Immigrati, muore sul gommone e viene dato in pasto agli squali

Drammatico racconto dei compagni di traversata. Ieri sera 1200 sbarcati al porto di Palermo

Tentava la traversata in mare, verso l'Italia, ma non ce l'ha fatta. Come tanti prima di lui. Lo scafista ha gettato il corpo in mare e gli squali, che seguivano il gommone, hanno dilaniato il corpo. Il racconto, drammatico, è stato fatto dagli altri disperati che erano a bordo del natante. La polizia di Ragusa ha fermato lo scafista, originario della Guinea, il 14° dall’inizio dell’anno, per lo sbarco di ieri a Pozzallo. All’uomo vine contestato il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ma anche la morte, seppure non voluta, del disperato che tantava di raggiungere l'Italia. Sarebbe sopraggiunta, come in molti altri casi, dopo le forti esalazioni di benzina che si era rovesciata dalle taniche per il mare mosso.

A Palermo sbarcati 1200 profughi

Sono sbarcati nella notte, al porto di Palermo, i quasi 1.200 immigrati soccorsi ieri da una nave della Guardia costiera. Tra i profughi arrivati nel capoluogo siciliano ci sono anche una cinquantina di bambini e 298 donne, tredici delle quali in stato di gravidanza. I migranti provengono prevalentemente dalla Siria, dall’Eritrea e dalla Somalia. Mobilitata una task force per gestire l'emergenza, con i funzionari del Comune che si occupa dei minori stranieri non accompagnati, dell’Asp, della Croce rossa e della Protezione Civile. La Caritas ha fornito pasti, acqua, scarpe e coperte e ha approntato alloggi per alcune centinaia di profughi nei centri di accoglienza di Giacalone e Trabia, entrambi riaperti in emergenza. Nell’area esterna del centro di Giacalone sono state montate tende della protezione civile. È il primo sbarco di immigrati quest’anno a Palermo.

Al porto di Trapani, invece, poco prima delle 22 di ieri sono arrivate otto delle nove salme dei profughi recuperati dalla Guardia Costiera dopo il naufragio di un barcone a un’ottantina di miglia dalle coste libiche. Sei salme sono state portate al cimitero di Trapani e altre due all’obitorio.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mar, 14/04/2015 - 09:11

Fine dell'immigrazione. Questa è invasione. Ma gli italiani bestia riescono a capire che li devono mantenere loro? Ci riescono o pensano che vivano sulle spalle di babbo natale?

Mobius

Mar, 14/04/2015 - 09:41

Con tutta sincerità, spero che episodi come questo possano servire da deterrente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 14/04/2015 - 09:50

Francamente,tutte queste storie su questi "naviganti",non mi interessano più!Mi scoraggia solo il fatto,che l'italia diventa ogni giorno più invivibile,più tartassata,sempre meno giustificata,per continuare a viverci nei prossimi anni....

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 14/04/2015 - 10:03

Tra non molto butteranno gli italiani non pasto agli squali.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 14/04/2015 - 10:09

@stenos:sono d'accordo con lei!...La maggior parte degli italiani,pensa ai propri vantaggi spiccioli,non ne è ancora disturbata in modo serio,e quando lo sarà,la "colpa" sarà degli "altri"!.....Lei dice:"pensano che vivano sulle spalle di Babbo Natale?"....Certo,di Babbo Natale,... Pensano che verranno,che sono mantenuti,dagli "altri"!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 14/04/2015 - 10:52

Il futuro economico e sociale di questo paese è sempre di più orientato verso modelli da terzo mondo. Tra pochi anni sarà impossibile uscire durante le ore notturne, i palazzi saranno difesi da muri sormontati da filo spinato, sorvegliati da vigilantes h 24, ed i balconi circondati da sbarre. Come già avviene a Portorico ed in altri paesi ad alta densità criminale.

Rossana Rossi

Mar, 14/04/2015 - 10:52

Siamo poi così sicuri che queste storie siano vere o costruite ad hoc per promuovere questa invasione? A pensar male...........la verità è che questa invasione è un grosso business per molti...........e gli italioti stanno a guardare brontolando.......

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Mar, 14/04/2015 - 10:55

Alfano e c. sono giunti al capolinea, ma nei guai saremo noi che continuiamo a subire, subire e subire, ma fino a quando? Stanno stravolgendo l'Italia, ci vogliono fare cambiare la nostra identità d'italiani. E tutto questo perpetrato da un governo abusivo! Noi sempre a guardare fino a quando qualcuno, e molto presto, ci darà un calcio in cxxo per mandarci in Africa. Sono sicuro, visto che stiamo per soccombere senza alzare la testa, che arriverà il momento che requisiranno le seconde case! Sveglia!!!

MLADIC

Mar, 14/04/2015 - 11:17

La prima vera risorsa.. è servita a qualcosa. Nessuno li ha chiamati, restino pure tra le capanne, le guerre, le malattie, le banane. Dopo millenni altro non sono riusciti a creare. Ora vogliono impestare anche l'Europa, grazie PDioti

BlackMen

Mar, 14/04/2015 - 11:22

Rossana Rossi: ma certo, è ovvio che si tratta di promozione! Correte in italia, imbarcatevi su una carretta del mare. Esalazioni, freddo e squali il tutto per soli 3000 dollari a testa....accorrete numerosi!

marcomasiero

Mar, 14/04/2015 - 11:46

non paghiamo più un euro di tasse e vediamo come li mantengono !

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 14/04/2015 - 13:28

Quello che è accaduto è una cosa disgustosa, scandalosa! Quello che hanno fatto è una cosa inumana, indegna di un popolo civile! A me dispiace. Non si fa così. E' uno schifo! Ma in che mondo viviamo? Bisogna fare un'interrogazione parlamentare. E se non bastasse, bisognerebbe protestare finanche all'Onu! Ripeto: non si fa così. E' orribile quello che è accaduto! Sì, bisogna indignarsi e protestare del fatto scandaloso che dei poveri squali rischino di essere avvelenati da un corpo in putrefazione. E' uno schifo! La mia totale solidarietà agli squali.