "nuovi francesi" che da anni controllano tutte le periferie hanno fatto un'escalation incredibile. Le notizie vengono silenziate, per non turbare, ma non è passata inosservata quella dei due poliziotti arsi vivi nella loro auto, all'interno della quale i magrebini hanno lanciato le molotov dopo aver infranto i vetri. Si trovavano in periferia a pattugliare... Questa è la Francia di oggi e sarà l'Italia prossima futura. Continuate ad accoglierne, mi raccomando!

nabil

Mar, 25/10/2016 - 10:35

noi siamo liberi ,ma che se ne frega di questa cittadinanza ,non vogliamo lo stessa cittadinanza dei fascisti ,ma andate a vedere i vostri cittadini in altre paese fanno la fame che schifo arroganti e ignoranti andati a quel paese fascisti la prendete sl co i deboli spero che un giorno incontro un fascista mmmmmmm

linoalo1

Mar, 25/10/2016 - 10:40

Perché??Forse c'erano dubbi???Le Ideologie Vitali,spariscono ,di fronte a Vitto ed Alloggio Gratis,senza mai lavorare!!!Perché c'è la fila di Immigrati di tutto il Mondo,in coda per entrare in Italia????Solo per il Gratis,ovviamente!!!Non lo facciamo anche noi,per le Manifestazioni gratuite???Vogliamo eliminare l'Immigrazione??Niente di più semplice,specie per i Sinistrati!!Mettiamo una Tassa d'Ingresso e si vedrà subito l'effetto!!Padoan,vada a fare il Ministro in Congo,visto che non ci ha ancora pensato!!!O è Renzi,che non vuole???Renzi,possibile che non ti attiri una Nuova Tassa??O,forse,sei nauseato dalle troppe Tasse che gia esistono????

timoty martin

Mar, 25/10/2016 - 11:04

Bravi, bella ricnoscenza per quanto ricevuto gratis! A questo punto non capisco perchè non li rispediamo TUTTI da dove provengono.

paco51

Mar, 25/10/2016 - 11:06

E' reciproco. io non ho nulla da spartire con loro, sono favorevole a rispedirli subito. via mare col canotto! tanto prima o poi si comincia!

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 25/10/2016 - 11:08

Un tempo, quando il buonismo imperante e il politicamente corretto non inquinava le nostre vite ,in casi simili si sarebbe usato l'adagio popolare:"non dare mai le perle ai porci".....

perseveranza

Mar, 25/10/2016 - 11:13

Siamo sulla stessa strada (forse peggio) già percorsa dalla Francia e anche dal Belgio. L'integrazione non esiste. Culture troppo lontane e diverse e anche se nascono qui difficilmente si integrano. Prepariamoci quindi a tutto ciò che ne conseguirà nei prox anni: aumento della violenza, banlieu in rivolta, ghetti e zone frequentate solo da stranieri, degrado ecc. ecc. Gli arrivi in massa, le invasioni in pochi anni, non consentono una reale anche se minima integrazione. E ormai è tardi.

Michele Calò

Mar, 25/10/2016 - 11:20

Ma che scoperta sensazionale ha fatto l'ISTAT!! E pensare che basta una gitarella in Gran Bretagna per scoprire che persino "coloured british subjects" di quarta generazione non si sentono britannici e continuano nella non integrazion. Persino Hamilton, di origine caraibica, e la sua famiglia esprime spesso ostilità nei confronti del UK. Perché Balotelli?!? Lo vogliamo capire o no che l'integrazione razziale è solo una idiota bufala di menti deboli plagiate da un finto buonismo sinistroide quanto ipocrita?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/10/2016 - 11:27

Normale.... è tutto ovvio: chi guarda al mondo con obiettività e senza ideologia sa che grandi comunità etniche non si mescolano (se non quando sono simili e su tempi lunghissimi...)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/10/2016 - 11:28

L'"integrazione" è solo l'ennesima avvelenata illusione nata dal demenziale egualitarismo. Come tale non rispetta la realtà. Ma basta guardare all'India o agli USA per sapere che razze e comunità diverse rimangono diverse e come ACQUA E OLIO.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 25/10/2016 - 11:30

E adesso chi glielo dice ai sinisstroidi,comunstardi,radical-chic e non ultimi pdioti???

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/10/2016 - 11:31

Quello che l'Europa sta subendo è un'invasione che rischia di spazzare via 3000 anni di civiltà per lasciare spazio a un gregge semza storia né radici (che è esattemente l'obiettivo del Nuovo Ordine Mondiale di criminali come Rothschild, Soros, Warburg ecc..

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/10/2016 - 11:39

Pensate ai cinesi... quelli che in Cina si chiamano non a caso "huaqiao" (letteralmente "ponti con la Cina"). Non serve che vi spieghi perché. Sono e saranno SEMPRE E SOLO CINESI.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/10/2016 - 11:41

Roma seppe integrare... ma facciamo dovute precisazioni: 1) Roma integrò popoli simili per concezione del mondo, religione (i politeisti sì, cristiani ed ebrei no) e ... soprattutto Roma offriva l'ORGOGLIO di una civiltà forte e solida. Ma che orgoglio dà oggi l'occidente? Onestamente... se voi non foste italiani, sareste orgogliosi di quello che è oggi questo paese?

lilli58

Mar, 25/10/2016 - 11:45

@nabil: studia la storia e non usare il termine "fascista" a sproposito!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 25/10/2016 - 11:47

Ahahahaha.....prova provata del fallimento di ogni progetto di integrazione,checchè ne dicano la boldrini,il pampero e l'algerino afgano. Agli immigrati interessa solo il mantenimento ad ufo e il pocket money.Che fessi che siamo. Soprattutto i PDIOTI che credono alle favole,agli elefanti che volano e alle balle di renzi e combriccola. E si che la favola di Pinocchio avrebbe dovuto insegnato qualcosa.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 25/10/2016 - 11:51

---------------questo articolo dice che "il 63% degli immigrati giovani pur vivendo in Italia decide di frequentare solo amicizie di connazionali snobbando gli italiani"---------che ipocrisia---sono loro i cattivoni che snobbano----ma avete mai visto un ragazzo italiano che pure per sbaglio ha mai rivolto loro la parola?----ma andate tutti a quel paese---eppure sarebbe facile avere una controprova---noi italiani siamo ancora oggi un popolo di migranti ---andate a chiedere ai ragazzi italiani che decidono di andare a lavorare all'estero se gli autoctoni rivolgono loro mai la parola---costringendoli de facto a frequentare solo altri connazionali---in soldoni l'integrazione è un fatto bidirezionale --non posso andare a parlare con uno che già guardando il colore della mia pelle mi schifa----hasta

Libertà75

Mar, 25/10/2016 - 11:54

In realtà, la legge Bossi-Fini prevede già il diritto di cittadinanza per i ragazzi nati in Italia e che hanno fatto le scuole in Italia. A 18 anni possono optare per la cittadinanza italiana o meno. Il problema è che la sinistra xenofoba vuole imporre la cittadinanza a costoro che magari italiani non si vogliono definire.

zadina

Mar, 25/10/2016 - 12:06

Tutti coloro che non sono di origine Italiana e non anno nessuna intenzione di integrarsi, delinquono finiscono nelle patrie galere finito di scontare la galera dovrebbero essere espulsi immediatamente dal suolo Italiano consegnati al personale della compagnia aerea del loro paese di origine, e il biglietto di rimpatrio a spese del loro paese di origine, ci sarebbe meno delinquenza più sicurezza e meno spese, visto tale esempio coloro che restano nel nostro paese si comporterebbero bene, e i figli di seconda o terza generazione che non si sentono di fare parte della popolazione Italiana dovrebbero essere obbligati a vivere almeno un anno nel paese di origine dei suoi genitori e decideranno se stabilirsi in quel paese o altrove, quando rientrano nel nostro paese avranno un paragone valido se integrarsi o rimanere nel paese di origine dei loro genitori, grazie e arrivederci.

geronimo1

Mar, 25/10/2016 - 12:21

Se ne fregano di essere italiani..??? Ma il loro voto ai kompagni sara' decisivo...... Ragazzi, se ci pensate meglio, avete gia' il paese in mano...!!!!

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 25/10/2016 - 12:31

Basta non dare la cittadinanza italiana. E sarebbe opportuno prevedere l'espulsione per gli immigrati che non si integrano. ma fino a che ci sarà al governo questa classe politica non abbiamo nessuna speranza.

roniks69

Mar, 25/10/2016 - 13:07

é una cosa assolutamente normale.Tutti immigrati fino a 3-a o 4-a generazione non si sentono appartenenti alla nazione,che li accoglie.ricordate la immigrazione degli italiani in America o Argentina?immigrati tedeschi nella america latina?finche vivono i nonni,che ricordano la patria e raccontano a nipoti....

Duka

Mar, 25/10/2016 - 13:11

Hanno ragione e fanno bene perchè essere "italiani" oggi è sinonimo di coglioneria

Dolcevita1960

Mar, 25/10/2016 - 13:16

Salve a tutti..... Non credete ai politici raccontano grosse bugie..non c'é integrazione nemmemo per quelli nati in Europa..In Francia dove sono al momento gli arabi restano fra loro parlano la loro lingua e continuano con le loro usanze...In Europa vengono soltanto per approfittare de TUTTO GRATIS SENZA LAVORARE!! SVEGLIATEVI!!!!! APRITE OCCHI E ORECCHIE! Ci stanno invadendo e preto occuperanno le nostre case!

Dolcevita1960

Mar, 25/10/2016 - 13:23

Qui in Francia ci sono città e quartieri soprattutto in cui sembra di essere in Africa.... ma come hanno ridotto questa povera Italia? in una provincia africana a quanto vedo.... Io penso di partire presto dalla Francia....andro' in un paese dove non ci sono soldi in quantità per gli immigrati almeno saro' sicura di non trovarne..salvo quelli che vengono per lavorare e non per farsi mantenere...Anche nel deserto sanno come venire....aprite gli occhi e le orecchie...altro che rifugiati!CLANDESTINI e BASTA!

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 25/10/2016 - 13:47

Rimandarli in Africa quella è la loro terra di origine e la devono restare

Malacappa

Mar, 25/10/2016 - 13:51

un'altro chiaro esempio dell'integrazione.

carpa1

Mar, 25/10/2016 - 13:57

Fermiamo gli idioti finchè siamo ancora in tempo a limitare l'invasione al 6.5% e magari a ridurla rispedendo in africa gli autoctoni di quel continente.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 25/10/2016 - 14:14

@elkid. Le cose non stanno esattamente nei termini in cui Lei le descrive. I bambini cinesi in classe di mio figlio si integrano abbastanza bene, vanno alle feste di compleanno dei bambini italiani, le bambine cinesi fanno danza, i bambini cinesi pianoforte, eccetera. I bambini islamici sono alieni da tutto questo, considerano i bambini cristiani come portatori di impurità, rifiutano la musica e le arti, rifiutano di salutare le maestre donne, assorbono poco o nulla della nostra cultura e si rinchiudono a riccio nella loro, per non parlare naturalmente di tutte le attività parrocchiali che riguardano il 70% della vita sociale dei bimbi italiani e che loro aborriscono per motivi religiosi... Vita sociale con i nostri, zero, ma per scelta loro. A una cosa sola interessa loro far partecipare i figli maschi: il calcio. Un po' pochino per sperare in un futuro di pace e coesione.

attilaunnoita

Mar, 25/10/2016 - 14:43

@elkid, quello che dici non è vero: Ho lavorato ormai da 30 anni a stretto contatto con stranieri ed ho vissuto in USA ed in Germania. Poiché vivevo e lavoravo lì i contatti con gli autoctoni non mi sono mai mancati. Il colore della pelle lo guardano solo i potenziali razzisti. Semmai, il problema sono i musulmani che considerano non troppo bene sia i Cristiani (cioè i fessi che gli danno da mangiare) che tutti gli altri. Il rispetto si guadagna facendo cose utili per gli altri, non per la razza, ne' con la violenza...

Ritratto di CINESENERO

CINESENERO

Mar, 25/10/2016 - 14:43

E CHI LI VUOLEEEEEEE

Ritratto di CINESENERO

CINESENERO

Mar, 25/10/2016 - 14:45

DATO CHE IL MIO COMMENTO E' UN DUPLICATO E' QUELLO CHE PENSANO IN MOLTI

Libertà75

Mar, 25/10/2016 - 15:15

elkid è il tipico cocomeriota da tastiera, non conosce il mondo, non conosce le persone, è abilissimo a dire stupidaggini e ne va fierissimo

MEFEL68

Mar, 25/10/2016 - 15:37

Che belli i tempi in cui i nostri vecchi facevano tesoro del proverbio:" Moglie e buoi dei Paesi tuoi". Ora che questa sinistra ci ha IMPOSTO un'integrazione che nessuno ha richiesto le cose stanno precipitando mandando a rotoli i sogni della s'ignora Laura (Boldrina). La colpa? Tutta colpa nostra che non ci vogliamo integrare con gli invasori. Vero s'ignora?

MEFEL68

Mar, 25/10/2016 - 15:41

Per risolvere il problema basterebbe una leggina. Gli stranieri non si vogliono integrare e sentirsi italiani? Bene, che siano gli italiani ad integrarsi e sentirsi arabi o africani. Questo il sogno segreto della sinistra.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 25/10/2016 - 16:02

elkid 11:51 – Ha scritto, comme d'habitude, un sacco di fesserie. Io in Costa d'Avorio ho moltissimi amici locali, più o meno scurotti. E, guarda caso, sono tutti inviperiti con quei loro compatrioti sfaticati che fuggono in Italia invece di farsi il kulo a casa loro. – Ma lei ha mai vissuto all'estero ?