I sindaci gelano la Raggi: "Non vogliamo rifiuti da Roma"

Il "no" al sindaco di Roma arrivano dai primi cittadini dei comuni laziali e di quelli dell'Umbria: un'altra grana per la Raggi

L'Umbria, "sin da ora, dichiara la completa indisponibilità ad accogliere i rifiuti di Roma, visto che il nostro obiettivo è garantire la durata più lunga possibile alle discariche dell'Umbria che dovranno lavorare esclusivamente al servizio della nostra comunità''. E' la ferma replica dell'assessore all'Ambiente della Regione Umbria, Fernanda Cecchini, alle parole della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che rispedisce così al mittente l'ipotesi di conferire i rifiuti di Roma nella discarica 'Le Crete' di Orvieto. "Il sindaco di Roma -avverte Cecchini- ha scelto un assessore all'Ambiente altamente competente, quindi farebbe bene che si facesse spiegare come funziona la gestione dei rifiuti, perché forse non è al corrente del fatto che i rifiuti urbani destinati ad operazioni di smaltimento devono essere smaltiti nella regione in cui vengono prodotti e che inoltre, per utilizzare gli impianti, non basta esserne proprietari, ma è necessaria una condivisione con le istituzioni locali e la comunità''. Analoga reazione arriva dal sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani. "Non autorizzeremo mai in nessun modo l'arrivo nella nostra discarica di rifiuti di qualsiasi altro territorio e meno che mai da parte della capitale d'Italia. Il sindaco Raggi deve rivedere immediatamente la sua strategia e la sua politica per quanto riguarda i rifiuti", dice Germani. Raggi "vorrebbe risolvere i propri problemi scaricando su altre città e altri territori i propri rifiuti e proponendo la soluzione più antica del mondo cioè quella di smaltire i rifiuti in discarica. Se questo è il nuovo che avanza abbiamo di che preoccuparci".

Dichiarazioni dello stesso tenore arrivano anche dai sindaci di Cassino e San Vittore: "Il territorio di Cassino e del Lazio Meridionale, a livello ambientale, ormai da anni subisce situazioni di grave disagio. Pertanto sono pronto, confrontarmi con i sindaci del territorio per mettere in campo tutte le azioni, anche le più estreme, necessarie ad impedire il conferimento di ulteriori rifiuti nel termovalorizzatore di Acea a San Vittore del Lazio", scrive il primo cittadino del comune laziale Carlo Maria D'Alessandro. E così la Regione adesso prova a trovare un'intesa col Comune di Roma per trasferire i rifiuti di Roma all'estero. "Enki ha riconsegnato i moduli che gli erano stati forniti il 19 maggio 2016 per il trasporto dei rifiuti all’estero nei momenti di necessità; Enki ha riconsegnato i moduli il 3 agosto e la Regione li ha immediatamente istruiti e l’8 agosto sono partite le richieste alle autorità estere di Germania e Austria, le quali avranno ora 30 giorni per rispondere", ha affermato l’assessore regionale alla Tutela dell’Ambiente e ai Rifiuti, Mauro Buschini, nel corso del suo l’incontro con l’assessore capitolino all’Ambiente, Paola Muraro, e il neo amministratore unico di Ama, Alessandro Solidoro.

Commenti

Klotz1960

Gio, 11/08/2016 - 15:25

Vorrei capire chi ha serie illusioni sul fatto che questa furbetta possa raddrizzare Roma

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 11/08/2016 - 16:05

Tra PD e 5stelle meglio i secondi. Accodarsi in merito a Roma ai giornaloni non mi pare una scelta felice...

Popi46

Gio, 11/08/2016 - 16:53

Popi46 : tra PD e 5 stelle la moneta rimane per aria..

acam

Gio, 11/08/2016 - 17:48

io non ho capito cosa si teme dagli incenritori, io ne ho uno a otto kiolmetri da casa funziona non ropele scatole a nessuno produce energia elettrica e calore non si sa. la frazione umida dei rifiuti puo essere gestita in impiandi di kompostaggio che producono anche loro energia e terra per l' agricoltura. la domanda é esiste in italia qualcuno competente che sppia gestire tali situazioni o se non rende per le proprie tasche non se ne fa niente?

emiliob

Gio, 11/08/2016 - 18:14

sono stupito dall'0pposizione(PD) così solerte efficiente contro la Raggi. Certe che...se lo fosse stata altrettanto quando era a capo di Roma non avrebbero ridotto ROMA con tanti buchi di milioni di euro con tanti topi ed immondizia

petra

Gio, 11/08/2016 - 18:30

E la solfa ricomincia. Alla fine li manderanno tutti in Austria a caro prezzo, come fa Napoli. E noi paghiamo.

gianpiz47

Gio, 11/08/2016 - 18:47

Ma questi grillini non l'hanno ancora capito che solo fra compagni si è culo e braghe, pertanto ci si aiuta solo fra rossi e gli altri fuori dai cxxxxxxi. Le coop non insegnano nulla? Caprotti non vi ha illuminato? Se no ci arrivate allora non c'è più nulla da fare: ARRANGIATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Beaufou

Gio, 11/08/2016 - 20:19

Cara signora Raggi, lei se non sbaglio è romana. Prima di candidarsi a sindaco, s'era almeno fatta un'idea di come si smaltiscono i rifiuti urbani, o si è occupata solo "dei funi" delle funivie metropolitane? Ahahah.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 11/08/2016 - 20:41

Roma ha creato il problema e Roma se lo deve risolvere. Basta con i rifuti in trasferta.

aitanhouse

Gio, 11/08/2016 - 21:38

cosa si aspettava ? che i comuni rossi o ex rossi o cattocomunisti o renziani spalancassero le discariche per favorire i nemici pentastellati? Non è questa una grassa occasione per inscenare il colossal di fine estate? ed ecco la trama e la fine del film: i sindaci buoni a salvaguardia dei propri cittadini non possono ed agiscono anche con una celata cattiveria per favorire l'entrata in scena dell'eroe salvatore della città eterna ,anche se l'amministrazione è di tutt'altro colore, quel colore che ha inflitto ai santissimi del pd una sonora lezione. L'eroe? e chi poteva essere se non il matteo nazionale che approfittando della buona occasione prende due piccioni con una fava: costringe i sindaci ad aprire le discariche e poi....poi fa il più grande colpo per il prossimo referendum.Italiani incassate anche questa!

al43

Gio, 11/08/2016 - 21:56

Chissà perche i cinque stelle non devono comunque risolvere nessun problema?! Quando si trattò del pattume di Napoli venne imposto alle Regioni di accoglierne una quota ciascuno. Sento puzza di boicottaggio.

VittorioMar

Ven, 12/08/2016 - 09:28

...tutti ci dicono di essere "SOLIDALI"ma quando viene chiesta per Roma e per l'immagine del Paese incominciano i distinguo e i rifiuti(in tutti i sensi)!!.....per egoismo, per partito preso,per dispetto,per menefreghismo e per stoltezza istituzionale si dimenticano la "SOLIDARIETA"....CHE BEL PAESE!!!

linoalo1

Ven, 12/08/2016 - 09:46

Era scritto!!!Se il Sindaco di Roma non fosse un 5S,ma un SINISTRATO,tutto sarebbe diverso,specialmente la Disponibilità!!!!

Giulio42

Ven, 12/08/2016 - 10:14

Sbaglio oppure questi sono arrivati da un mese e devono risolvere il problema di anni di vergognosa complicità tra controllori e controllati ? Neanche la differenziata i capitolini sono stati in grado di fare. Capisco che l'attacco è la migliore difesa ma così fate ridere anzi piangere per le cose non fatte.

Ritratto di allecarlo

allecarlo

Ven, 12/08/2016 - 10:48

Hahaha, i fenomeni del 5 stelle.... e siamo solo all'inizio. Pagliacci...

orso bruno

Ven, 12/08/2016 - 11:15

Roma si tenga i suoi rifiuti ! Sta già insozzando abbastanza il resta dell'Italia.

yulbrynner

Ven, 12/08/2016 - 11:22

egregio Giorgio con questo interessante e illuminante articolo vincera' di certo l'olimpiade del giornalismo ahahahah, uhhhh questa notizia mi ha rallegrato la giornata... se fa pe' ddi', ma CHISENEFREGA di sta tizia e di come parla, articolo inutile

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Ven, 12/08/2016 - 11:32

Sono proprio contento, qua a Genova si doveva fare l'inceneritore, ma il Sig. Beppe Grillo si oppose con tutte le sue forze (perché inquinante)- Risultato, l'inceneritore non si fece ed ora, grazie anche agli aiuti dati (per obbligo PD) ai rifiuti dalla Campania la discarica si è esaurita e noi (senza l'aiuto di nessuno) dobbiamo portarli via con ingenti spese e canoni enormi. Questa è l'itaglia che funziona!!!!!!

Ritratto di bet_65

bet_65

Ven, 12/08/2016 - 11:37

Ci vogliono super urgenti 1/2/3 termovalorizzatori, quando i romani saranno diventati un popolo civile con l'80% di raccolta differenziata allora si potrà pensare a dismetterli

Keplero17

Ven, 12/08/2016 - 14:27

E' chiaro che il PD le proverà tutte per metterla in difficoltà, compreso la tanta sbandierata solidarietà dei comuni a guida rossa.

Albius50

Ven, 12/08/2016 - 15:45

Il sindaco RAGGI ha un problema GROSSO ma bisogna darli TEMPO, il problema lo sanno tutti gli ITALIANI si chiama PD che ha generato la CASTA DI ROMA, purtroppo ho il sospetto che avrà ARMI SPUNTATE e comunque questa FOGNA in generale si sta spargendo a macchia d'olio x tutta l'Italia (vedi SALA che sotto gli ordini PD sta distruggendo anche MILANO) c'è solo da aspettare ancora poco poi faremo il nostro NUOVO MEDIO EVO.

dakia

Ven, 12/08/2016 - 16:19

Non c'è nessun partito preso il fatto consiste in che i romani non vogliono fare differenziata, non vogliono termovalorizzatori , non vogliono discariche, e per andare in campidoglio bisogna compromettersi con tutti, insomma non sono persone serie e civili la loro sporcizia viaggia da anni e anche le province che si sono attrezzate per le loro necessità sono stufe di ricevere immondizia che poi non ce la fanno a smaltire, oltre a doverla differenziare?. Immaginate questi camion attraversare da mattina a sera le tangenziali della regione? Solo di buche quanto vi costerà? Ma invece di guadagnarci ci rimettiamo? Con la differenziata sparirebbero oltre la metà di questi orribili cassonetti, come si fa a difendere una cosa simile? senza ragionarci è facile.Io faccio la differenziata.