La foto del Duce sul camion per i lavori pubblici: bufera a Imperia

La foto di Benito Mussolini in bella vista sul parabrezza del camion della segnaletica stradale ha scatenato un caso a Imperia, con Rifondazione Comunista e Potere al popolo che chiedono di revocare l'appalto alla ditta

Non un crocifisso, né qualche “santino” e neppure un “arbre magique”, ma sul parabrezza del camion della segnaletica stradale, che in questi giorni a Imperia si occupa dei lavori di rifacimento della galleria Gastaldi, campeggia la foto del Duce. Proprio lui, Benito Mussolini, capace di scatenare un caso, con Rifondazione Comunista e Potere al Popolo, che alla luce dell'accaduto hanno chiesto al sindaco Claudio Scajola di revocare l'appalto alla ditta.

“Il sindaco Scajola si è personalmente recato in galleria Gastaldi per verificare il procedimento e l'evolversi dei lavori - scrive, in una nota, Franco Gabrielli, che interviene in nome delle due associazioni - chissà se si sarà accorto della foto posta sul vetro anteriore del camion proprio davanti alla stessa galleria, che ritrae Benito Mussolini. Qualora non se ne fosse avveduto lo abbiamo fatto noi”. Numerose, infatti, sono state le segnalazioni dei cittadini.

“Ci chiediamo pertanto a chi siano stati affidati i lavori e ci chiediamo anche se Imperia, città capoluogo di provincia insignita nel 1980 dall'allora Presidente della Repubblica, Sandro Pertini della medaglia d'oro al Valor Militare per la lotta di Liberazione dal nazifascismo, meriti ciò che è visibile semplicemente passeggiando per la via principale del centro di Porto Maurizio, in via Felice Cascione, quest’ultima dedicata al medico e combattente per la Libertà, medaglia d'oro al Valor Militare”.

Rifondazione e Potere al Popolo sono convinti: "Pensiamo che l'amministrazione Scajola debba procedere all’immediata revoca dell'appalto alla ditta esecutrice, per apologia di fascismo, fornendo in tal modo una precisa risposta alle preoccupazione dei cittadini che all'antifascismo devono, tutti indistintamente, la loro libertà".

Commenti

maxxena

Mer, 23/10/2019 - 23:48

mi sembra un po' esagerata come reazione e comunque "Esporre la foto di Benito Mussolini in un locale pubblico (e quindi anche all'esterno aggiungo io) NON E' APOLOGIA DI FASCISMO". Questo a detta dei giudici del tribunale del Riesame di Ragusa (2018). Poco furbo e un po' provocatore chi ha messo il dux al posto di guida, un pochino esasperati (e forse interessati) i denuncianti, direi che comunque da quelle parti hanno poco da fare.....la prossima volta espongano una foto del calendario Pirelli..

pv

Gio, 24/10/2019 - 08:20

Bisogna colpirli dove fa piu' male: nel portafoglio. Via la revoca dell' appalto.

lappola

Gio, 24/10/2019 - 08:25

Ma questi sinistri sono proprio esaltati, intanto non vedo il reato, ma soprattutto con tante chiacchiere che loro riescono a fare, riuscissero a fare opere TANTE e fatte bene come venivano fatte ai tempi di quello lì ... frane, allagamenti, caduta di ponti come oggi, a quel tempo non c'erano.

rawlivic

Gio, 24/10/2019 - 08:47

e quindi? e' una foto stiorica, patrimonio culturale del Paese.

amicomuffo

Gio, 24/10/2019 - 09:15

se hanno paura di una foto....figurarsi se tornasse veramente!

Giorgio5819

Gio, 24/10/2019 - 09:15

...questi sono i veri problemi per la marmaglia comunista...

Ritratto di Willer09

Willer09

Gio, 24/10/2019 - 09:21

non hanno niente di meglio da fare?

Dordolio

Gio, 24/10/2019 - 09:32

Ridicoli. Bastava che facessero un salto alla Camera dei Deputati per vedere una bella foto di Mussolini, posta correttamente tra tutte quelle dei Capi del Governo precedenti e successivi. Ripeto: ridicoli.

Giorgio Colomba

Gio, 24/10/2019 - 09:55

Rifondazione comunista? Ma come, non è ancora stata sciolta d'imperio, dato che l'Europa ha appena sancito l'equiparazione tra fascismo e comunismo? O Bruxelles serve solo per mazziare Salvini?

Italy4ever

Gio, 24/10/2019 - 09:58

Quindi??? Se vuole mettere la foto di Mussolini dove è il problema? Sarà pure libero di pensarla come vuole e di mettere la foto di chi gli pare e piace. Se fosse stata una donna completamente nuda nessuno avrebbe avuto da ridire. Dopotutto si tratta di una fotografia come tante che si trovano in internet e anche sui libri di storia.

razzaumana

Gio, 24/10/2019 - 10:02

...SCANDALOSO !!!...ma,andate a farvi un bidet !!! Vi rinfrescherete il cervello e le idee.

polonio210

Gio, 24/10/2019 - 10:14

E' un reato,punito dal Codice Penale,esporre una fotografia di Benito Mussolini?Non mi risulta.Esporre una fotografia,per altro rappresentante un busto umano,è un reato o rappresenta una manifestazione della libertà di espressione e pensiero sancita dalla Costituzione?

Giorgio Rubiu

Gio, 24/10/2019 - 10:17

Se dopo 74 anni da quando lo hanno ammazzato e 77 anni da quando ha smesso di contare qualcosa,i comunisti hanno ancora paura di una fotografia di Mussolini e di ciò che egli ha rappresentato,dovrebbero re-allagare l'Agro Pontino e le valli del Mezzano,eliminare le Colonie Estive,l'INPS e l'INAIL,la settimana lavorativa di 40 ore,la USL (allora nota come Cassa Mutua Malattia, la RAI (allora EIAR),l'EUR e lo Stadio dei Marmi,l'Istituto per le Case Popolari e, forse,alcune altre cose che ho dimenticato di citare. Ci lamentiamo noi della sbandierata immagine di Che Guevara che,tra l'altro,con l'Italia non c'entra niente?

maurizio-macold

Gio, 24/10/2019 - 10:26

Qualcuno che questa foto e' "patrimonio storico italiano". Io penso invece che il patrimonio storico italiano siano i milioni di morti ammazzati che la mania di grandezza e l'incapacita' di questa persona hanno causato. Poi se qualcuno vuole esibire la foto lo faccia pure, il mondo d'oggi e' pieno di immagini di dubbio gusto.

polonio210

Gio, 24/10/2019 - 10:27

Una foto è fatta di carta ma,solo a Milano,esistono innumerevoli opere architettoniche risalenti al fascismo:le vogliamo abbattere tutte in onore del "politicamente corretto"?Ad esempio:Palazzo di Giustizia.Casa dello studente in via G.Pascoli.Piscina Cozzi in v.le Tunisia.Sede dell'Università del Sacro Cuore in via Nirone.Praticamente tutta p.zza S. Babila.Stazione elettrica in via G.da Cermenate.E mi fermo solo a questi pochi esempi:che vogliamo fare li abbattiamo subito?Magari sono dei pericolosissimi simboli del fascismo,che mettono in pericolo la democrazia in questo Paese,almeno secondo le povere menti di Rifondazione Comunista e Potere al Popolo.Che già dai nomi denotano una carenza neuronale congenita da parte di coloro che li compongono.

manfredog

Gio, 24/10/2019 - 10:31

...di cattivo gusto, probabilmente, ma se invece della foto di Mussolini ci fosse stata quella di Che Guevara, molto più criminale di lui, non sarebbe successo niente. mg.

flip

Gio, 24/10/2019 - 10:56

comperate tanta carta igienica. chissà, potrebbe servirvi.

DIAPASON

Gio, 24/10/2019 - 10:58

potere al popolo e rifondazione comunista,sono sufficenti queste due bestemmie per legittimare la foto del duce, in qualsiasi posto

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 24/10/2019 - 11:10

sul fatto che quella foto è patrimonio storico culturale del paese non c'è alcun dubbio, è reato quello di intitolare strade e piazze a comunisti italiani, russi, slavi, cubani, argentini ecc ecc!

Beaufou

Gio, 24/10/2019 - 11:10

Ma quale revoca e revoca. L'appalto si revoca, semmai, se la ditta non sa lavorare o se combina disastri, non per l'immagine del duce su un camion. Questi qui che sono attentissimi a queste cretinerie farebbero meglio a trovarsi un'occupazione, invece di concionare di nazifascismo, liberazione e tutte queste belle cose. Siamo oltre il duemila, il ventennio è passato da un po'...

vince50

Gio, 24/10/2019 - 11:17

Quando si ha la coscienza sporca si ha paura persino dei fantasmi.

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 24/10/2019 - 11:27

Io la tengo sulla scrivania come segna libri... e allora ???? la libertà è questa!!!! Purtroppo i morti non ritornano!!!! e poi fa parte della storia o bisogna cancellarla??? Vogliamo parlare dei leader del comunismo!!!!

baronemanfredri...

Gio, 24/10/2019 - 11:28

NON SONO MUSSOLINIANO, SPECIE SE SONO NATO MOLTO DOPO LA FINE DELLA GUERRA CONO LA FINE STORICA DEL FASCISMO 25 APRILE. VI RICORDO CHE UNA IMPORTANTISSIMA E POTENTISSIMA SIGNORA DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO, OSANNATA DA TUTTI ELEVATA ALLE MASSIME CARICHE, DURANTE IL FASCISMO QUANDO ANDAVA A SCUOLA HA STILATO UNA BELLA TESA SULLE CORPORAZIONI. GLI STUDENTI CHE SI PRESENTAVANO AGLI ESAMI CON LA TESI SULLE CORPORAZIONI ERANO I FASCISTI, MA I FASCISTI PIU' FASCISTI DI MUSSOLINI. QUESTA ERA TRA LE PIU' POTENTI DEL PCI. NON FACCIO NOME, MA SI COMPRENDERE CHI ERA.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 24/10/2019 - 11:58

Sì, è proprio vero: i cittadini di Imperia, tutti indistintamente, sono turbati per simile oltraggio alla memoria di quelli che, circa 75/80 anni fa, combatterono e morirono contro il Fascismo. Giustamente non sono per nulla preoccupati dell'ondata criminale in atto, negli ultimi anni, in città e, più ancora, del declino economico e sociale che perdura oramai da molto tempo.

GioZ

Gio, 24/10/2019 - 11:59

Se vi fa tanta paura una fotografia è perché avete la coscienza sporca.

paco51

Gio, 24/10/2019 - 12:14

bel camion! pv: quale motivo per la revoca dell'appalto? sei uno scienziato del diritto?

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 24/10/2019 - 12:23

Strano modo di "pensare" quello della sinistra. C'è indignazione per una foto del Duce su un camion e non c'è indignazione se un clandestino picchia un controllore dei mezzi pubblici o spaccia droga ecc ecc

lappola

Gio, 24/10/2019 - 12:39

@ Giorgio Rubiu Concordo su tutto meno che sulle case popolari; forse sarebbe stato meglio non farle visto che nei centri gestiti dalle sinistre finiscono tutte ai rom ed ai clandestini. Gli Italiani non vengono mai fatti arrivare mai al punteggio per l'assegnazione.

michele lascaro

Gio, 24/10/2019 - 12:40

La solita idiozia come ossequio all'attuale imperante governo sinistrorso.