Ibernata a due anni in attesa della cure

La piccola ha un tumore incurabile al cervello. I genitori sperano che in futuro si trovi la cura

Matheryn Naovaratpong non ha ancora compiuto tre anni, ma è già stata ibernata. Anzi, può essere considerata a pieno titolo la persona più giovane che sia mai stata ibernata al mondo. I genitori di Matheryn, la piccola thailandese affetta da un tumore incurabile al cervello, hanno preso la decisione lo scorso gennaio. E lo hanno fatto nella speranza che in futuro possano essere trovate le cure necessarie a curare.

Come riferisce il sito della Alcor, il centro in Arizona che ha seguito il caso della piccola, Matheryn aveva un ependiloblastoma, un tumore molto raro che colpisce i giovanissimi, che nonostante le cure aggressive, con oltre dodici interventi e decine di cicli di radio e chemioterapia, era arrivato a interessare l’80% dell'emisfero sinistro. "Quando è diventato chiaro che Matheryn aveva solo pochi mesi di vita, visto l’attuale livello delle cure mediche insufficiente a tenerla in vita - si legge nel comunicato dell’azienda, per cui la bimba è la paziente numero 134 e la prima proveniente dall’Asia - i genitori hanno completato tutti gli step per la sua criopreservazione, inclusa la crioprotezione del cervello".

Negli ultimi anni la pratica di farsi ibernare è divenuta sempre più popolare nonostante il costo che può arrivare a superare i 200mila dollari (185mila euro). La cifra esorbitante della pratica è una vera e propria "scommessa" dal momento che non ci sono dati scientifici sull’effettiva possibilità di "resuscitare" i corpi ibernati.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 17/04/2015 - 15:37

#ependiloblastoma Siamo alle solite: l'ependima è diventato "ependila". Spero solo che si tratti di un refuso di stampa.

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Ven, 17/04/2015 - 15:51

Mi si stringe il cuore.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 17/04/2015 - 18:43

Poi dicono che esiste dio! Sono fiero di essere ateo...

albertzanna

Ven, 17/04/2015 - 19:18

Da quanto ricordo io, anche la crioconservazione a bassissima temperatura non da alcuna garanzia che le pareti delle cellule congelate non subiscano dei danni irreversibili, foratura delle pareti causate dai cristalli di ghiaccio in cui si traforma il citoplasma delle cellule stesse. Egregio Tomari, la vita umana ha anche una parte di imponderabilità, ed è giusto che sia così. Adamo ed Eva erano nell'Eden, dove avrebbero vissuto in eterno senza malattie, ma accadde che il libero arbitrio, di cui il Dio dei Cristiani ha dotato ogni essere umano, ha fatto si che la tentazione abbia traviato Eva e l'abbia portata a disobbedire alla parola divina. Lei ha mai letto la Genesi: andrete nel mondo e dovrete combattere e soffrire per conquistare ogni giorno della vostra esistenza, e tu donna partorirai nel dolore.

Pat2008

Ven, 17/04/2015 - 19:35

Cioè l'hanno ammazzata? E legalmente? Dio santo.

Charango

Sab, 18/04/2015 - 00:14

Come sempre più spesso accade l'articolo non è per nulla chiaro. L'hanno ibernata dopo la morte, come si faceva già qulche decenno fa, o l'hanno congelata viva? Ma come è possibile non dirlo chiaramente, visto che lì scorre il confine tra una scelta opinabile, e un atto terrificante?