Le Iene, l'aggressione a Monteleone e troupe: "Vi ammazzo tutti"

La "iena" Antonino Monteleone aggredito durante il servizio d'inchiesta sui Bronzi di Riace

"Vi ammazzo tutti quanti". Minacce, bestemmie e dunque l'aggressione fisica. Se l'è vista brutta la "iena" Antonino Monteleone e con lui la troupe de Le Iene. L'invitato stava infatti indagando sul ritrovamento (datato agosto 1972) dei Bronzi di Riace e della possibile sparizione di alcuni preziosissimi reperti. All'appello, infatti, mancherebbero un elmo, uno scudo, una lancia e – clamorosamente – anche una terza statua in bronzo.

Monteleone ha rintracciato colui il quale nel 1972 ritrovò il patrimonio artistico e culturale, per saperne di più. E per sapere se ne sapesse qualcosa di più su questa controversia. Si tratta del sub romano Stefano Mariottini, che una volta trovatosi di fronte la "iena" reagisce però malamente. Molto malamente.

L'uomo, infatti, si infuria, dà in escandescenza, impreca e minaccia di morte il giornalista e i cameramen della trasmissione: "Vi ammazzo tutti quanti".Il servizio andrà in onda proprio questa sera, nella seconda puntata della nuova stagione del format di Italia Uno.

Commenti

Divoll

Gio, 03/10/2019 - 22:41

Se non avesse avuto nulla da nascondere, si sarebbe comportato in questo modo??

dagoleo

Ven, 04/10/2019 - 10:19

comportamento troppo anomalo per non far sospettare che vi sia qualcosa di poco chiaro sotto. del resto il sospetto che mancassero dei reperti importantissimi c'è sempre stato.

tiromancino

Ven, 04/10/2019 - 11:35

Il ministro CATTOCOMUNISTA Franceschini avrà visto il servizio? Oppure quello è un mondo a parte? È evidente che tutti sanno (in quel luogo), padroni pure del demanio pubblico