Ibernata a due anni in attesa della cure

La piccola ha un tumore incurabile al cervello. I genitori sperano che in futuro si trovi la cura

Ibernata a due anni in attesa della cure

Matheryn Naovaratpong non ha ancora compiuto tre anni, ma è già stata ibernata. Anzi, può essere considerata a pieno titolo la persona più giovane che sia mai stata ibernata al mondo. I genitori di Matheryn, la piccola thailandese affetta da un tumore incurabile al cervello, hanno preso la decisione lo scorso gennaio. E lo hanno fatto nella speranza che in futuro possano essere trovate le cure necessarie a curare.

Come riferisce il sito della Alcor, il centro in Arizona che ha seguito il caso della piccola, Matheryn aveva un ependiloblastoma, un tumore molto raro che colpisce i giovanissimi, che nonostante le cure aggressive, con oltre dodici interventi e decine di cicli di radio e chemioterapia, era arrivato a interessare l’80% dell'emisfero sinistro. "Quando è diventato chiaro che Matheryn aveva solo pochi mesi di vita, visto l’attuale livello delle cure mediche insufficiente a tenerla in vita - si legge nel comunicato dell’azienda, per cui la bimba è la paziente numero 134 e la prima proveniente dall’Asia - i genitori hanno completato tutti gli step per la sua criopreservazione, inclusa la crioprotezione del cervello".

Negli ultimi anni la pratica di farsi ibernare è divenuta sempre più popolare nonostante il costo che può arrivare a superare i 200mila dollari (185mila euro). La cifra esorbitante della pratica è una vera e propria "scommessa" dal momento che non ci sono dati scientifici sull’effettiva possibilità di "resuscitare" i corpi ibernati.

Commenti